Crea sito

Cucinare in forno statico o ventilato

La cottura in forno rende possibile la buona riuscita di tante preparazioni sia dolci che salate ed ecco perchè è importante utilizzare al meglio il proprio forno. E, proprio per questo motivo, le domande più frequenti che mi sono poste sono proprio come cucinare in forno statico o ventilato
Devo precisare, come ben sapete, che ogni forno è diverso l’uno da un altro e ognuno di noi ci prende la mano dopo averne conosciuto, con l’esperienza, le potenzialità. Apro questo argomento mettendovi a disposizione tanti accorgimenti che nel tempo mi hanno dato una notevole mano in questo tipo di cotture così differenti.

cucinare in forno statico o ventilato

La cottura in forno statico

  • Nella cottura in forno statico entrano in funzione le resistenze sopra e sotto oppure solo sotto o grill, dipende da cosa e come si deve cuocere. Modalità del forno ideale per le cotture di dolci o salate che nell’impasto contengono il lievito e che devono crescere pian piano asciugando perfettamente l’interno, come: focaccepanepizzetorte e biscotti

    Per i biscotti a volte, negli ultimi minuti si può accendere il grill per renderli più dorati senza che brucino sotto. La modalità statica inoltre è perfetta per la cottura delle meringhe che devono asciugare lentamente.
    Ogni forno è provvisto di termostato per impostare la temperatura che parte da i 40° e arriva fino a 250°C ( dipende sempre dal forno acquistato) perciò fate attenzione a teglie, stampi o casseruole che utilizzate per la cottura. In commercio ce ne sono di svariati tipi: in vetro Pirex, in porcellana, in silicone, teglie antiaderenti, e tutta la gamma di contenitori monouso, (per questi ultimi abbiate cura di impilarne almeno due per pietanza, per renderli più stabili e resistenti al trasporto dal forno al piano di cottura). Si possono utilizzare anche casseruole o padelle con manici in bakelite; basterà rivestirli accuratamente con della carta stagnola o alluminio in fogli. I manici diverranno caldi ma non si deteriorano o deformano minimamente durante la cottura.
    Per cucinare i lievitati salati come la pizza, il panebiscotti e dolcetti, troverete facilmente nei negozi preposti teglie apposite di ogni misura, sia di materiale antiaderente, di alluminio o di silicone. Anche il pesce necessita di questa cottura affinchè la pietanza non risulti troppo asciutta.

La cottura in forno ventilato

  • Per questo tipo di cottura entra in funzione la ventola insieme alla sola resistenza inferiore oppure con entrambe le resistenze o solo grill e l’aria provocata dalla ventola arriva velocemente in ogni angolo della pietanza.
    Permette di cuocere anche più pietanze nello stesso momento come lasagne al forno nella parte superiore e pomodori in gratin in quello inferiore, oppure la carne e le patate ecc.. senza che si mescolino gli odori.
    La cottura in forno ventilato è ideale per cuocere le lasagne, cannelloni e pasta al forno creando una deliziosa crosticina in superficie mantenendo l’interno morbido; gli arrosti di carne, tutte le verdure ripiene e non e gli sformati. Ottima questo tipo di cottura per il pesce al cartoccio oppure in teglia protetto da carta stagnola che sarà eliminata negli ultimi minuti di cottura. Le pietanze cucinate in modalità ventilata devo avere una temperatura inferiore almeno di 20° da quella statica riducendo anche i tempi di cottura .

Trucchi e consigli pratici

Cucinare in forno statico o ventilato: indicazioni per due metodi di cottura differenti al fine di ottenere ottimi risultati finali.

Seguimi anche sui Social

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK
basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Altri articoli o tutorial: COME FARE TRUCCHI E CONSIGLI IN CUCINA

Seguimi anche su PINTEREST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.