Crema di Peperoncini secchi

Crema di Peperoncini secchi
 
L’ultima domenica di settembre era arrivata e con essa il fresco l’autunno. Gli alberi iniziavano a spogliarsi delle loro foglie colorando i verdi prati di bronzo e marrone, scene da cartolina che si profilavano dalla grande finestra della sala da pranzo.
 
L’interno della casa era immersa nel profumo delizioso del sugo che bolliva sul fuoco e dalle vivaci note dell’organetto che arrivavano dal televisore acceso. La musica che Amedeo, il nonno della piccola Veronica, amava più di ogni altra, lo riportava sempre indietro nel tempo.
 
“Su, da brava Veronica, prepara la tavola, tra poco arriveranno gli zii e il tuo cuginetto così potremo pranzare tutti insieme” disse la nonna Gina. La piccola bambina, sempre ubbidiente, iniziò a preparare la tavola come le era stato insegnato dalla nonna e la mamma, mentre guardava sorridente, suo nonno che ascoltava la sua musica preferita e le faceva tantissime smorfie, aiutandola ad allestire la tavola, facendola ridere di gusto.
 
Appena ebbe terminato, ecco che dal televisore partì il Tango e il nonno, seguendo il ritmo, prese tra le braccia la piccola nipotina e iniziò a farla danzare su e giù per la sala da pranzo. La piccola non sapeva ballare ma cercava di stare dietro i passi del nonno e, inevitabilmente, scoppiavano a ridere mentre inciampavano con i piedi, era proprio buffo il suo dolce nonnino.

L’ora del pranzo arrivò e seduti tutti a tavola si accingevano a mangiare le golose tagliatelle con il sugo, le uniche, inimitabili, che Gina preparava ogni domenica. Amedeo, come ogni giorno, aveva vicino al suo piatto gli l’immancabili Peperoncini rossi piccanti che fossero in Crema, secchi o freschi non importava, purché fossero presenti in quantità.
 
-Se potesse li aggiungerebbe persino alla minestra… magari alla fine lo farà davvero, tanto ne è ghiotto- pensò la piccola Veronica sorridendo tra un boccone e l’altro.
Questi sarebbero stati i ricordi più belli che avrebbe custodito sempre nel cuore.
 
Custodiamo gelosamente i nostri ricordi più belli come quelli legati ai nostri meravigliosi e insostituibili nonni, quasi tutti golosi della Crema di Peperoncini secchi!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!
In questa ricetta sono presenti affiliazioni amazon.

Crema di Peperoncini secchi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaRegionale Italiana
105,70 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 105,70 (Kcal)
  • Carboidrati 0,38 (g) di cui Zuccheri 0,24 (g)
  • Proteine 0,07 (g)
  • Grassi 12,15 (g) di cui saturi 1,74 (g)di cui insaturi 0,01 (g)
  • Fibre 0,11 (g)
  • Sodio 0,30 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 17 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 400 gpeperoncini freschi
  • 130 mlolio extravergine d’oliva (circa)

Procedimento

  1. Per iniziare la preparazione della Crema di Peperoncini secchi: mettere i peperoncini freschi  in un sacchetto di carta, chiuderlo e riporlo in un luogo fresco e asciutto per almeno 2 settimane (i tempi variano a seconda delle dimensioni dei peperoncini, questo procedimento servirà a farli asciugare).

  2. Trascorso questo tempo, toglierli dal sacchetto, lavarli, asciugarli per bene e tagliarli a metà togliendo tutti i semi all’interno utilizzando sempre dei guanti di protezione.

    Disporli in un mixer e iniziare a triturarli a velocità sostenuta. A questo punto aggiungere metà dell’olio d’oliva e continuare a tritarli affinché diventi una crema.

  3. Nel frattempo, sterilizzare i vasetti scelti (in questo caso 2 da 7x5cm) con i rispettivi tappi, ponendoli all’interno di una pentola dai bordi alti, con un canovaccio sul fondo e in mezzo ai vasetti stessi (per evitare che si scontrino e si rompano durante la bollitura), riempire d’acqua fredda e porli sul gas.

    Dal momento in cui l’acqua inizia a bollire, contare 40 minuti.

    Lasciar raffreddare i vasetti e porli a scolare, a testa in giù, su un canovaccio pulito.

  4. Crema di Peperoncini secchi

    Riempire a ¾ con la Crema di Peperoncini e per ¼ con il restante olio d’oliva, chiudere bene con i tappi, porli nuovamente nella pentola con il canovaccio, riempirla d’acqua (almeno 5 cm sopra i barattoli) e dal momento del bollore, contare 20 minuti (30 per i vasetti più grandi), dopodiché, spegnere la fiamma e lasciarli raffreddare nella stessa acqua per creare il sottovuoto.

    Conservare i vasetti in luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce solare e consumarli entro 6 mesi, una volta aperti, consumarli entro 4 giorni mantenendoli in frigorifero e aggiungendo olio d’oliva prima di riporli.

Seguitemi sui social per restare sempre aggiornati

Facebook e Instagram!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.