Una torta angelica.

Premessa rigorosa e dovuta, questo dolce è liberamente ispirato a quello delle sorelle Simili che, per chi non le conoscesse, sono una istituzione nel campo dei dolci e dei lievitati.
La versione pubblicata su Giallozafferano (qui la ricetta) è  leggermente più semplice, senza l’uvetta e i canditi presenti nella ricetta orginale che potrebbero non piacere a tutti, sopratutto i bambini e che ho sostituito con gocce di cioccolato.
torta_angelica_640-1Su questa base poi le personalizzazioni possono essere diverse, ad esempio potete sostituire la glassa con la granella di zucchero, avendo cura di spennellare la torta angelica prima con un uovo sbattuto. Oppure potreste dividere la glassa in due facendone una parte con cacao amaro e avere cosi una glassa bigusto, per fare la glassa al cacao mischiate il cacao con lo zucchero a velo e aggiungete acqua bollente fino a raggiungere la consistenza desiderata.

E per ultimo un consiglio, arrotolate l’impasto molto stretto, cosi eviterete di disfarlo al momento del taglio.

Buon appetito con la torta angelica http://ricette.giallozafferano.it/Torta-angelica.html

 

Precedente Una strana zuppa di vongole Successivo La frittata buona.