Come utilizzare il lievito di birra

Per la preparazione e la perfetta riuscita di impasti dolci (pan brioche, cornetti, danubi, krafen e tanto altro) o impasti salati (pane, pizza, bagel e altro) è fondamentale avere, innanzitutto, impasti ben lievitati. Il lievito di birra, sia fresco in cubetti che disidratato in bustine, ci viene in aiuto ed è indispensabile per ottenere sofficità e digeribilità nelle nostre preparazioni. In questo articolo vi spiegherò, in base alla mia esperienza, la differenza fra un tipo di lievito e l’altro (fresco o secco) la quantità giusta da utilizzare, la conservazione e la possibilità e modalità di congelazione del lievito di birra. Per il risultato finale dei vostri lievitati farà testo anche il vostro estro, scegliendo la qualità che preferite con le modalità consigliate o acquisite con l’esperienza.

come utilizzare il lievito di birra
  • PorzioniNessuna
  • CucinaItaliana

Preparazione

  1. come utilizzare il lievito di birra

    Lievito di birra fresco

    E’ venduto quasi sempre in panetti da 25 g ciascuno. Lo si trova nei banchi frigo dei supermercati e va conservato fino alla data di scadenza in frigorifero. L’utilizzo del lievito di birra fresco è a piacere; infatti in tante ricette viene lasciato sciogliere in una percentuale di liquidi previsti nella ricetta (acqua o latte) sempre tiepidi (max 37°) e mai troppo caldi perchè andrebbero a inibire il potenziale della lievitazione uccidendo gli organismi viventi. Se non avete utilizzato il lievito entro la data della scadenza potete congelarlo seguendo questo metodo: il lievito si può congelare ovviamente non per periodi di tempo lunghissimi, ma per un tempo massimo che varia dai 25 ai 30 giorni. Dividete il panetto di lievito in alcune porzioni e va conservato ben chiuso e avvolto in carta forno poi in pezzi di stagnola a protezione o pellicola. Non limitatevi a mettere il panetto nel congelatore perché la carta potrebbe essere rotta o bucata e questo altererebbe il prodotto. E’ consigliabile scongelarlo direttamente in poco liquido tiepido, solitamente quello che richiede la preparazione con poco zucchero per riattivarlo.

  2. lievito

    Lievito di birra disidratato o secco

    Il lievito di birra secco o disidratato è venduto in comode bustine da 7 g ciascuna. Questa quantità corrisponde a 25 g di lievito di birra fresco e la conversione è presto fatta.

    Essendo privo di acqua si mantiene per periodi più lunghi di quello fresco e riponendolo direttamente in dispensa. Nei supermercati si reperisce negli scaffali dove troviamo i preparati per la pasticceria, farina e prodotti vari per la panificazione ma non solo. L’utilizzo del lievito di birra disidratato è molto facile; lo si fa sciogliere in una quantità media di liquido tiepido/caldo max 37° mescolandolo con mezzo cucchiaino di zucchero affinchè si riattivi e sia efficace nella lievitazione. Prima dell’utilizzo (aspettate sempre che si formi in superficie una schiumetta) oppure mescolatelo alle farine, in molte ricette è fattibile e si attiverà durante l’impasto.

  3. lievito di birra

    Una volta creato l’impasto dolce o salato, per ottenere una buona lievitazione sistemate la ciotola o il contenitore con l’impasto ben chiuso anche da pellicola in un luogo tiepido al riparo di correnti d’aria ad esempio il forno spento con solo la lucina accesa. Se invece volete allungare i tempi di lievitazione come per esempio preparare l’impasto per il giorno dopo, lasciatelo “maturare” in frigo. In questo modo la lievitazione avverrà molto lentamente, poi prima di iniziare la lavorazione lasciate acclimatare l’impasto per almeno un paio di ore a temperatura ambiente. Eccovi tutte le info che mi hanno aiutata nel tempo su come utilizzare il lievito di birra.

Seguimi anche sui Social

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK basta cliccare “mi piace” o lasciarmi un like, ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Altre ricette o preparazioni simili: COME FARE TRUCCHI E CONSIGLI IN CUCINA

Puoi iscriverti al mio GRUPPO DI CUCINA su FACEBOOK 

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.