Quiche con spinaci mozzarella e prosciutto

La quiche con spinaci mozzarella e prosciutto è una torta salata fantastica, buona da mangiare sia calda che fredda. Fa pensare un poco all’erbazzone dell’Emilia Romagna, con la differenza che c’è anche il prosciutto cotto. Si prepara con la pasta sfoglia stesa, pronta per l’uso, in breve tempo, anche perchè gli spinaci non hanno bisogno di molta cottura. Occorre infatti più tempo per lavarli (bisogna cambiare l’aqua almeno tre volte) e liberarli della terra che per cuocerli. Meglio metterli in ammollo per pulirli come si deve e poterli mangiare senza scrupoli.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 230 gPasta Sfoglia (1 confezione)
  • q.b.Pane grattugiato
  • 500 gSpinaci
  • 200 gMozzarella
  • q.b.Grana padano (grattugiato)
  • 200 gProsciutto cotto

Strumenti

  • Carta forno
  • Tortiera

Preparazione

  1. Sbollentare gli spinaci in una pentola di acqua salata per due minuti e scolare.

  2. Mettere quindi la sfoglia in una tortiera rotonda su carta da pane e bucherellare con la forchetta. Spolverare la base con una manciata di pane grattugiato

  3. Sminuzzare gli spinaci con forchetta e coltello e unire con le uova battute e un po’ di formaggio grana grattugiato. Versare sulla sfoglia in modo uniforme ma non sui bordi.

  4. Arrotolare le fette di prosciutto, tagliare a pezzi e mettere sugli spinaci senza srotolare, come indicato nell’immagine.

  5. Aggiungere infine la mozzarella a pezzetti a fine cottura. Aspettare che fonde e servire la quiche con spinaci mozzarella e prosciutto che nel caso assai raro, avanzasse, fredda la si mangia anche molto volentieri.

  6. E’ indicata, infatti, anche per i buffet delle occasioni speciali preparata anche il giorno prima.

Quiche con spinaci mozzarella e prosciutto

Consiglio per la quiche spinaci mozzarella e prosciutto: Il pane grattugiato sulla base serve ad assorbire e lo consiglio specialmente quando si usano le verdure e anche per i dolci come lo strudel di mele che contengono molta acqua. Questo metodo tuttavia aiuta la cottura e la base rimane croccante. VIENI INOLTRE A SBIRCIARE NELLA BACHECA  DI PINTEREST  LA CUOCA CHE RECUPERA

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da specialit

La cuoca che recupera nasce dalla riconoscenza che mia mamma esprimeva riguardo alla mia cucina, creativa e gustosa con quello che c’era in casa. Aprire il frigorifero e inventare ricette con gli ingredienti a disposizione è una soddisfazione, si risparmia, si svuota il frigo e si mangia anche bene :) ve lo la cuoca che recupera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.