Crostata di ricotta e visciole

La crostata di ricotta e visciole è deliziosa ma ciò che amo di più è la sua storia.
A Roma, in quello che viene chiamato “ghetto ebraico”, c’è una piccola pasticceria senza insegna che viene chiamata il Forno del Ghetto dalla quale, si narra escano dolci deliziosi e profumi inebrianti.
La crostata di ricotta e visciole ha origini antiche che risalgono ai tempi in cui, per gli ebrei, era vietato commerciare latticini e formaggi. I fornai pensarono allora di nascondere la ricotta tra due dischi di pasta frolla e arricchirla con le visciole (amarene aspre oggi sostituite dalla confettura) in modo da renderla meno visibile alle guardie papali.
La famiglia che gestisce il forno si tramanda le ricette da generazioni, preparandole, ogni giorno, seguendo il calendario religioso e le rigide regole della cucina kasher.
Ci sono molte versioni di questa crostata, tutte simili. Questa è la mia….

crostata di visciole una mamma

Ingredienti

per la pasta frolla
200 g di farina 00
80 g di burro a temperatura ambiente
60 g di zucchero
1 uovo intero
1 cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di mezzo limone naturale grattugiata

per il ripieno
350 g di confettura di visciole Alpenzu
400 g di ricotta di mucca (nella versione originale viene usata assolutamente quella di pecora)
120 g di zucchero
200 g di crema pasticcera

per la crema pasticcera
2 tuorli
70 g di zucchero
10 g di fecola di patate
poca scorza di limone grattugiata o vaniglia
100 g di latte
55 g di panna
1 stampo per crostate

pasta frolla
versate la farina sul tagliere e fate la classica fontana in cui aggiungerete al centro l’uovo, lo zucchero, il burro, il lievito e la scorza del limone grattugiata. Amalgamate velocemente fino a creare un impasto omogeneo e ponetelo in frigo a rassodare per 1 ora.

crema pasticcera (metodo Montersino)
montate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, unite la fecola e la scorza del limone grattugiata mescolando delicatamente.
Mettete in un pentolino il latte e la panna fate raggiungere il bollore e versate la montata di uova. Aspettate che raggiunga nuovamente il bollore e mescolate energicamente con una frusta per una ventina di secondi.
A questo punto la crema è pronta, versatela in una ciotola a raffreddare coprendo con pellicola a contatto della superficie, in modo che non formi la crosticina.
In una ciotola amalgamate la ricotta con lo zucchero e un mezzo cucchiaino di scorza grattugiata di limone.
Quando la crema pasticcera sarà fredda potete unirla alla ricotta o se preferite stenderne uno strato sottile sulla frolla. Io ho provato tutte e due le versioni e il gusto finale non cambia.

insieme chef artùFoderate una tortiera di 25 cm di diametro con la pasta frolla, stendete un velo di crema pasticcera, versate la confettura di visciole e livellatela bene, coprite con la ricotta e decorate con strisce di frolla intrecciata.

Mettete la crostata in forno caldo a 180° per 40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di tagliare e servire.

crostata di visciole una mamma

15 Risposte a “Crostata di ricotta e visciole”

  1. questa crostata è deliziosa e la sua storia è davvero bellissima! non conoscevo la sua origina ma è davvero bella ed al tempo stesso commovente.
    Grazie per averla condivisa con noi!

  2. che meraviglia1 davanti a tale bontà davvero non so resistere, amo le crostate e proverò a fare la tua al più presto, sono sicura che a casa ne andranno tutti matti

  3. o mio dio che bonta’! adoro la crostata ma oso solo immaginare la bonta’ della tua ricetta.quella fettina ora come ora non ci starebbe mica male

  4. Mamma che bontá la tua crostata…ci hai raccontato una bellissima storia oltretutto, se passo da quelle parti mi piacerebbe visitarlo quel forno chissà che prelibatezze troverò ! Intanto proverò a riprodurre la tua splendida crostata grazie per la ricetta.

  5. Semplicemente divina! Amo l’abbinamento della ricotta con la confettura di visciole. Complimenti, le tue ricette sono sempre favolose

  6. Non avevo mai sentito parlare di questo dolce ma lo proverei volentieri dato che già dalla foto si vede che è un ottimo dolce. Complimenti per questa ottima preparazione e grazie per averla condivisa con noi.

  7. Deliziosa la tua crostata, adoro le visciole, ne mangerei a quintali!!
    Interssante la storia di questo dolce, oggi ho imparato qualcosa di nuovo grazie a te!

  8. che aspetto invitante ha questa crostata sei stata bravissima! mi hai fatto venire voglia di prepararne una così!

  9. questa crostata che hai preparato oltre ad essere molto invitante sarà anche molto buona, mi piace molto l’accostamento degli ingredienti, brava!

  10. la crostata che hai realizzato oltre ad essere molto invitante è una vera e propria prelibatezza, complimenti sei stata davvero brava!

  11. mamma mia dura rimanere a dieta se si guarda la tua crostata, fa venire l aquolina 🙂 complimneti per il blog

  12. Deliziosa questa crostata. Adoro sapere la storia di un dolce e la tua versione è davvero golosa, complimenti davvero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.