Crea sito

Salsa di pomodoro e conserva

Cosa c’è di meglio di una bella pasta con la salsa di pomodoro appena fatta? Niente a che vedere con quella ottenuta da una scatoletta di pelati, siete d’accordo?

La versione più semplice con pomodoro e cipolla è già buonissima ma ovviamente può essere arricchita a seconda delle preferenze con più cipolla, aglio, peperoncino, o altri profumi e spezie…
Qui trovate la mia versione con carota, tanto basilico per insaporirla di più e la doppia cottura!

Salsa di pomodoro
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgpomodori San Marzano
  • 1Cipolla
  • 1carota
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 1 ciuffoBasilico

Preparazione

  1. Iniziate con il lavare le verdure e togliere il picciolo dall’interno dei pomodori.

    Eliminate tutto il liquido interno e i semini dei pomodori.

    In un tegame mettete i pomodori tagliati grossolanamente, la carota, la cipolla tagliata a fette e il basilico.

    Mescolate tutto e fate cuocere il a fuoco basso, mescolando ogni tanto, fino a quando i pomodori saranno ben cotti e sfatti (una mezz’ora circa).

  2. A questo punto, con un mestolo passate i pomodori nel passaverdura e ottenete la salsa.

    Versate la salsa in un tegame più piccolo, aggiustate di olio, sale e pepe, ancora qualche foglia di basilico e cuocete a fuoco più vivace per qualche minuto, fino a fare addensare la salsa secondo il vostro gradimento.

  3. Non vi resta che gustare la vostra salsa con un bel piatto di spaghetti!

Conserva di salsa al pomodoro

  1. Conserva di pomodoro

    E se avete voglia, perché non pensate di aumentare la quantità (magari2/3 Kg) e crearvi una scorta per l’inverno?

    Questo è proprio il momento giusto…

  2. Quando avete terminato la fase presedente, versate subito la salsa dentro dei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati e chiudeteli bene con il proprio coperchio a chiusura ermetica.

  3. Metteteli in una pentola alta, separandoli tra loro con uno strofinaccio per evitare che, urtandosi, possano rompersi.

    Fateli bollire per almeno un’ora ricoperti interamente da acqua.

  4. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i vasetti senza toglierli dall’acqua.

    A questo punto, potete prenderli e controllate bene che il coperchio di ciascuno, toccandolo, NON faccia un rumore del tipo “clip”.

    Se sentite questo rumore, il sottovuoto non è andato a buon fine, quindi non potete conservare la salsa e dovete consumarla entro 2/3 giorni, mantenendola ovviamente in frigorifero.

Consigli

Il mio consiglio è di non frullare i pomodori dopo la cottura, ma di passarli con il passaverdura. In questo modo, la salsa manterrà il suo colore rosso brillante!

In alternativa ai pomodori San Marzano, potete utilizzare anche i pomodori tondi, i ciliegino oppure i Piccadilly.

/ 5
Grazie per aver votato!