Spaghetti al tonno

Un piatto semplice che mi ricorda l’infanzia, era un primo che adoravo e non vedevo l’ora di arrivare a casa da scuola per divorarlo. E’ semplicissimo da realizzare ma saporito e gustoso. In casa nostra è molto apprezzato per cui ne preparo un bel tegame, lo suddivido in porzioni e lo congelo, così ho sempre pronta la mia scorta.

Ingredienti
(per 4 persone)

400 g di spaghetti
250 g di tonno sott’olio sgocciolato
1 cipolla piccola
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
300 g di passata di pomodoro
50 ml di vino bianco
sale q.b.

Procedimento

Sbucciate la cipolla, tritatela finemente e fatela soffriggere in un tegame con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
Aggiungete il tonno sgocciolato e sbriciolato (non troppo finemente) e fate cuocere per qualche minuto. Bagnate con il vino bianco, fatelo evaporare mescolando ogni tanto, aggiungete la passata di pomodoro, un bicchiere di acqua e portate a bollore.
Abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere fino a quando l’acqua è evaporata e il sugo si è addensato. Aggiustate di sale.

Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con il sugo al tonno. Vi sembrerà strano ma questo sugo si abbina benissimo al Parmigiano per cui, se vi piace, aggiungetene un’abbondante spolverata.

spaghetti al tonno def

Precedente Friggitrice Princess Successivo Tortino di riso al salto con radicchio e taleggio

2 commenti su “Spaghetti al tonno

  1. Ciao Simona,
    grazie per esserti unita ai miei lettori.
    Capisco lo sconforto iniziale di scoprire che si è intolleranti al lattosio, io l’ho saputo un anno fa dopo i i miei “primi” 35 anni di vita senza problemi con i latticini e in principio è stato uno shock…ma posso dire che sto imparando a conviverci abbastanza bene ora, e sono diventata più attenta a ciò che mangio e a quel che metto nel piatto, perché sia buono per me e possibilmente per la natura che lo produce. Non è male fare la pizza in casa ad esempio, o ritrovare vecchie ricette di mamma e nonne che siano gustose e “senza pericoli”!
    Scusa se mi sono dilungata ma sento molto da vicino il problema e se vorrai aiuto o consigli per tua figlia, oltre a sfogliare tra le mie ricette, sai che sono qui!
    Un abbraccio!
    Anna

    • Una mamma in cucina il said:

      Ciao Anna, grazie per le tue parole. E’ un periodo di transizione perchè bisogna leggere ogni etichetta e stare attenti a tutto, fortunatamente quella di mia figlia sembra una intolleranza ben gestibile. Adesso realizzo le ricette sempre doppie una per noi e una per lei senza lattosio, sul mercato ci sono tanti prodotti come mozzarella, burro, panna, latte per cui riesco a realizzare dolci e pizze senza lattosio con un ottimo gusto. Consulterò sicuramente le tue ricette. Grazie ancora.
      Simona

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.