Crostata di marmellata di prugne

Sarà capitato a chiunque abbia cucinato una torta di constatare come basti servire in tavola perché venga a crearsi un’atsmosfera di festa .Una leccornia nel piatto ispira il buon umore  come questa Crostata di marmella ta di prugne ,pacifica gli animi,allarga i sorrisi  Si dice che per cucinare bene i dolci sia necessario un dono speciale ,una specie di sesto senso culinario.Insomma ,per essere bravi pasticceri non basta essere capaci ma anche un po’ maghi”.In realtà preparare bene i dolci è una questione di esperienza ,solo con un po’ di pratica si impara a dare agli impasti la giusta consistenza e capire quando la lievitazione è pronta

 

crostata di marmellata di prugne
crostata di marmellata di prugne

Ingredienti :

  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo intero +un tuorlo
  • 100 g di burro morbido
  • la scorza di un limone o arancio non tratati
  • 300 g di farina
  • Circa 200 g di marmellata di prugne o a piacere di gusti
  • 1 bustina di vanillina
  • Zucchero a velo q b per decorare
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Preparazione:

Sbattere le uova con lo zucchero,setacciare la farina e aggiungere alle uova  e il burro ,amalgamando bene con le mani.Mettere la scorza del limone o arancia la vanillina è un pizzico di sale, continuare a lavorare L’impasto infine aggiungere il lievito .Lavorare fino a ottenere un composto omogeneo.Formare una palla e avvolgere la pasta nella pellicola per uso alimentare ,quindi conservare in frigo per circa mezz’ora.Trascorso il tempo di riposo ,con un matterello tirare la pasta frolla delle dimensioni desiderate  tagliare la pasta eccedente mettendola da parte. Porre  in uno stampo imburrato e infarinato ,riempire lo stampo con la marmellata senza toccare i bordi e guarnire  la superficie della torta formando delle striscioline con la pasta  frolla avanzata Cuocere per circa 30 35 minuti nel forno già’caldo a 180* .Sfornare e lasciare raffreddare prima di togliere la crostata dallo stampo

Spolverare con lo zucchero a velo

 

 

 

Precedente Lumache con fregola sarda Successivo Culurgiones di patata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.