Cremini Fritti

I cremini fritti o crema fritta, sono per antonomasia un’ottimo accompagnamento per le olive all’ascolana poichè la loro dolcezza e morbidezza, preparano il palato per la croccantezza salata dell’oliva.

Ottimi anche gustati singolarmente come dolce, accompagnati da un buon vino come il Brachetto o la Malvasia.

Ma prima di questo ci sono i dettagli, quelli veri e importanti, leggete la fantastica storia di Giacomo e Martina che vi trasporteranno in un luogo fantastico ricco di storia!

Dopodichè, tuffatevi in questa dolcissima ricetta e lasciate un feedback!
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!

Guarda anche Olive All’Ascolana e Agnello e Verdure Fritte!

Cremini Fritti
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Porzioni5
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per 60 cremini circa
  • 500 mllatte intero
  • 100 gzucchero
  • 60 gamido di mais (maizena)
  • 40 gfarina 00
  • 100 gtuorli
  • 1limone (buccia)
  • estratto di vaniglia (facoltativo)

Per la panatura

  • 300 gpangrattato
  • 100 gfarina (Di granoturco)
  • 3uova

Per la frittura

  • 1 lolio di semi di arachide (oppure di girasole)

Procedimento

Per la crema
  1. Per iniziare la ricetta dei cremini fritti, mettere a scaldare il latte con la scorza di un limone.

    In un pentolino mettere i tuorli con lo zucchero, l’amido e la farina setacciati e miscelare a freddo con una frusta e aggiungere l’estratto di vaniglia. 

  2. Nel frattempo che il latte arrivi a temperatura preparare una pirofila di media dimensione con il fondo rivestito di pellicola, io ho utilizzato una da 20×20 cm.

  3. Successivamente, togliere la scorza di limone dal latte e aggiungerlo poco per volta ai tuorli, mescolando con una frusta cosicchè la crema eviterà di creare grumi, portarla sul fornello e mettere la fiamma al minimo continuando a mescolare.

    Nel caso in cui si formino dei grumi, basterà sbattere con una frusta energicamente, come è stato detto in precedenza.

    Quando la crema risulterà nel complesso liscia e soda, versarla nella pirofila e livellare con una spatola, coprire la superficie con altra pellicola a contatto.

    Porre in ultimo la pirofila in un luogo fresco e asciutto sino a che non risulti fredda, a quel punto trasferirla in frigorifero per una notte.

Per la panatura

  1. Cremini fritti

    Tagliare la crema fredda e rassodata a cubotti, passarli nel pangrattato, poi nelle uova e di nuovo nel pangrattato.

Per la frittura

  1. Cremini Fritti

    Infine versare abbondante olio di semi d’arachide in una padella, quando sarà a temperatura immergere i cremini e friggerli sino a doratura.

    Ultimo ma non meno importante, servire i cremini fritti caldi accompagnandoli da un buon bicchiere di vino bianco fresco.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.