Crea sito

Vellutata di sedano e finocchi

Profumata, cremosa dal gusto avvolgente è un pieno di verdure eccezionale! Non ho aggiunto la panna, solo latte scremato, per avere la vellutata in versione leggera. Una ricetta facile e poco impegnativa da realizzare; si gusta più che volentieri a pranzo o a cena e, per dare più sapore alla vellutata ( a chi è abituato a gusti più decisi), basta aggiungere una grattugiata di pecorino romano, una macinata di pepe e per finire una girata di olio extravergine d’oliva ed ecco la vellutata di sedano e finocchi è in tavola pronta in tutta la sua bontà! Ho inserito il procedimento eseguito con il Bimby e il procedimento in casseruola utilizzando un frullatore ad immersione.

vellutata di sedano e finocchi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gcoste di sedano a tocchetti
  • 400 gfinocchi già puliti a tocchetti
  • 100 mllatte anche scremato
  • 20 gfecola di patate o amido di mais
  • 1 pizziconoce moscata
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 600 mldi acqua
  • 1 cucchiaiodi sale (raso)

Strumenti

  • Tagliere
  • Casseruola
  • Colino / Scolapasta
  • Bilancia pesa alimenti
  • Coltello
  • Cucchiaio di legno
  • Robot da cucina Bimby TM31
  • Frullatore a immersione

Preparazione

  1. vellutata di sedano e finocchi

    Eliminate dal sedano le foglie poi con un coltello eliminate i filamenti dalle coste tirando dalla parte opposta. Procedete nel lavarlo con cura e dopo avere tamponato con carta da cucina le coste riducetele a dadini e tenete da parte.

  2. Eliminate dai finocchi le foglie esterne più dure, con un taglio netto rimuovete la base del torsolo e infine tutte le parti verdi delle foglie, ma non buttatele sono ottime per insaporire un brodo vegetale o decorare piatti a base di pesce. Immergete le parti dei finocchi in acqua fredda, lavate e asciugate con cura poi riducete a dadini.

  3. Procedimento con il Bimby

    Trasferite nel boccale le verdure già pronte poi tritate 25 sec. veloc. 3-4, dal foro del coperchio aggiungete l’acqua e il latte, ora impostate la cottura 12 minuti a 100° veloc. 1-2.

    A fine tempo sempre dal foro del coperchio aggiungete l’olio, la noce moscata, il sale e la fecola di patate, fate cuocere ancora per 5 minuti a 100° veloc. 4 .

    A fine cottura per rendere più cremosa la vellutata posizionate il cursore del Bimby a veloc. 9 per 2 minuti, a fine tempo spatolate la crema adagiata sulle pareti del boccale e trasferite il tutto in una zuppiera. Potete servire la vellutata bella calda in tavola.

  4. Procedimento in casseruola

    In una casseruola Trasferite le verdure a tocchetti in una casseruola, aggiungete il latte, l’acqua e lasciate cuocere circa 25 minuti dal bollore a fiamma bassa (con il coperchio semi-chiuso).

    Aggiungete l’olio, la fecola. il sale e la noce moscata, lasciare ancora sul fuoco a sobbollire per 12 minuti.

    Quando le verdure saranno ben cotte, togliete la casseruola dal fuoco e frullate ad intermittenza con un frullatore a immersione, (oppure se avete un mixer da cucina), lasciate intiepidire la vellutata infine frullatela ancora fino ad avere un composto liscio ed omogeneo. Trasferite il tutto in una zuppiera e potrete servire la vellutata di sedano e finocchi in tavola.

Trucchi e consigli

In alternativa a questa vellutata vi consiglio: Vellutata di piselli e patate con radicchio rosso oppure Vellutata leggera di verdure

Seguimi anche sui Social

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK basta cliccare “mi piace” o lasciarmi un like, ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Puoi iscriverti al mio GRUPPO DI CUCINA su FACEBOOK 

Seguimi anche su PINTEREST

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Vellutata di sedano e finocchi”

    1. Mi scusi ma è probabile che ci sia qualcosa che non funziona nel dispositivo di STAMPA-SCARICA appena posso chiedo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.