Gnocchi di patate viola

Gli gnocchi di patate viola sono un’alternativa originale e scenografica agli gnocchi di patate classici; sono perfetti per realizzare un primo allegro e colorato.

La ricetta è la stessa degli gnocchi classici, l’unica differenza è che, in questo caso si utilizzano delle patate particolari, dal colore molto intenso, di origine peruviana: le vitelotte noir.

Questa varietà antica di tubero oggi viene coltivata anche in Italia ma non è molto facile da reperire, potete acquistarla nei supermercati più grandi e forniti oppure nei mercati contadini. La loro caratteristica, oltre al colore è quella di essere più piccole, di forma allungata e più farinose, ideali per la preparazione di gnocchi e purè.

Quando le acquistate fate attenzione a non sbagliarvi, esistono altre varietà di patate viola ma, alcune, non conservano questo bel colore intenso dopo la cottura.

Vi piacciono gli gnocchi e non sapete come condirli? Ecco alcune idee: gnocchi di zucca con crema mascarpone e speck, gli gnocchi al salmone e mascarpone, davvero sfiziosi; oppure gli gnocchi con salsiccia e zafferano, golosissimi!

Gnocchi di patate viola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4/6
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

1 kg patate viola (Vitelotte noir)
220 g farina 00 (la quantità è indicativa, dipende dall’umidità contenuta nelle patate)
1 uovo
1 pizzico sale
154,18 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 154,18 (Kcal)
  • Carboidrati 27,57 (g) di cui Zuccheri 1,51 (g)
  • Proteine 3,74 (g)
  • Grassi 3,64 (g) di cui saturi 1,06 (g)di cui insaturi 2,31 (g)
  • Fibre 1,43 (g)
  • Sodio 250,96 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 99 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Tegame
1 Schiacciapatate
1 Spianatoia
1 Tarocco in metallo

Passaggi

La ricetta degli gnocchi è molto semplice da fare, tuttavia ci sono piccoli accorgimenti che vi consiglio di seguire.

Le patate viola sono molto farinose quindi l’impasto richiede un quantitativo minore di farina, iniziate inserendo nel composto 170/180 g di farina e aggiungete il resto poco alla volta, solo se occorre; in questo modo otterrete gnocchi sodi ma non duri.

Lessate le patate con la buccia, senza forarle, otterrete un polpa compatta e soda che conterrà poca acqua e assorbirà meno farina.

Se avete il microonde potete cuocerle in pochi minuti, seguite il tutorial QUI.

Come preparare gli gnocchi di patate viola

Lavate le patate, mettetele in un tegame capiente e copritele con acqua a temperatura ambiente, aggiungete un cucchiaio di sale grosso e cuocetele per una trentina di minuti circa (dipende dalla dimensione delle patate più sono grosse più tempo occorrerà).

Per vedere se sono cotte foratele con una forchetta, se i rebbi entrano senza opporre resistenza sono pronte.

Scolatele, pelatele e passatele con lo schiacciapatate, potete impastarli sia sulla spianatoia che in una ciotola. Fatele intiepidire prima di unire gli altri ingredienti.

Aggiungete alle patate 1 uovo, un pizzico di sale abbondante e 180 g di farina, impastate il composto aggiungendo altra farina se occorre (io ne ho messi 220 g in tutto).

Spolverizzate la spianatoia con poca farina e formate tanti filoncini dello spessore di 1 cm e mezzo. Tagliate i filoncini a pezzettini lunghi 2 cm e rigateli passandoli sui rebbi di una forchetta. Se preferite potete anche non rigarli.

Sistemateli su un vassoio leggermente infarinato.

Come cuocere gli gnocchi di patate viola

Gli gnocchi di patate viola sono pronti, fateli cuocere tuffandoli in un tegame con acqua bollente salata finchè vengono a galla. Scolateli con una ramina e conditeli con il sugo che preferite.

Come conservare gli gnocchi di patate viola?

Gli gnocchi si possono conservare per 1 giorno in frigo ben coperti.

Se volete congelare gli gnocchi, disponeteli su un vassoio di cartone leggermente infarinato o coperto con carta da forno e poneteli nel congelatore per mezz’ora. Quando saranno induriti, staccateli e metteteli in un sacchetto da freezer, si conserveranno senza problemi per 2 mesi.

Consigli

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK e seguitemi su  INSTAGRAM per non perdere i consigli!

Inviatemi le vostre foto, le pubblicherò con piacere sui miei social

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gnocchi di patate viola con fonduta di parmigiano

E’ la prima volta che preparo gli gnocchi di patate viola, ultimamente ne ho sentito parlare molto e così mi sono cimentata in questa deliziosa preparazione. Il sapore delle patate viola è leggermente più intenso ma del tutto simile alle classiche patate gialle. Non sono semplicissime da trovare nei supermercati ma ho notato che stanno diventando di uso comune e quindi di facile reperibilità.

Ingredienti

550 g  di patate viola Ruggiero
100 g di farina biologica 00 Tre Grazie
1 uovo piccolo
sale

per la fonduta di parmigiano

150 g di panna da montare
60 g di parmigiano reggiano
1 tuorlo
sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavate le patate e ponetele in una pentola coperte da acqua fredda salata.
Portate e ebollizione e fate cuocere fino a quando saranno morbide.
Scolatele, lasciatele raffreddare per 10 minuti, sbucciatele e passatele con lo schiacciapatate.

Mettete sul tagliere le patate schiacciate, la farina , l’uovo, un pizzico di sale e impastate il tutto fino ad ottenere un composto compatto e soffice.
Infarinate bene il piano e create tanti filoncini di impasto spessi 2 cm, tagliate gli gnocchi e lasciateli riposare per 15 minuti.

Preparate la fonduta: mettete in una casseruola la panna e portatela a ebollizione, aggiungete il parmigiano grattugiato e mecolate con una frusta. Togliete dal fuoco e, continuando a mescolare, unite il tuorlo. Regolate di sale e pepe.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, saltateli nella fonduta di parmigiano e servite.

gnocchi-violadef

  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Porzioni:

12 Risposte a “Gnocchi di patate viola con fonduta di parmigiano”

  1. Pensa che io ho scoperto solo di recente che esistessero le patate viola ed adesso sono curiosissima di assaggiarle. Il sapore sarà simile a quelle tradizionali,ma vuoi mettere l’effetto scenico!?

  2. Ricetta semplicemente particolare e di gusto …cercherò di rifarla grazie per l’idea …queste patate viola non le ho mai usate…ciao

  3. Lo sai che non ho mai avuto, è proprio il caso di dirlo, il coraggio di cucinare con le patate viola? Ma adesso che ne ho visto i risultati, ed il tuo è ottimo di sicuro, proverò

  4. Una ricetta davvero di grande effetto! Non Ho mai assaggiato gli gnocchi di patate viola ma li trovo letteralmente intriganti! Devo provarci anche io!

  5. Sai, nn ho mai provate le patate viola e i tuoi gnocchi mi ingolosiscono parecchio, poi sono così bellini!

  6. spettacolari i tuoi gnocchi di patate viola. Non conoscevo le patate viola, ma adesso, curiosa come sono voglio assolutamente assaggiarle. 🙂

  7. non ho mai provato gli gnocchi con le patate viola e dall’aspetto sembrano deliziosi, in generale non conosco il gusto della patata viola infatti mi incuriosisce molto provarla.

  8. NOn ho mai assaggiato gli gnocchi di patata viola e sono molto curiosa!!!! Ma il gusto????? Sicuramente sono qualcosa di paradisiaco, poi abbinate alla fonduta di parmigiano sono proprio un tuffo al cuore!!!!!

  9. gli gnocchi di patate sono uno dei miei piatti preferiti ma non li ho mai preparati con le patate viola, sicuramente avranno un gusto buonissimo e particolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.