Sformato con patate crescenza e pomodorini

Avete mai provato ad aggiungere pomodorini fra gli ingredienti di uno sformato?  Vi assicuro che regalano un sapore e un colore strepitoso se amalgamati agli ingredienti di base. Lo sformato con patate crescenza e pomodorini che vi propongo oggi è un piatto unico e sostanzioso, inoltre facilissimo e veloce da preparare. Spesso si trasforma in una ricetta di riciclo gustoso e intelligente; infatti permette di utilizzare e aggiungere agli ingredienti di base, tante piccole rimanenze, variado così di volta in volta il ripieno. L’ accostamento degli ingredienti dello sformato con patate crescenza e pomodorini è piaciuto tantissimo; saporito e invitante è andato praticamente a ruba, l’ho servito in tavola con tante verdure fresche di stagione. Non mi dilungo oltre e vado immediatamente alla lista degli ingredienti e alla descrizione del procedimento.

Sformato con patate

Sformato con patate crescenza e pomodorini

Ingredienti 

Ho utilizzato uno stampo da plumcake in silicone di cm 24×9

  • 4 patate medie a pasta gialla
  • 100 g di prosciutto cotto a dadini
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • pangrattato q/b
  • 6 pomodorini ciliegini
  • 200 g di crescenza
  • 100 g di scamorza affumicata oppure dolce a dadini
  • 5 cucchiaiate di polpa di pomodoro al basilico densa
  • 3 uova intere medie
  • 8 fette di pancarrè
  • 1/2 bicchiere di brodo vegetale
  • sale e pepe

Procedimento

1) Lavate e lessate le patate con la buccia per 30 minuti. A cottura sgocciolatele e tagliatele a metà ancora con la buccia poi passatele subito nello schiacciapatate; raccogliete la polpa delle patate in una ciotola e lasciatela intiepidire. (La buccia resterà all’interno dell’attrezzo e così facendo non vi scotterete le mani)

2) Lavate e tagliate i pomodorini, eliminate i semini e l’acqua poi capovolgeteli, lievemente salati, su alcuni fogli di carta da cucina per 15′ circa. Poi tagliateli a quartini.

3) Ammollate per qualche minuto il pancarrè privato della crosta e ridotto a dadini nel brodo vegetale, poi strizzatelo all’interno di un colino a maglie fitte pigiando con il dorso del cucchiaio per eliminare più liquido possibile.

4) Aggiungete al composto di patate: il pancarrè, la scamorza frullata per qualche secondo al prosciutto cotto, le uova, il parmigiano, sale e pepe e a cucchiaiate il pangrattato per rendere più corposo l’impasto.

5) (Essendo lo stampo in silicone non serve ungere e passare con il pangrattato, ma l’ho fatto comunque per ottenere un risultato migliore). Ungete con poco olio lo stampo e rivestitelo con del pangrattato, versate una terza parte di composto e livellatelo con un cucchiaio, aggiungete due cucchiaiate di polpa di pomodoro e qualche pomodorino poi dadini di crescenza sparsi. Procedete così fino ad avere 3 strati terminando l’ultimo con il composto di patate, crescenza, pomodorini e una manciata abbondante di pangrattato.

6) Accendete il forno a 180° in modalità ventilato; raggiunta la temperatura infornate per 35-40 minuti (dipende sempre dal forno) lo sformato sarà pronto quando sulla superficie si sarà formata una crosticina dorata.

7) Lasciatelo intiepidire su una gratella, eliminate lo stampo e trasferite lo sformato sul piatto di portata capovolto. Servite lo sformato con patate crescenza e pomodorini accompagnato dal contorno che preferite.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.