Crea sito

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella

Semplici ma buonissimi gli involtini di tacchino con speck e scamorza in padella, sono una gustosa pietanza da servire in tavola sia a pranzo che a cena accompagnati dal contorno che preferite. Il petto di tacchino tagliato a fettine si presta in modo ottimale per questo piatto; anche dopo una lunga cottura la carne bianca e delicata resta sempre tenera. Per il ripieno ho scelto delle fettine di speck non troppo magre e scamorza bianca tagliata a fettine. La scamorza è uno dei formaggi che utilizzo spesso per questa pietanza, fila e fonde senza rilasciare liquidi in cottura come invece avviene con la mozzarella. La cottura semplicissima e anche veloce in padella, nasconde un segreto… la cremosità finale, per ottenerla è bastato aggiungere su ogni involtino qualche dadino di gorgonzola e poi lasciarla fondere solo al calore della pietanza, a fuoco spento e a coperchio chiuso per qualche minuto prima di servire in tavola. Ora vediamo insieme gli ingredienti e procedimento per preparare gli involtini di tacchino con speck e scamorza in padella.

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella
Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella

 

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella

Ingredienti per 4 prs

Ho servito gli involtini di tacchino con speck e scamorza su fette di melanzane panate con albumi e pangrattato poi cotte con olio d’oliva e patate cotte nel latte alla rucola.

  • 8 fettine di petto di tacchino sottili più o meno uguali
  • 8 fettine di speck non troppo magro (conferisce morbidezza alla carne)
  • 8-12 fettine di scamorza bianca (se fossero piccole mettete 3-4 fettine per involtino)
  • 8 dadini non piccoli di gorgonzola o taleggio come preferite
  • poca farina
  • 30 g di burro
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 50 ml di brodo vegetale
  • una spruzzata abbondante di brandy oppure vino bianco secco
  • sale e pepe

Procedimento

Sul piano di lavoro stendete su carta da forno le fettine di tacchino, copritele con parte della carta e appiattitele leggermente. Su ogni fetta di carne mettete lo speck e le fettine di scamorza, arrotolate stretto e fermate con qualche stecchino ogni involtino.

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella Blog Profumi Sapori & Fantasia

Infarinateli leggermente poi passateli in padella nel burro già fuso nell’olio caldo a rosolare, avendo cura di girarli da ogni parte.

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella Blog Profumi Sapori & Fantasia

Sfumate con il brandy o vino bianco secco, e aggiungete il brodo caldo, salate e pepate e infine chiudete parzialmente la padella con il coperchio, lasciando cuocere gli involtini a fiamma bassa dal bollore, per circa 15′ avendo cura di girarli  di tanto in tanto per una cottura uniforme.

A cottura ultimata fate restringere quanto basta il fondo di cottura spegnete la fiamma e aggiungete su ogni involtino il gorgonzola o il formaggio scelto, poi chiudete il coperchio per almeno 10′.

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella Blog Profumi Sapori & Fantasia

Se volete rendere gustosa la preparazione servite gli involtini di tacchino con speck e scamorza in padella su fette di melanzane panate solo con albumi e pangrattato poi cotte in padella insieme a patate cotte nel latte alla rucola, si leccheranno i baffi!

Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella Blog Profumi Sapori & Fantasia

Altre ricette correlate:SECONDI DI CARNE

 

6 Risposte a “Involtini di tacchino con speck e scamorza in padella”

  1. Ciao Silvana, volevo svelarti il trucco che uso per ottenere una perfetta farina di mandorle o nocciole: le dispongo su un vassoio e le metto nel congelatore per 5/10 minuti, poi le frullo. In questo modo non si surriscaldano e l’aggiunta di zucchero è facoltativa. Naturalmente vanno prima spellate e asciugate in padella. Ti seguo sempre.

  2. Buon giorno!
    Mi trovo in Spagna e no trovo la scamorza.
    Tu sai como posso cambiare la scamorza con un formaggio que si puó trovare in Spagna?

    Grazie
    Saluti dalla Spagna

    1. Pino basta che sia un formaggio che fila e fonde in cottura, tu chiedilo con queste caratteristiche, il nome non lo so dei formaggi locali.Oppure delle sottilette di formaggio quelle da toast..ciao Pino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.