Insalata di finocchi mele uvetta e noci

L’insalata di finocchi mele uvetta e noci è un’insalata ricca di nutrienti nobili vitamine e sali minerali. E’ un’insalata fresca e leggera il contorno ideale per i pranzi succulenti delle festività natalizie. E’ facile da fare si preparare in dieci minuti e non prevede cottura. Consigli di farla come contorno a degli arrosti di carne perché la sua freschezza non appesantisce la bocca e ed un valido aiuto per la digestione.  Che ne dite di prepararla con me l’insalata di fino chi mele uvetta e noci?

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    0 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 2 finocchi piccoli
  • 1 mela rossa biologica
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 3 cucchiai di gherigli di noci
  • q.b. olio e aceto
  • q.b. di sale

Preparazione

  1. Mettere in ammollo nell’acqua tiepida l’uvetta almeno un’ora prima.

    Tritare grossolanamente i gherigli di noce.

    In una ciotola preparare la vinagrette emulsionando l’olio con l’aceto, battetelo bene con una forchetta.

    Pulite il finocchio eliminando le foglie esterne dure e tenete il cuore. Lavatelo sotto l’acqua corrente e tagliatele fine nel senso della lunghezza, fatelo con la mandolina se l’avete.

     

    Lavare la mela e tagliarla a metà eliminare il torso e tagliarla anch’essa finemente nel senso della lunghezza tenendo la buccia.

    In ciotola capiente mettete il finocchio le fettine, di mela, l’uvetta e i gherigli di noci condirli con la vinagrette e regolare di sale e serve.

    Servite l’insalata di finocchi mele uvetta con le noci subito mettendola in un piatto di portata, guarnendo con gherigli di noci interi.

Note

L’insalata di finocchi mele uvetta e noci va mangiata subito pertanto non consiglio la conservazione

L’insalata di finocchi mele uvetta e noci diventa un buonissimo piatto unico se aggiungiamo 150 di quartirolo.

Se l’insalata di finocchi mele uvetta e noci vi è piaciuta potete seguire Stegnat de Polenta anche su Facebook

Lo spunto per questa insalata l’ho presa dal Cucchiaio d’argento

 

Precedente Coscia di tacchino ripiena alla campagnola Successivo Mattonella all'arancia

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.