Passata di pomodoro fatta in casa

La passata di pomodoro fatta in casa ha un sapore unico e speciale, la sua preparazione mi riporta indietro nel tempo e lascia spazio a un velo di nostalgia.
Quando ero piccola i miei genitori possedevano una casa al mare dove trascorrevamo le vacanze estive, ogni anno mia mamma passava la fine del mese di agosto e l’inizio di settembre a preparare confetture, conserve e sottoli.
La conserva di pomodoro non mancava mai in casa nostra e anche in inverno riuscivamo a trovare nei piatti che ci preparava il sapore dell’estate.

Preparare la passata di pomodoro, per me è un rito piacevolissimo e da oggi potrete prepararla anche voi, è davvero molto semplice.

Quali pomodori usare per ottenere una passata perfetta?
Per preparare una conserva perfetta utilizzate pomodori maturi, sodi e privi di ammaccature. Scegliete pomodori adatti a questa preparazione come i San Marzano o i Perini, avendo molta polpa e pochi liquidi otterrete una quantità maggiore di prodotto finito. Nessuno vieta l’utilizzo di altre varietà di pomodoro come i Ramati, i Piccadilly o i Ciliegini, sono così dolci e saporiti che vi stupiranno.

Quali vasi utilizzare per le conserve?
In commercio esistono alcune marche molto famose di vasi per conserve, utilizzate quella che preferite ma ricordate di cambiare il tappo ogni volta e sterilizzare tutto molto bene prima di invasare la passata. A breve farò anche un articolo sulla sterilizzazione dei vasetti, se volete essere sicuri seguite le Linee Guida del Ministero della Salute.

Se vi fa piacere provate anche le confetture che sto preparando in questi giorni, i fichi caramellati, la confettura di uva fragola e quella di albicocche.

Ora vediamo come preparare la passata di pomodoro e come conservarla correttamente

passata di pomodoro vert
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni3 vasetti da 300 g
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
51,33 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 51,33 (Kcal)
  • Carboidrati 7,33 (g) di cui Zuccheri 7,33 (g)
  • Proteine 2,69 (g)
  • Grassi 0,49 (g) di cui saturi 0,00 (g)di cui insaturi 0,00 (g)
  • Fibre 4,89 (g)
  • Sodio 7,33 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 2 kgpomodori San Marzano (o Perini)

Strumenti

  • 2 Tegami capienti
  • 1 Passaverdure
  • 3 Vasetti di vetro da 300 grammi con tappi nuovi

Preparazione

  1. Lavate molto bene i pomodori per eliminare ogni residuo di terra, tagliateli in quattro e metteteli in un tegame capiente.

    Portateli a bollore a fiamma bassa e fateli cuocere per 30/40 minuti mescolando di tanto in tanto, devono diventare morbidi e iniziare a disfarsi.

  2. Passate i pomodori nell’apposita macchina passapomodoro o nel passaverdure per separare la polpa dai semi e dalla buccia.

    Versate la polpa passata in un tegame più piccolo e portate a bollore, sempre a fiamma bassa, in modo da far evaporare tutta l’acqua contenuta. Solitamente si riduce della metà in 1 ora e mezza.

    Scegliete la consistenza della passata in base ai vostri gusti.

  3. Ponete la passata nei vasi precedentemente sterilizzati, chiudeteli con i tappi nuovi, sistemateli in una pentola capiente avvolti da canovacci (per evitare che i vasi toccandosi si rompano), coprite con acqua e fare bollire per 30 minuti a fuoco medio/basso. Lasciare raffreddare i vasi nella pentola e riponeteli in dispensa.

  4. La passata di pomodoro è pronta, ora potete utilizzarla per la preparazione di sughi, ragù, pizze e spezzatini.

  5. Seguite i consigli e i suggerimenti che vi ho lasciato alla fine della ricetta

Consigli

Come verificare che il sottovuoto sia avvenuto correttamente?

Quando i vasetti sono freddi (solitamente li faccio bollire la sera e li lascio nel tegame con l’acqua tutta la notte) premete il tappo, se non sentite alcun rumore il sottovuoto è corretto, se sentite un rumore come un clic clac significa che il sottovuoto non è avvenuto correttamente, cambiate il tappo e rifate la sterilizzazione in acqua.

Come togliere l’acqua dalla passata di pomodoro?

Alcuni salano leggermente i pomodori e li lasciano scolare per qualche ora dentro ad un colapasta. Questa operazione serve per eliminare l’acqua e ridurre i tempi di cottura. Sinceramente preferisco non farlo perchè con l’acqua si elimina anche una parte del sapore del pomodoro.

Quanto sale occorre nella passata di pomodoro?

Quando preparo la passata non la salo mai, preferisco farlo successivamente in base alla ricetta che andrò a preparare. Solitamente occorro 10 g di sale per kg di passata finita.

Come conservare i pomodori crudi in vaso?

Se vi fa piacere potete conservare in vaso anche i pomodori crudi, basta lavarli e asciugarli molto bene, tagliarli in 4 e inserirli nei vasi sterilizzati, chiudeteli con il tappo a vite e fateli bollire per 1 ora in un pentolone coperti di acqua (seguite il procedimento di sterilizzazione della passata prolungando il tempo di ebollizione).

Come consumare i pomodori maturi?

Se avete una grande quantità di pomodori maturi potete farli seccare al sole, preparare i pomodorini infornati oppure i pomodorini confit, perfetti come contorno, utilizzateli per preparare il ketchup o la salsa di pomodoro.

***************************

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK e seguitemi su  INSTAGRAM per non perdere le novità!

Inviatemi le vostre foto, le pubblicherò con piacere sui miei social

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.