Invito a cena in rosa: 5 ricette per 5 donne che hanno fatto della cucina il loro mestiere

Chi ti piacerebbe invitare a cena?

A volte, quando mi capita di rilasciare un’intervista, mi sento fare questa domanda e allora la fantasia inizia a galoppare… Ce ne sarebbero di personaggi interessanti da far sedere alla mia tavola, anche troppi! Ma visto che domenica sarà la Giornata Internazionale della Donna, il mio invito virtuale va a cinque donne che hanno fatto della cucina un lavoro oltre che una grande passione. Ognuna di loro ha il proprio stile, ma tutte hanno in comune un piccolo grande particolare: sono donne che hanno portato il cibo in TV senza dimenticarsi del web, dove possono contare su community affezionate e pronte a mettersi alla prova ai fornelli con le loro ricette (vi ricordano qualcuno? :P)! A turno mi sono lasciata ispirare e mi sono immaginata un piatto dedicato ad ognuna di loro, curiosi? 😉

trifle 640

Martha Stewart. Negli anni è diventata una vera icona negli Stati Uniti grazie ai suoi programmi di cucina, ma non dimentichiamoci del giardinaggio, del fai-da-te… Insomma lei è proprio una tuttofare e per questo mi ci rivedo un po’! In comune abbiamo l’amore per i grandi classici della cucina e per il cosiddetto “come fare”. Sono sempre rimasta rapita dai suoi arrosti, perciò se dovessi invitarla a cena, mi lancerei nella preparazione di un arrotolato, magari farcito con degli ingredienti nostrani come il prosciutto crudo, la fontina e delle zucchine grigliate… Sarebbe una sfida all’ultima fetta, dite che ho chance di conquistare il suo palato? 😉

Arrotolato con crudo, fontina e zucchine grigliate

Nigella Lawson. Ahhh Nigella, in Europa è stata una delle pioniere dei programmi televisivi di cucina e lo ha fatto sprizzando fascino da tutti i pori! Trovo che sia una grandissima comunicatrice: quello che per un comune mortale sarebbe pelare una semplice carota o buttare la pasta in pentola, per lei diventa un rito da compiere con una certa malizia. E allora ecco che la cucina smette di essere pura e semplice praticità e diventa un piacere da concedere prima a sé stessi e poi agli altri. Confesso che spesso i suoi piatti sono piuttosto estrosi e che in cucina lascia trasparire quel lato pasticcione che si nasconde in ognuno di noi, quindi la ingolosirei con un irresistibile trifle!

Trifle

Donna Hay. Se Martha e Nigella hanno conquistato America ed Europa, Donna è la regina dell’emisfero australe. I suoi 23 libri sono partiti dall’Australia ma hanno fatto il giro del mondo fino ad approdare nella mia libreria! Donna è incredibile perché riesce ad essere golosa e al tempo stesso salutare, puntando tutto su uno stile pulito ed essenziale, che rende le sue ricette e le foto luminose e raffinate. Se penso ad una cena in sua compagnia, mi piacerebbe concluderla con un omaggio alla terra da cui proviene: una sontuosa pavlova ricca di frutti e ammorbidita da una crema avvolgente, cederà?

Pavlova

Lorraine Pascale. Esercizio fisico e un’alimentazione controllata e sfiziosa possono convivere pacificamente e Lorraine lo dimostra spesso con le sue ricette. Anche lei non scherza con l’arte del reinventarsi: da modella è diventata una cuoca provetta e non si è lasciata intimidire dal successo che ha riscosso nel Regno Unito! La apprezzo molto perché la sua delicatezza ai fornelli è davvero ipnotica, così come le sue spiegazioni chiare. Aggiungeteci pure che è giovane e sprint e la formula del successo si completerà da sola! Non ho dubbi, una volta seduta alla mia tavola, le servirei una bella insalata di gamberi con salsa allo yogurt: il giusto compromesso tra il cibo sano e gli accostamenti un po’ esotici che tanto le piacciono.

Insalata di gamberi con salsa allo yogurt

Lidia Bastianich. L’ho scoperta durante il mio primo viaggio negli Stati Uniti e da allora l’ho sempre seguita. Mi sono subito fatta incuriosire da questa signora che aveva monopolizzato tutte le librerie americane, affollando gli scaffali con i suoi libri di cucina italiana. Riuscire a comunicare una cucina ricca e colma di tradizione come la nostra in America non è una passeggiata, ma a quanto pare Lidia non si è lasciata intimorire e ha costruito un impero, tramandando la sua grande passione anche ai suoi figli (vi ricordate di Joe?). Mi piacerebbe parlare proprio di questo con Lidia a cena e lo farei davanti ad un piatto di scampi alla busara, magari accompagnati da un buon frico con patate e cipolle, giusto per coltivare la passione per i piatti tradizionali nostrani, che tanto ci accomuna!

Scampi alla busara

Frico con patate e cipolle

Come vi sembrano le mie scelte? Ora fatevi sotto: chi invitereste a cena e, soprattutto, cosa cucinereste?

Firma pera

Precedente Gamberi: guida pratica per acquistarli e pulirli al meglio Successivo Gli spaghetti di verdure con ragù di legumi di Una Blogger in Cucina

2 commenti su “Invito a cena in rosa: 5 ricette per 5 donne che hanno fatto della cucina il loro mestiere

  1. Io inviterei te….e ti offrirei qualcosa di semplice, anche per essere sicura che mi riesca! Che ne dici di un’ottima focaccia e di un tiramisù home made?

  2. Simona il said:

    Che donne interessanti e stimolanti, piacerebbe anche a me cenare insieme ad ognuna di loro…per il momento mi limito a copiare le ricette a loro ispirate e poi chissà!

I commenti sono chiusi.