Impasto base per dolci fritti ripieni (ravioli, tortelli, tortellini, bugie)

Oggi vi propongo una ricetta speciale, una di quelle che, sono sicura, non abbandonerete mai più. Prima di riuscire a trovare l’impasto PERFETTO ho fatto molte prove e sono davvero soddisfatta del risultato.

Un impasto morbido, dolce e leggero, privo di latte e derivati che, in frittura, diventa speciale; friabile fuori, soffice dentro e non assorbe olio. Vi sembrerà di gustare un dolce cotto al forno con il sapore dell’impasto fritto.

La consistenza è simile alla frolla lievitata ma più morbida, potete utilizzarla per realizzare tortelli, ravioli o bugie farcite con ciò che più vi piace. Di solito preparo i tortelli alla crema (tipici della nostra zona) o alle castagne ma potete riempirli con gli ingredienti che preferite, cioccolato, nutella, confetture o ricotta.

Provatela e ditemi cosa ne pensate, sono sicura che vi stupirà!

impasto base per dolci fritti
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    25/30 tortelli
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 30 g Olio di semi di arachide
  • 80 g Zucchero
  • 6 g Lievito in polvere per dolci
  • 1 bustina Vanillina
  • Scorza grattugiata di mezzo limone
  • 2 Uova
  • 2 cucchiai Rum

Preparazione

  1. Preparare l’impasto base per dolci fritti è davvero semplice.

    Versate in una ciotola o sulla spianatoia, la farina setacciata con il lievito e la vanillina. Fate una fontana e al centro inserite, lo zucchero, le uova leggermente sbattute con una forchetta, l’olio, la scorza del limone e il rum.

  2. Impastate il tutto con le mani per una decina di minuti, dovrete realizzare un impasto morbido e liscio.

    Come vi ho già spiegato altre volte ogni farina ha il suo potere di assorbimento quindi, se l’impasto vi risulta appiccicoso, unite un cucchiaio di farina; se vi risulta asciutto e fate fatica ad impastarlo aggiungete uno o due cucchiai di rum.

  3. Quando l’impasto è pronto, avvolgetelo nella pellicola e ponetelo in frigo per 1 ora.

    Dopo il tempo di riposo, riprendete il vostro impasto, infarinate leggermente il tagliere e tirate una sfoglia sottile circa 2 mm (considerate che, friggendo, lo spessore dell’impasto raddoppierà).

  4. Tagliate la sfoglia in quadratini o cerchietti della grandezza che vi occorre, farciteli con il ripieno che avete scelto, spennellate i bordi con pochissima acqua e chiudeteli a raviolo o a tortello.

    Portate l’olio a 170° e friggete i vostri dolcetti fino a doratura.

Note

Ricordate che: se l’olio non è alla temperatura giusta i vostri dolci non cuoceranno bene; se la temperatura è troppo bassa (sotto i 165°) si impregneranno d’olio, se è troppo alta (sopra i 180°) si colorirà eccessivamente la parte esterna e non cuocerà la parte interna.

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)

FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

Precedente Frittelle di mele di Iginio Massari Successivo Tortelli fritti alla crema pasticcera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.