Soffioni Abruzzesi

Soffioni Abruzzesi
 
Pescara, 1914.
La guerra era alle porte, se ne percepiva la forza nelle parole dei grandi e potenti che governavano in quel periodo. Nessuno poteva dichiararsi estraneo a ciò che stava per accadere, ma i più benestanti ebbero la facoltà di trovare riparo altrove.
 
Tra questi, c’era una famiglia pescarese che in tutta fretta fece i bagagli per trasferirsi nella residenza di campagna.  “Papà, mamma vi prego lasciatemi restare, non voglio andar via, qui ho tutti i miei affetti”. Adele la figlia maggiore, cercava in tutti i modi di restare in quella casa, ma con scarso successo.
 
Giunta nella casa di campagna però, ebbe un’idea meravigliosa, avrebbe preparato dei gustosi dolci per il suo amato che di lì a poco sarebbe partito per la guerra e insieme, una lettera d’amore. Preparò con cura e dedizione dei dolci favolosi: un involucro di friabile frolla e un ripieno di ricotta e zucchero che in cottura sarebbero diventati soffici e gonfi.
 
In attesa che i suoi dolci si raffreddassero, si accomodò allo scrittoio nella sua stanza e su un foglio scrisse: – Amor mio, siamo lontani da giorni ormai ed io non faccio che pensare a te. Quanto avrei voluto rimanere lì a Pescara tra le tue braccia forti, che possono sostenere tutto il peso del mondo.
 
Oh dolce amor mio, il fronte ti ha già reclamato, la guerra ci ha separato irrimediabilmente ed io, nel segreto del nostro incontro che porto nel cuore, ho l’ardire di confessarti che t’amo. T’amo più di ogni cosa, più del vento che accarezza dolcemente l’erba, più del sole che risplende e ci scalda con i suoi raggi ogni giorno.
 
A te e solo per te, dedico questi dolci pieni d’amore, guarda amore mio i lembi che ne richiudono il soffice ripieno, sono chiusi come questa lettera d’amore, sono come me che avvolgo nel cuore tutto il nostro amore .
 
Ti aspetterò sempre, come una principessa nella torre del castello attende il cavaliere che arriverà a salvarla.
Tua per l’eternità.
Adele.
 
Amiamo e amiamoci tutti i giorni, oggi in particolare facciamolo con dolcezza con questi Soffioni Abruzzesi!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!
 
Guarda anche: Bocconotti Abruzzesi
 
Seguitemi per restare sempre aggiornati su Facebook e Instagram!

Soffioni Abruzzesi
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni7 soffioni
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti per la frolla

  • 230 gfarina 00
  • 1uovo
  • 1tuorlo
  • 25 golio di oliva
  • 80 gzucchero
  • 1 bustinavanillina
  • sale (un pizzico)

Per il ripieno

  • 3uova
  • 400 gricotta di pecora (oppure mista)
  • 70 gzucchero
  • scorza di limone (grattugiata)
  • zucchero a velo (per spolverare)

Strumenti

  • stampi per muffin 8×4 cm

Procedimento

  1. Per iniziare la ricetta dei Soffioni Abruzzesi, mettere a scolare la ricotta in un colino dalle maglie strette per almeno 2 ore.

    Preparare la frolla unendo in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale e la vanillina.

  2. A parte sbattere l’uovo e il tuorlo insieme all’olio d’oliva e unirle alla farina nella ciotola.

    Amalgamare tutti gli ingredienti affinché si formerà un panetto morbido e omogeneo avvolgendolo nella pellicola e lasciandolo riposare in frigorifero per 1 ora almeno.

  3. Dividere i tuorli dagli albumi, montare con le fruste i tuorli con lo zucchero e la buccia di un limone grattugiata sino a quando saranno spumosi, unire la ricotta scolata e amalgamare completamente.

  4. Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico si sale e unirli poco per volta al composto con la ricotta con l’utilizzo di una spatola, amalgamare dal basso verso l’alto, senza smontarli.

  5. Soffioni Abruzzesi

    Stendere l’impasto con uno spessore di circa 2mm, tagliare con un coltello o una rotella dei quadrati da 10x10cm.

    Preriscaldare il forno in modalità ventilato a 170°C o statico a 180°C

    Ungere gli stampi con l’olio o il burro, inserire all’interno i quadrati di impasto lasciando i lembi all’esterno, riempire con la farcia di ricotta quasi sino al bordo dello stampo.

  6. Soffioni Abruzzesi

    Chiudere i lembi della frolla appoggiandoli sopra la farcia, infornare per 25 minuti a 170°C ventilato, abbassare poi a 140°C per altri 20 minuti.

    In forno statico 180°C per 30 minuti abbassando poi la temperatura a 160°C per 25/30.

    Quando saranno freddi, spolverare di zucchero a velo e servire.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.