Crea sito

Babka, pan brioche con cioccolato fondente e mandorle

La babka è un lievitato dolce di origine ebraica tipico dell’est europa, è un dolce estremamente ricco che si prepara, per tradizione, nel periodo pasquale. E’ composto da due strati di pasta intrecciata, farcita con cioccolato fondente, burro e frutta secca e cotto nello stampo da plumcake.

La babka è una brioche compatta e ricca davvero strepitosa e facile da fare, può essere servita per colazione oppure, se ne preparate una grande in teglia, potete inserirla nelle ceste natalizie, sarà sicuramente gradita.

Anche questo dolce fa parte delle gare culinarie del gruppo Re-Cake ed era rimasta nella mia lista di ricette da provare; finalmente ci sono riuscita.

Ecco a voi la babka di Yotam Ottolenghi

  • Preparazione: 1 ora + riposi e lievitazione 4 Ore
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

per l'impasto

  • 280 g Farina 00
  • 250 g Farina Manitoba
  • 150 g Burro
  • 100 g Zucchero
  • 3 Uova
  • 12 g Lievito di birra fresco
  • Scorza di 1 limone grattugiata
  • 120 ml Acqua

per il ripieno

  • 130 g Cioccolato fondente al 70%
  • 120 g Burro
  • 100 Noci pecan (ho utilizzato le mandorle)
  • 50 g Zucchero a velo
  • 30 g Cacao amaro in polvere (di buona qualità)
  • 2 cucchiai Zucchero semolato

per la finitura (ho sostituito lo sciroppo con marmellata d'arancia)

  • 40 g Miele
  • 2 cucchiai Acqua di fiori d'arancio
  • 2 cucchiai Acqua

Preparazione

  1. Prepariamo l’impasto (potete farlo sia a mano che in planetaria)

    Fate sciogliere li lievito di birra in 60 ml di acqua tiepida.

    Versate la farina, lo zucchero, l’acqua con il lievito e la scorza grattugiata del limone nell’impastatrice. Aggiungete le uova, il burro a temperatura ambiente e l’acqua rimasta al centro e impastate il tutto per 6/8 minuti, l’impasto finale deve essere liscio e leggermente appiccicoso.

  2. Se non avete l’impastatrice, mettete tutti gli ingredienti in una ciotola, impastate con le mani poi trasferite il panetto su una spianatoia e lavoratelo per una decina di minuti.

  3. Trasferite l’impasto in una terrina, copritelo con pellicola e fatelo lievitare per 1 ora e mezza a temperatura ambiente e poi 2 ore nel frigorifero.

  4. Prepariamo il ripieno

    tagliate il burro e il cioccolato a pezzetti, metteteli in una ciotola e fateli sciogliere a bagnomaria oppure in microonde, aggiungete lo zucchero a velo e il cacao setacciati, mescolate bene e conservate a temperatura ambiente. Tritate grossolanamente le mandorle (o le noci pecan).

  5. Prendete l’impasto, dividetelo a metà e stendete due rettangoli 30×40 cm. Spalmate ogni rettangolo con la crema al cioccolato cospargetelo con un cucchiaio di zucchero e metà delle mandorle.

  6. Arrotolate il rettangolo da sinistra verso destra formando un rotolo e tagliatelo a metà nella lunghezza.  Intrecciate le due metà e disponete la treccia in uno stampo da plumcake foderato di carta da forno. Ripetete le stesse operazioni con il secondo rettangolo.

  7. Coprite le due trecce e lascitele lievitare per 1 ora. Infornatele per 30/35 minuti circa a 185/190° in forno preriscaldato. Se vedete che la superficie delle babka scurisce troppo copritele con un foglio di alluminio.

  8. babka

    Prepariamo lo sciroppo

    Scaldate leggermente il miele con l’acqua di fiori d’arancio e l’acqua poi spennellate le trecce appena sfornate. Io ho scaldato in microonde due cucchiai di marmellata d’arancia e le ho spennellate, personalmente la preferisco.

  9. Le babka sono pronte, servitele tipide con un tè nero .

Note

Provate anche la brioche sfogliata allo zucchero di Philippe Conticini, un lievitato completamente differente ma buonissimo!

****************

Per consigli sulla realizzazione delle ricette contattatemi su FACEBOOK

Se vi fa piacere potete seguirmi sui social che preferite (cliccate sulla scritta)

FACEBOOK – PINTEREST – INSTAGRAM – TWITTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.