Crea sito

Ciambella mantovana alle mandorle

E’ con estremo piacere che oggi condivido con voi tutti la ricetta della ciambella mantovana. Ingredienti e procedimento li ho trovati sul retro di una bustina di lievito per torte; non appena l’ho letta la curiosità ha prevalso e mi sono messa all’opera, apportando qualche modifica alla ricetta originale. Soffice e golosa la ciambella emana quel profumo di buono e genuino che solo le ciambelle casalinghe possiedono. Per la colazione di stamattina è stata accolta con vero piacere; a mio marito invece piace inzupparla a fine pasto nel vino bianco frizzantino, una golosità da buongustaio che da un po’ di tempo ho cominciato ad imitarlo, con immenso piacere per le mie papille gustative.

Ciambella mantovana
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:15 minuti
  • Cottura:45 minuti
  • Porzioni:6-8
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 150 g zucchero semolato
  • 150 g burro fuso (tiepido)
  • 150 g frumina o maizena
  • 3 uova intere medie
  • 150 ml panna liquida fresca
  • 1 bustina lievito per dolci
  • q.b. scorza di limone
  • 1 pizzico sale
  • 80 g mandorle a lamelle
  • q.b. Zucchero a velo (per decorare)
  • q.b. burro+farina per lo stampo

Preparazione

  1. Fate fondere il burro a bagnomaria o al microonde e lasciatelo intiepidire insieme alla panna, setacciate la farina con la fecola e il lievito e infine imburrate e infarinate lo stampo.

    Accendete il forno in modalità statica a 180°

  2. ciambella mantovana

    Sgusciate le uova e dividete i tuorli dagli albumi. Nella ciotola dello sbattitore montate a crema soffice i tuorli con lo zucchero, aggiungete a cucchiaiate le farine, a filo la panna e il burro e la scorza di limone.

    Montate a neve gli albumi e uniteli con delicatezza all’impasto, quando il composto sarà perfettamente amalgamato versatelo nello stampo, spargete sulla superficie le mandorle a lamelle e infornate già a temperatura per 45′ circa.

  3. A cottura ultimata fate la prova stecchino nel cuore della ciambella, poi se risulta cotta alla perfezione lasciatela raffreddare su una gratella.

    Sformate la ciambella mantovana alle mandorle dallo stampo, sistematela su un vassoio da portata e spargete a piacere lo zucchero a velo…..una delizia!

Note

CONSIGLIO: se le mandorle non vi piacciono potete ometterle e glassarla dopo la cottura con la salsa che preferite: qui alcuni suggerimenti CREME GLASSE E BAGNE PER DOLCI

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK
basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Altre ricette correlate: CIAMBELLE CIAMBELLONI E PLUMCAKE

Seguimi anche su PINTEREST

18 Risposte a “Ciambella mantovana alle mandorle”

  1. ciambella meravigliosamente adatta per la prima colazione!!!io al posto delle mandorle,che nn avevo al momento,ho cosparso la superficie con la granella di zucchero!!!gnam gmam,è finita in un battibaleno!!!grazie per la ricetta!!!!!da rifare,rifare,rifare……..

    1. L’ho scritto proprio sotto a ingredienti 26 cm, a volte sfugge però 😉 metto sempre le misure delle teglie per semplificare la ricetta…ciaoo Maria Teresa e benvenuta!

    1. Grazie Barbara, pensa che la ricetta l’ ho trovata sul retro di una bustina di lievito per torte. Un’abbraccio carissima!

  2. Sono una cuochina molto all’inizio e quando dici panna liquida fresca non so mai qual’è se è per dolci o quella che si usa da amalgamare ai sughi!!!!! grazie

    1. Ciao Lella e benvenuta, panna fresca liquida per intenderci è quella da montare e la trovi nel banco frigo vicino al latte, ha una scadenza e non è zuccherata, è in vendita in confezioni da 250 ml 500 ml e da 1000 ml. Poi c’è la panna DA CUCINA nei brik piccoli da 200 ml a lunga conservazione più grassa e densa di quella fresca ideale per primi o sughi. Poi c’è panna vegetale, panna zuccherata da montare ecc….la prima dell’elenco è quella che utilizzo io. Spero di essere stata esauriente…ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.