Pizza Scima Abruzzese

Pizza Scima Abruzzese
 
San Vito Chietino, 30 giugno 1628.
Meno di un anno era trascorso dal devastante maremoto che aveva colpito l’Abruzzo, le alte onde del mare avevano distrutto ogni cosa e portato via molte vite.

Le persone riuscite a mettersi in salvo, erano fuggite sulle montagne tra la neve, rifugiate nei capanni o in tende di fortuna. Mai avevano assistito ad un evento così catastrofico.
 
Da poco erano giunte in questa terra meravigliosa ma ferita, alcune comunità ebraiche soprattutto da Venezia, ma anche dalla Germania e dalla Francia.

Le famiglie dei Verì, abili artigiani forti e valorosi e gli Annechini, pacifici tessitori e funari.
Le donne e i bambini avevano da subito stretto una bella amicizia, molti dei piccoli abruzzesi che erano rimasti orfani, trovarono nuove famiglie ad accoglierli.
 
Le donne, si riunivano nelle case che man mano venivano costruite dai loro mariti, dato che la povertà era maggiormente dilagata, cercavano di unire le varie tradizioni per mandare avanti la comunità.
Un giorno una donna dei Verì, Maria, mise a cuocere sul fuoco uno strano pane basso: la Pizza Scima Abruzzese.
 
Gina, che aveva osservato Maria nel momento della cottura con il “coppo” sotto la brace, non resistette alla curiosità e chiese: “Maria ma cos’è che stai preparando li?”. La donna rispose: “Sto preparando un pane senza lievito della nostra tradizione, la superficie è tagliata a rombi per poterla condividere facilmente, vedrai che bontà”.
 
E aveva ragione, croccante, gustosa e saporita il vino nel suo impasto donava un aroma unico, mai assaggiato prima. Perfetta accompagnata alle carni, alle insalate e salumi, oppure gustata da sola, tutte vollero impararne la ricetta che era realmente semplicissima: farina, vino, olio e sale.
 
Gli abruzzesi, popolo meraviglioso, rinascono dalle ceneri più forti di prima e con tante e nuove tradizioni, come i trabocchi lungo le coste per i pescatori e la Pizza Scima Abruzzese … una vera delizia!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!

Guarda anche: Tacchino alla Canzanese e Patate maritate Abruzzesi

Seguitemi per rimanere sempre aggiornati su Facebook e Instagram

Pizza Scima Abruzzese
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 370 gfarina 0
  • 190 gvino bianco
  • 150 golio extravergine d’oliva
  • 10 gsale

Procedimento

  1. Per iniziare la ricetta della Pizza Scima Abruzzese, versare in una ciotola la farina, l’olio e il vino poco per volta iniziando ad impastare ricordandosi di lasciare almeno 2 cucchiai di olio d’oliva per spennellare.

  2. Quando l’impasto inizierà a prendere consistenza unire 7 gr di sale.

  3. Pizza Scima Abruzzese

    Versare la pizza pane su carta forno e stenderla con le mani o con un mattarello dello spessore di almeno 1.5 cm. L’impasto si presenterà molto morbido.

    Preriscaldare il forno statico a 190°C.

    Tagliare con un coltello affilato la superficie creando dei rombi.

  4. Pizza Scima Abruzzese

    Spostarla su una teglia da forno, spennellare con l’olio d’oliva e salare.

    Cuocere per 45 minuti o sino a quando non sarà ben dorata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.