Crea sito

Castagnole, ricetta tradizionale emiliana

Le castagnole sono dolcetti fritti tipici del Carnevale molto diffusi in tutta Italia, si possono trovare, infatti, tantissime varianti in base alla regione di appartenenza.

I dolci di carnevale sono tantissimi, uno più goloso dell’altro, ma le castagnole si possono trovare solo in due versioni, una croccante, più biscottata (tipica della mia regione e di Bologna) e una morbida che può essere arricchita con frutta secca, uvetta o cioccolato.

La versione che vi propongo oggi è quella classica, croccante fuori e morbida dentro che non prevede farcitura, è la ricetta di famiglia, quella che preparava mia nonna quando ero piccola. Lei non metteva gli aromi tranne la classica bustina di vanillina, io preferisco aggiungere anche la scorza di limone che le rende profumatissime.

Provate anche le castagnole morbide alla panna, sono speciali e se preferite le chiacchiere non potete rinunciare alle chiacchiere di Carnevale di Massari o ai galani di Biasetto, talmente buone che si sciolgono in bocca!

castagnole oriz
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gfarina 00
  • 2uova
  • 60 gzucchero
  • 50 gzucchero
  • 2 cucchiairum
  • 8 glievito in polvere per dolci
  • scorza grattugiata di un limone naturale
  • 1 cucchiainoestratto di vaniglia
  • 1 pizzicosale
  • q.b.olio di semi di arachide (per la frittura)
  • 30 gzucchero a velo vanigliato (per la finitura)

Strumenti

  • 1 Tagliere
  • 1 Tegame a fondo spesso
  • 1 Schiumarola
  • Carta assorbente
  • 1 Ciotola

Preparazione

  1. Setacciate la farina con il lievito. Fate ammorbidire il burro, mettetelo in una ciotola, aggiungete lo zucchero, la vaniglia, la scorza di limone e mescolate. Aggiungete le uova, il rum e un pizzico di sale.

  2. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati versate la farina e impastate il tutto, dovete ottenere un composto liscio e omogeneo. Se fosse troppo morbido aggiungete un cucchiaio di farina.

  3. Con le mani staccate dei pezzettini di impasto e formate delle palline della stessa misura. Ripetete l’operazione fino all’esaurimento degli ingredienti.

  4. Friggete le castagnole, poche alla volta, in olio di arachidi a 170/175° (è la temperatura ideale per questo tipo di fritto, sarebbe opportuno utilizzare un termometro) fino a doratura.

  5. Scolatele, fatele asciugare su carta assorbente e passatele nello zucchero a velo o, se preferite, nello zucchero semolato.

    Le castagnole sono pronte, fate raffreddare e servite.

Consigli

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

3,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.