Crea sito

Castagnaccio, ricetta di famiglia

Il castagnaccio è un dolce a base di farina di castagne tipico delle zone appenniniche del centro-nord e della Lombardia, E’ un dolce povero, di origine contadina, diffuso nelle zone dove le castagne erano alla base dell’alimentazione delle popolazioni contadine.

In origine era un dolce molto semplice preparato con farina di castagne, acqua, olio, un pizzico di sale e poco zucchero ma con il crescente benessere è stato arricchito con altri ingredienti come uvetta, pinoli e ricotta. Ne esistono molte versioni e ogni regione ha la sua ricetta che varia di casa in casa. Oggi vi propongo la versione della mia famiglia e più precisamente di mio nonno (non ve ne ho mai parlato ma era molto bravo in cucina) che prevede, tra gli altri ingredienti, il latte e il succo di arancia.

Con la farina di castagne potete realizzare delle frittelle strepitose con uvetta e castagne oppure i tortelli di castagne che potete friggere o cuocere in forno.

Ecco la ricetta…

castagnaccio
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni10 fette
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina di castagne
  • 250 mlLatte
  • 250 mlAcqua
  • Il succo di 1 arancia spremuta
  • 60 gZucchero
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 100 gPinoli
  • 80 gUvetta
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. Per prima cosa mettete l’uvetta in ammollo in una tazza di acqua tiepida.

    In una ciotola mescolate l’acqua con il latte e il succo di un’arancia.
    In un’altra ciotola miscelate la farina di castagne con i liquidi, aggiungendoli poco alla volta e mescolando con una frusta per non creare grumi.

  2. Aggiungete alla pastella due cucchiai di olio, lo zucchero e il pizzico di sale.

    Scolate l’uvetta e stringetela con le mani per elimiare l’acqua in eccesso, unitela al composto aggiungendo anche 75 g di pinoli.

  3. Ungete bene i bordi di una teglia in alluminio da 26 cm di diametro, versate il composto e livellatelo. Decorate la superficie con i pinoli tenuti da parte.

  4. Cuocete il castagnaccio per 30/35 minuti in forno preriscaldato a 180°. Mio nonno diceva che era cotto quando la superficie si riempiva di crepe e in effetti è proprio così.

    Sfornatelo, fatelo raffreddare e servite.

Conservazione

Il castagnaccio si conserva in frigo per 3/4 giorni, io lo metto in un piatto e lo copro con pellicola alimentare ma va benissimo anche un contenitore a chiusura ermetica.

**********************************

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK
Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)
FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.