Treccia di pan brioche con uvetta

Preparare la treccia di pan brioche con uvetta è più facile di quel che puo’ sembrare. In famiglia solo io e mio marito amiamo l’uvetta nei dolci perciò a prescindere, ogni tanto e solo per noi, faccio scorta di questa treccia soffice e ben farcita con tanta uvetta; tagliata a fette per la colazione è a dir poco buonissima ci piace al punto che poi non ci fermiamo solo alla colazione. Naturalmente a chi non piace l’uvetta puo’ optare nel sostituirla con gocce di cioccolato sia fondente che bianco oppure zucchero in granella sparso in superficie prima della cottura. Vediamo ora il procedimento e se vi va appena avete un pochino di tempo mettiamoci ad impastare la treccia di pan brioche con uvetta, ho inserito il doppio procedimento per l’impasto e poi…è troppo buona davvero.

Treccia di pan brioche con uvetta Blog Profumi Sapori & Fantasia

Treccia di pan brioche con uvetta

Ingredienti 

La quantità di trecce di pan brioche con uvetta che si otterranno da questi ingredienti dipenderà dalle dimensioni che darete alle trecce.

Per il pan brioche dolce

  • 350 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di burro morbido
  • 2 uova intere medie
  • 175 ml di latte tiepido
  • 1 cubetto da 25 g di lievito di birra fresco
  • 1/2 cucchiaino di sale fine

Altri ingredienti:

  • uvetta di corinto a piacere
  • farina per la spianatoia
  • latte per spennellare le trecce
  • tuorlo + latte da spennellare prima della cottura

Procedimento

Impasto con la macchina del pane

Setacciate le farine, In una ciotolina lasciate sciogliere il lievito di birra sbriciolato con 1 cucchiaino di zucchero prelevato dalla dose prevista, nel latte tiepido e versatelo nel cestello della macchina, aggiungete il burro morbido a dadini, lo zucchero rimasto, le uova sbattute a parte e poi versate le farine, fate un buchetto al centro della montagnola e inserite il sale.

Avviate il programma impasto + lievitazione (di circa 1 ora e mezza), a fine tempo l’impasto base brioche dolce è pronto per essere utilizzato a piacere.

Treccia di pan brioche con uvetta Blog Profumi Sapori & Fantasia

Impasto tradizionale a mano

In una ciotolina mettete il latte tiepido con 1 cucchiaino di zucchero (prelevato dalla dose) e il lievito di birra sbriciolato che lascierete sciogliere completamente. In una ciotola capiente setacciate le farine con il sale, al centro formate un’incavo e aggiungete lo zucchero, il burro morbido a dadini, le uova leggermente sbattute ed iniziate a mescolare con un cucchiaio di legno, aggiungendo a filo il latte con il lievito sciolto. Lavorate l’impasto fino a che risulta ben amalgamato poi ponetelo in una ciotola leggermente infarinata, ben chiusa con pellicola o sigillo, (io nel forno spento) e lasciate lievitare fino al raddoppio.

Preparazione della treccia di pan brioche con uvetta

Mentre l’impasto delle trecce di pan brioche è in lievitazione ponete dell’acqua tiepida in una ciotolina e lasciate in ammollo l’uvetta per almeno 20′, poi strizzatela e mettetela su carta da cucina ad asciugare.

Pronto l’impasto trasferitelo sulla spianatoia infarinata, tagliatelo a porzioni più o meno uguali e fatene delle palline, poi una alla volta stendetela con il mattarello in un rettangolo ad uno spessore piuttosto sottile.

Treccia di pan brioche con uvetta Blog Profumi Sapori & Fantasia

Infarinate l’uvetta e setacciatela e aggiungetela all’interno del rettangolo di pasta brioche a piacere. Sigillate tutt’attorno i bordi e arrotolate in un cilindretto piuttosto lungo che arrotolerete su se stesso dando la forma della treccia. Ponete ogni treccia su una teglia con carta da forno, con un cutter o lametta praticate dei tagli piuttosto profondi sulle trecce ed infine spennellate con il latte. Mettete a lievitare in forno spento per 1 ora.

Treccia di pan brioche con uvetta Blog Profumi Sapori & FantasiaTreccia di pan brioche con uvetta Blog Profumi Sapori & Fantasia

Terminata la 2° lievitazione estraete le teglie delle brioche, accendete il forno in modalità statica a 200°; con una forchetta sbattete il tuorlo dell’uovo con poco latte e spennellate le trecce di pan brioche, a temperatura raggiunta dal forno infornate per 25′ circa, appena saranno dorate e ben lievitate sfornatele e lasciatele intiepidire su una gratella.

Precedente Petto di tacchino al pomodoro basilico e olive Successivo Zuppa del paradiso

30 commenti su “Treccia di pan brioche con uvetta

  1. Daniela il said:

    Silavana carissima, ciao! Meravigliose queste brioscine; fatte ieri e gustate stamattina a colazione: sofficissime! Le rifarò quanto prima. Grazie per le tue buonissime ricette.
    Daniela

  2. Marizia il said:

    Ho impastato e sta lievitando da un’ora, ma non e cresciuta per niente. Io avevo calcolato due ore.tu per quanto la fai lievitare?

    • Silvana Scalambra il said:

      Abbi fede e tieni l’impasto al calduccio, adesso è un mese freddo e ci vuole tempo. Non sempre i tempi sono gli stessi Marzia…ma tu aspetta fiduciosa.

  3. Tecla il said:

    Fantastica…..io ho fatto una modifica, ho aggiunto l’uvetta e la frutta candita, direttamente nell’impasto…è uscita una favola!!!
    Grazie per le tue favolose ricette!!! Un dolcissimo saluto 🙂

  4. mariuccia il said:

    Ciao ho trovato questa treccia e vorrei riprodurre lka ricetta. Ma non ho capito come dare la forma arrotolata al cilindro. Lo tagli in due e metti i due pezzi uno sopra l’altro arrotolandoli? Grazie

    • silvanaincucina il said:

      Ciao Mariuccia, così è scritto nella ricetta: sigillate tutt’attorno i bordi e arrotolate in un cilindretto piuttosto lungo che arrotolerete su se stesso dando la forma della treccia. Deve diventare un cilindro lungo che poi lo pieghi a metà e lo arrotoli su se stesso oppure ne intrecci due pezzi sigillati come il primo. Spero tanto di essere stata chiara ciaoo

    • silvanaincucina il said:

      L’ho provata Teresa con una torta di rose a lievitazione lenta, come queste trecce per capirci. Ho lasciato in forno per la 2° lievitazione e poi senza estrarre la teglia ho impostato la temperatura a 180° per circa 45′ . Ovviamente il tempo dipende sempre dal forno che si possiede, il momento giusto per sfornare queste dolcezze è quando saranno gonfie e dorate. Fammi sapere Teresa…ciaoo

      • teresa il said:

        Grazie, cara!
        Una delle (tante) cose che mi piacciono del tuo blog è che rispondi sempre e rispondi con sollecitudine, si vede che è proprio una passione 🙂
        Grazie, ciao!

      • silvanaincucina il said:

        Eh si Teresa poi mi piace interagire con voi tutti che mi seguite..un’abbraccio e buona serata!

  5. teresa il said:

    Ciao! Premetto che l’uvetta mi piace moltissimo quindi la farò proprio così, però volevo chiederti: perchè la farina manitoba? Non è che non voglia metterla, è solo per capire la motivazione della scelta di mischiare le due farine invece di fare la treccia con la sola 00.
    Grazie, ciao!

  6. Antonella il said:

    Questa treccia dovrebbe essere buonissima, solo che io sono intollerante al lattosio,con che ingrediente posso sostituire il burro? Grazie mille

  7. Debora il said:

    Sono belle e sicuramente buone, ma per quanti giorni si conservano? Dove consigli di metterle per poterle mantenere al meglio?

    • silvanaincucina il said:

      Ciao Debora io le sistemo in contenitori a chiusura ermetica ma anche un sacchetto in plastica va bene. prima di metterle in tavola passale qualche minuto in forno, saranno come appena sfornate ciaooo

  8. Wuaoh che dolce! … Ma sarà fattibile con olio, vero? Le “dolcezze culinarie” non sono le mie preferite, ma … quando è buono, è buono, vero?
    Grazie cara amica e buona serata!

Lascia un commento