Torta Mimosa

Torta Mimosa
 
Rieti 1962
Mancavano pochi giorni al grande concorso che si sarebbe tenuto a Sanremo per tutti i cuochi e pasticceri con le loro dolci creazioni. Era un’occasione unica per farsi conoscere e Adelmo Renzi, avrebbe colto certamente l’occasione, l’unico scoglio era creare qualcosa di unico.
 
Dopo varie prove e tentativi un giorno ebbe un’illuminazione, la festa della donna si stava avvicinando e da anni ormai a tutte le donne veniva regalato un ramo di mimosa in quanto “povero” e facile da trovare anche nelle campagne.
 
“Il mio sarà un dolce molto semplice ma di grande effetto, renderò omaggio alle donne e anche a Sanremo poiché città dei fiori” pensò ad alta voce mentre iniziava a impastare il Pan di Spagna. Qualche ora più tardi, dopo che tutti gli ingredienti furono pronti, iniziò a mettere insieme il dolce.
 
Quando il dolce fu terminato, un sorriso soddisfatto gli spuntò in viso, finalmente aveva il suo dolce per il concorso e anche se sapeva di dover lottare contro grandi maestri pasticceri, era talmente orgoglioso del suo lavoro che probabilmente avrebbe vinto il primo premio.
 
Ebbe esattamente il successo sperato, tra tutte le grandi torte riccamente elaborate e finemente lavorate, la sua così “semplice” Torta Mimosa, ebbe l’effetto sperato e ricevette il primo premio.
 
La ricetta originale è rimasta segreta, ma la Torta Mimosa è ormai il dolce storico di tutte le donne e allora sbizzarriamoci nella preparazione e gustiamola in ogni occasione!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!
 
Guarda anche: Sagne e fagioli e Polpette di patate e alici
 
Seguitemi per restare sempre aggiornati su Facebook e Instagram!

Torta Mimosa
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaRegionale Italiana
349,38 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 349,38 (Kcal)
  • Carboidrati 46,05 (g) di cui Zuccheri 31,79 (g)
  • Proteine 10,16 (g)
  • Grassi 13,96 (g) di cui saturi 1,95 (g)di cui insaturi 3,15 (g)
  • Fibre 1,17 (g)
  • Sodio 96,18 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 130 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 750 gpan di Spagna (il link della ricetta sulla scritta rossa)
  • 400 gcrema pasticcera (il link della ricetta sulla scritta rossa)
  • 230 mlpanna fresca da montare
  • 4 fetteananas, sciroppato
  • 120 mlsucco di ananas (il succo dell’ananas sciroppato)
  • 30 grum (facoltativo)

Strumenti

  • 1 Ciotola 20x12cm

Procedimento

  1. Per iniziare la ricetta della Torta Mimosa, preparare con un giorno di anticipo il Pan di Spagna e la Crema Pasticcera.

  2. Pulire il Pan di Spagna da tutta la parte esterna più scura e tagliare delle strisce da 1 cm di larghezza.

  3. Foderare una ciotola del diametro di 20×12 cm con la pellicola, (servirà a far uscire la torta con facilità) e iniziare a disporre le strisce di Pan di Spagna, sino a coprire l’intera superficie.

  4. Montare a neve la panna fresca, unirla delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto alla Crema Pasticcera, togliere 4/5 cucchiai di crema e metterli da parte per coprire la torta alla fine.

  5. Tagliare a cubetti le fette di ananas sciroppato e unirle alla crema con la panna e disporre il succo dello stesso ananas in una ciotola insieme al rum.

  6. Torta Mimosa

    Bagnare il Pan di Spagna con la bagna alcolica in maniera equa, aggiungere il primo strato di crema e ananas, chiudere con delle strisce di Pan di Spagna e ripetere l’operazione – bagna, crema, pan di spagna- sino al bordo della ciotola chiudendo, infine, con il pan di spagna anch’esso bagnato.

  7. Torta Mimosa

    Riporre in frigorifero per almeno 4 ore ben chiusa dalla pellicola anche sulla superficie.

  8. Torta Mimosa

    Togliere la pellicola sulla superficie,  appoggiare sulla torta il piatto da portata scelto e girarla su di esso togliendo la ciotola e la pellicola.

    Disporre la crema tenuta da parte all’inizio su tutta la superficie della torta in modo equo (non necessariamente liscio e perfetto) strofinare tra le mani tutto il pan di spagna rimasto e iniziare ad attaccarlo su tutta la superficie della torta cosparsa di crema.

  9. Guarnire a piacere con della panna montata, fiori di ostia, ananas ecc …

    Se si gradisce una bagna non alcolica, basterà aumentare il succo da 120 a 150ml.

    Riporre la Torta Mimosa in frigorifero per almeno 12 ore prima di gustarla.

     

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.