Le coccole? Iniziano a colazione con questo plumcake tutto da scoprire!

Dimmi che colazione fai e ti dirò chi sei! Sarà pure l’ennesima frase simpatica, perfetta per dare un tocco di colore ad articoli e conversazioni, ma, secondo me, nasconde un fondo di verità. Come faccio a dirlo? Semplice, ho osservato la mia famiglia a colazione e mi sono accorta di alcuni piccoli dettagli importanti. Ad esempio, Vale, la mia secondogenita, tra lavoro e lezioni è sempre di fretta, una piccola scheggia a cui piace sgranocchiare qualcosa al volo prima di lanciarsi nella vita quotidiana. Per questo non faccio mai mancare una buona dose di biscotti, fragranti e pronti da afferrare. E se ci penso bene, il biscotto con la sua croccantezza, la sua golosità e il suo profumo è perfetto per Vale, una ragazza frizzante, vivace e decisa! Francesco, invece, preferisce la colazione all’americana: un bel caffè lungo e pane in cassetta da spalmare con un filo di confettura: un abbinamento perfetto, visto che non gli piace appesantirsi e vuole essere vispo e concentrato una volta arrivato al lavoro! Poi c’è Laurina, che vive sempre un po’ sulle nuvole e che ha sempre voglia di provare dolcetti nuovi, un po’ come quelli che vede nei film o nei manga che tanto ama leggere. E allora ecco che un angolo della dispensa è dedicato a muffin, donuts, cupcakes. A questo punto non so dire se sia più dolce Laura o un muffin, sta di fatto che questi dolcetti sono perfetti per una tipa romantica e sognatrice come lei. E infine c’è Deborah, la mia figlia maggiore. Lei ormai vive da sola, ma quando torna a casa, non posso farle mancare una fetta di plumcake! Ed è qui che entra in gioco la ricetta inedita che sto per presentarvi: il plumcake è il dolce perfetto se, come mia figlia, volete iniziare la giornata coccolandovi un po’. Siccome Deborah è un’inguaribile curiosa, sempre pronta a nuove scoperte e sapori, ho voluto ingolosirla con una nuova variante, arricchita da mandorle, albicocche e semi di papavero. Siete pronti a scoprirla? 😉

Plumcake mandorle albicocche e semi di papavero mod

Ingredienti per uno stampo ad 26×11 cm

  • Farina tipo 00 250 gr
  • Farina di mandorle 50 gr
  • Burro 250 gr
  • Lievito 1 bustina
  • Limoni la scorza di 1
  • Sale 1 pizzico
  • Uova 5 medie
  • Zucchero semolato 250 gr
  • Latte 60 gr
  • Mirtilli secchi 80 gr
  • Albicocche secche 100 gr
  • Semi di papavero q.b.

Per la glassa

  • Zucchero a velo 150 gr
  • Acqua calda q.b.

Preparazione

Mettete in ammollo le albicocche e i mirtilli secchi in due ciotoline diverse. In un’altra ciotola lavorate con le fruste il burro con lo zucchero e aggiungete le uova, una alla volta. Poi versate anche la scorza di limone grattugiata e i semi di papavero. Continuate a lavorare il composto !no ad ottenere una crema omogenea. Unite poco alla volta anche la farina setacciata con il lievito, la farina di mandorle e un pizzico di sale. Aggiungete all’impasto anche la frutta ammollata, strizzata, tagliata a pezzetti e infarinata leggermente perché in cottura non vada sul fondo.
Quindi versate il composto in uno stampo di 26×10 cm rivestito con carta da forno e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 1 ora. Poi sfornatelo e lasciatelo raffreddare, quindi sformatelo su una gratella e cospargetelo con la glassa
ottenuta aggiungendo allo zucchero a velo un cucchiaino di acqua calda alla volta e mescolando !no ad ottenere un composto fluido.

Qualche consiglio…

  • Io ho usato le mandorle, ma perché non scegliere un altro tipo di frutta secca per dare la nota croccante? Provate con noci, nocciole o noci pecan, se preferite!
  • Ho scelto i semi di papavero per spolverare il plumcake, perché creano un bel contrasto di colore, ma se avete voglia di un risultato più dolce, provate con la granella di zucchero!
  • Le albicocche secche sono incredibili, una tira l’altra, ma se volete variare, provate con le prugne secche o con altra frutta mista candita.
  • Tranquilli, golosi, non mi sono dimenticata di voi! Potete arricchire l’impasto con tutte le gocce di cioccolato che volete, magari infarinatele e lasciatele riposare per una decina di minuti in freezer all’interno di un comune sacchetto gelo e infine aggiungetele all’impasto prima di infornare. In questo modo non andranno a finire sul fondo del plumcake 😉
  • Anche la glassa è un vezzo che mi sono concessa per rendere il dolce ancora più scenografico. Ma se siete dei tipi più classici, una spolverizzata di zucchero a velo andrà bene comunque

Non so come fate colazione, perciò non riesco a decifrare la vostra personalità, ma se siete curiosi di scoprire dei mix di sapori nuovi e di iniziare la giornata con la giusta dose di morbidezza, non posso fare altro che consigliarvi di provare questo super plumcake con mandorle, albicocche e semi di papavero. Ho una sola certezza: vi stupirà! Intanto vi propongo anche tutti gli altri plumcake, dolci e salati, che ho preparato negli anni per figlie e traendo ispirazione dalle richieste di voi utenti

Vai alle ricette dei Plumcake

Ora non vedo l’ora di scoprire cosa vi piace gustare a colazione! 😀

Firma pera

Precedente Carbonara non ti temo: ecco i 5 errori da evitare in assoluto Successivo Chi trova un amico, trova una ricetta: Calogero presenta la sua tartare