Zeppole di San Giuseppe al forno

Le zeppole di San Giuseppe sono dolci tradizionali tipici della festa del papà. La versione originale prevede che l’impasto venga fritto e poi farcito con crema e amarene ma ne esiste anche una versione più leggera che è quella che vi propongo oggi.

La variante che vi propongo è realizzata con pasta bignè cotta in forno e farcita con crema pasticcera e amarene, una versione più leggera e più delicata molto apprezzata.

Per preparare la pasta choux o pasta bignè ho utilizzato la ricetta di Massari, vediamo come realizzare le zeppole di San Giuseppe.

Ingredienti

per la pasta bignè o pasta choux di Massari
100 g di burro
100 g di latte
150 g di acqua
3 g di sale
5 g di zucchero
150 g di farina 00
240 g di uova (circa 4 uova)

per la farcitura
crema pasticcera q.b. (QUI trovate la ricetta classica e QUI quella veloce al microonde)

amarene q.b.
zucchero a velo q.b.

Procedimento

Preparate la crema pasticcera seguendo la ricetta che trovate QUI e fate raffreddare completamente.

Prepariamo le zeppole
Mettete in un tegame l’acqua, il latte, il sale, lo zucchero e il burro tagliato a cubetti. Appena inizierà a bollire, togliete il tegame dal fuoco e versate la farina setacciata tutta in una volta.

Mescolate subito il composto in modo che non si formino grumi, quando la farina avrà assorbito tutti i liquidi rimettete il tegame sul fuoco e fate cuocere fino a quando l’impasto si staccherà dai bordi e formerà una specie di patina leggerissima sul fondo del tegame.

Spegnete, trasferite il composto in una ciotola o in planetaria e fate raffreddare qualche minuto.
Aggiungete le uova, uno alla volta, e fate incorporare completamente prima di aggiungere il successivo.

L’impasto deve essere cremoso e non liquido altrimenti i bignè, durante la cottura non gonfieranno.

Quando avrete incorporato tutte le uova, versate il composto in un sac à poche dotato di bocchetta stellata da 1 cm e realizzate dei cerchi di 8/9 cm di diametro sulla leccarda leggermente imburrata (passate pochissimo burro al centro della teglia, ungete bene la leccarda con le mani, poi passate un foglio di carta da cucina per eliminare l’eccesso; se la leccarda fosse troppo unta l’impasto non si attaccherebbe e non si svilupperebbe in altezza).

Fate due giri di impasto uno sopra l’altro, otterrete delle zeppole doppie molto alte.

Preriscaldate il forno a 200°, infornate le zeppole di San Giuseppe nel ripiano più basso e fate cuocere 15 minuti. Abbassate il forno a 180° e fate cuocere per altri 15 minuti lasciando il forno leggermente aperto (inserite un cucchiaio di legno). Spegnete il forno e fate asciugare le zeppole per 10 o 15 minuti prima di estrarre la leccarda. Fatele raffreddare completamente.

Mettete la crema pasticcera in un sac à poche con bocchetta stellata da 1 cm, farcite le zeppole all’interno e fate un cerchio di crema anche sopra. Inserite un’amarena, spolverizzate con zucchero a velo e servite.

Precedente Conchiglioni alla parmigiana Successivo Ciambella soffice fragole e ricotta, ricetta senza burro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.