Crea sito

Torta mimosa al pistacchio

La torta mimosa al pistacchio è una variante golosissima che mi sono inventata nel fine settimana. Avevo voglia di qualcosa di nuovo e diverso che discostasse totalmente dalla versione classica, nello stesso tempo volevo che fosse facile e veloce da realizzare.

Ho preparato una base soffice al pistacchio in cui non si monta nulla, l’ho inzuppata di bagna al rum e arancia e l’ho farcita con una golosissima namelaka al pistacchio, ho realizzato un dolce strepitoso (così mi hanno detto i miei assaggiatori ufficiali) che potete replicare con facilità.

E ora seguitemi in cucina…prepariamo insieme la torta mimosa al pistacchio.

torta mimosa al pistacchio verticale
  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

per la torta al pistacchio

per la namelaka al pistacchio

per la bagna rum e arancia

  • 100 mlAcqua
  • 50 gZucchero
  • 30 gRum
  • Scorza di mezza arancia tagliata a striscioline (senza la parte bianca)
  • 3 gocceAroma alla mandorla

per la finitura

Preparazione

  1. Prepariamo la torta

    In una ciotola mescolate lo yogurt, le uova, lo zucchero, la pasta di pistacchi e la vaniglia con una frusta.

    Setacciate la farina con il lievito, aggiungeteli alle uova poi unite la farina di pistacchi incorporando bene il tutto.

    Unite l’olio e mescolate, dovete ottenere un composto liscio e omogeneo.

  2. Oliate e infarinate uno stampo da 24 cm.

    Versate l’impasto nello stampo e cuocete la torta in forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti posizionandola nella parte bassa del forno, fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura. Se la superficie dovesse diventare troppo scura copritela con un foglio di alluminio.

  3. La torta è pronta, sfornatela e fatela raffreddare per qualche ora prima di tagliarla. Se volete potete prepararla anche il giorno prima.

  4. Prepariamo la namelaka al pistacchio

    Tagliate il cioccolato bianco a piccoli pezzi e scioglietelo nel microonde oppure a bagnomaria.

    Unite la pasta di pistacchio amalgamando bene.

  5. Mettete la gelatina in una tazza con poca acqua fredda e fatela idratare per 10 minuti.

    Mettete il latte in un pentolino con il glucosio (o il miele) e portate a bollore, incorporate la gelatina strizzata e fatela sciogliere.

  6. Versate il latte caldo, a filo, sul cioccolato emulsionando il composto con un mixer ad immersione (non preoccupatevi se all’inizio si addensa é normale, procedete senza timore).

    Unite la panna, incorporate bene, coprite con pellicola alimentare a contatto e ponete in frigo per 12 ore.

  7. Trascorse le 12 ore di riposo, prendete la crema e montatela con le fruste elettriche per un paio di minuti, diventerà soffice e spumosa.

  8. Prepariamo la bagna

    In un pentolino unite l’acqua, il rum, l’aroma alla mandorla, la scorza di mezza arancia tagliata a striscioline sottili e lo zucchero, portate a bollore e spegnete.

    Fate raffreddare la bagna completamente prima di utilizzarla. Se volete una bagna più alcolica aumentate la quantità di liquore e aggiungetelo allo sciroppo quando è freddo.

  9. Montiamo la torta mimosa al pistacchio

    Prendete la torta e con un coltello affilato eliminate delicatamente, la parte esterna che in cottura è diventata scura (dovete eliminare solo lo strato sottile più scuro, giusto un paio di millimetri).

  10. Prendete la torta, appoggiate al centro un piattino da dolce da 20 cm e con un coltellino affilato tagliate la parte centrale della torta seguendo il bordo del piattino (vi servirà da sagoma e avrete un cerchio perfetto), in questo modo ricaverete una base da 20 cm e un bordo che andremo a sbriciolare per decorare la superficie.

  11. Tagliate la base con un coltello affilato in modo da ottenere tre dischi dello stesso spessore.

    Prendete un piatto da portata e adagiate il primo disco di torta al pistacchio, irroratelo con un terzo della bagna e spalmatelo con un terzo di namelaka al pistacchio.

  12. Coprite con il secondo disco di torta, bagnatelo con un terzo della bagna e spalmatelo con la namelaka.

    Ricoprite con il terzo disco di torta, irrorate con la bagna e spalmate tutta la torta con uno strato sottile di namelaka (bordi compresi).

  13. Sbriciolate con le mani i bordi della torta che avevamo tenuto da parte e ricoprite tutta la torta.

    Decorate la superficie della torta utilizzando qualche lampone, le meringhe, i pistacchi e granella di pistacchio; io ho fatto una mezzaluna laterale ma voi potete decorarla a vostro gusto.

    La torta mimosa al pistacchio è pronta, conservatela in frigo fino al momento del servizio.

Post realizzato in collaborazione con Sciara Pistacchio

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)

FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Torta mimosa al pistacchio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.