Polenta Abruzzese

Polenta Abruzzese
 
La neve cadeva a grandi fiocchi incessantemente da ore, tutta la vasta e interna zona abruzzese era imbiancata, il paesaggio che si profilava per chilometri era magnifico. Poco lontane le alte montagne, che sembravano toccare il cielo, erano quasi invisibili tanto erano bianche.
 
I caminetti della valle erano tutti accesi per potersi riscaldare e per cucinare una gustosa prelibatezza. Era, infatti, usanza comune quella di mangiare nei giorni più freddi e nevosi, la Polenta Abruzzese. In una delle tante abitazioni, c’era Maria con le sue due cognate che lavoravano in cucina.
 
Vestite con lunghe vesti, un grembiule allacciato in grembo e l’immancabile fazzoletto legato in testa, ponevano sul fuoco del camino al centro della stanza, il paiolo di rame con l’acqua che avrebbe accolto la farina di mais.
 
Doveva cuocere almeno un’ora mescolando continuamente con un bastone di legno di faggio, intagliato proprio dal marito di Maria. Poco più avanti, su della brace ardente, una delle cognate metteva sul fuoco un tegame in cui friggeva l’olio e un trito di sedano, carota e cipolla.
 
Unite le carni e aggiunto la passata di pomodoro, lasciò cuocere per almeno un’ora cosicché fosse pronta, insieme alla polenta. “Svelte donne, la polenta è pronta e il sugo pure, mettete la tavola di legno sopra al tavolino” ordinò Maria.
 
Come da tradizione versarono la Polenta sulla tavola di legno per poi condirla con tutto il sugo e le spuntature del maiale. Quando si furono tutti accomodati, si servirono direttamente con il cucchiaio dalla tavola centrale.
 
Si mangiava, si condivideva e ci si scaldava tutti insieme, con la Polenta Abruzzese e tra buon vino e belle risate, quelle prelibatezze erano assaporate!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!

Polenta all'Abruzzese
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo5 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • CucinaRegionale Italiana
1.217,34 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 1.217,34 (Kcal)
  • Carboidrati 95,95 (g) di cui Zuccheri 3,97 (g)
  • Proteine 64,47 (g)
  • Grassi 65,16 (g) di cui saturi 5,98 (g)di cui insaturi 9,41 (g)
  • Fibre 7,67 (g)
  • Sodio 2.942,20 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 775 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 400 gfarina di mais fioretto (a grana fine)
  • 2 lacqua

Per il sugo

  • 8costine di maiale
  • 4salsicce
  • 1 lpassata di pomodoro
  • 1 costasedano
  • carota
  • Mezzacipolla dorata
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.sale
  • peperoncino fresco (a piacere)
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • Mezzo bicchierevino bianco

Procedimento

  1. Per iniziare la ricetta della Polenta Abruzzese, porre a soffriggere per qualche minuto in una pentola capiente l’olio d’oliva, sedano, carota, cipolla tritati e uno spicchio d’aglio privato dell’anima.

    Aggiungere le costine di maiale e le salsicce, lasciarle rosolare e sfumare con il vino bianco.

  2. Polenta all'Abruzzese

    Quando il vino sarà completamente sfumato versare la passata di pomodoro, aggiungere il peperoncino tritato, salare e coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fiamma media -bassa per 1 ora.

  3. Polenta all'Abruzzese

    Versare l’acqua in una pentola dai bordi alti, portare sul fuoco e salare leggermente (assaggiare prima il sugo) e quando l’acqua è appena tiepida, versare la farina di mais a pioggia, mescolando continuamente, per evitare grumi.

    Abbassare la fiamma al minimo e cuocere la polenta, girandola lentamente per circa 25/30 minuti (dovrà essere molto morbida).

    Versare la polenta nel piatto, condire con abbondante sugo, salsicce e costine.

    Servire ben calda con del pecorino grattugiato, un trito di prezzemolo e del peperoncino a parte

Seguitemi sui social per restare sempre aggiornati su:

Facebook e Instagram!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.