La torta della nonna

Ci sono ricette che riportano subito ai sapori di un tempo, che in un istante ti fanno ritornare ai ricordi di infanzia. I dolci in particolare  hanno questo dono.
Questa volta la torta che ho pubblicato sul mio sito non arriva da mia nonna ma è un omaggio a tutte le nonne che hanno saputo coccolarci e viziarci quando eravamo piccole, questa torta è dedicata a loro: la torta della nonna.
_MG_2542Di origini liguri, questo dolce è molto diffuso anche in Toscana, ma onestamente l’ho visto un po’ dappertutto e piace sempre a tutti perchè è goloso nella sua semplicità.
La particolarità di questa torta è di avere un cuore di crema pasticciera avvolto da pasta frolla, con la superficie ricoperta di pinoli e zucchero a velo. Insomma una bomba di dolcezza a cui è difficile resistere.
Una delle difficoltà maggiori nella realizzazione della torta della nonna è toglierla dalla tortiera, essendo friabile il rischio di rompere la nostra opera d’arte è molto elevato.
Per evitare questo problema l’ideale sarebbe l’utilizzo di uno stampo a cerchio apribile ma se non lo avete allora una alternativa altrettanto valida è quella di rivestire la tortiera con carta da forno per evitare che si attacchi e soprattutto che possiate estrarla con facilità una volta raffreddata.
Ecco….E’ importante che una volta cotta, la torta sia ben fredda, anzi se potete prepararla la sera prima del consumo sarebbe ancora meglio, perchè darete la possibilità al dolce di compattarsi per bene e poi sarà più facile tagliarlo senza romperlo.
Volete delle varianti sfiziose? Aggiungete delle amarene sciroppate alla crema pasticcera, oppure delle golose gocce di cioccolato o Nutella!
Per le più temerarie e alternative:  preparare la torta della nonna con la pasta frolla al cacao.

Se volete preparare anche voi questa delizia ecco dove trovare la ricetta fotografata passo passo: https://www.soniaperonaci.it/ricetta/dolci/torta-della-nonna/

I miei dolci , ,
Sonia Peronaci

Informazioni su Sonia Peronaci

Innamorata della cucina in tutte le sue forme, ho fatto di questa passione un lavoro creando GialloZafferano, ho condotto una trasmissione su Fox-Life e ogni tanto mi diverto a pubblicare dei libri di cucina. Nella mia vita, 3 figlie, un compagno, 2 simpaticissimi e rumorosissimi pincher, oltre a una ventina di ragazzi in redazione a Giallozafferano.

Precedente Glassa all'acqua o ghiaccia reale? Successivo Pane non impastato