Brioche soffici al latte

La proposta di oggi sono le brioche soffici al latte; deliziose sia farcite con marmellata o cioccolato a piacere per la colazione o la merenda ma anche con il salato rendono davvero bene magari ripiene con i salumi che preferite e formaggi sia morbidi che stagionati. Ma non è tutto, c’è anche lo sfizioso accostamento di tonno e cipolline mignon e vi assicuro che l’assaggio è stato gustosissimo. Facilissime da realizzare; trascorso il tempo della lievitazione poi si procede nel prepararle e poi sono così belline queste piccole brioche che vi faranno fare un figurone, farcite a piacere fra gli antipasti nei buffet di pranzi o cene importanti. Passiamo direttamente al procedimento delle brioche soffici al latte.

Brioche soffici al latte
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30+lievitazione 120 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    24 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 300 g farina Manitoba oppure 0
  • 200 g Farina 00
  • 300 ml Latte intero (tiepido)
  • 1 uovo (medio)
  • 20 g burro
  • 2 cucchiaini zucchero semolato
  • 2 cucchiaini Sale fino
  • 12 g Lievito di birra fresco
  • q.b. farina per la spianatoia
  • q.b. latte per spennellare le brioche

Preparazione

  1. L’impasto delle brioche soffici al latte potrete realizzarlo con la macchina del pane, con il Bimby, la planetaria oppure a mano.

    Impasto con la macchina del pane

    Nel cestello della macchina del pane inserite gli ingredienti in questo ordine: Il latte tiepido con lo zucchero ed il lievito sciolto, poi l’uovo leggermente sbattuto a parte e il burro morbido.

    Aggiungete le farine setacciate e al centro della montagnola inserite il sale.

    Avviate il programma impasto+ lievitazione (ogni macchina ha il suo numero del programma perciò non lo inserisco) di 1 ora e mezza.

    Al termine della prima lievitazione dell’impasto trasferitelo sulla spianatoia e lavoratelo per pochi minuti per sgonfiarlo, poi tagliatelo in due parti uguali.

  2. Impasto a mano

    Intiepidite il latte e aggiungetevi il levito di birra sbriciolato e 1 cucchiaino di zucchero prelevato dalla dose prevista, mescolate per sciogliere il lievito e lasciate riposare per qualche minuto.

    Sulla spianatoia o in una ciotola capiente setacciate le farine con il sale a fontana, al centro formate un’incavo e aggiungete: lo zucchero rimasto, l’uovo, il burro morbido ed infine il latte con il lievito. Con una forchetta iniziare ad amalgamare tutti gli ingredienti poi impastare con energia fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.
    Sistematelo in una ciotola leggermente infarinata,sigillate la ciotola con della pellicola per alimenti e mettete a lievitare l’impasto in forno spento per almeno 1 ora o quanto basta per raddoppiare di volume. Terminata la prima lievitazione sgonfiare con garbo l’impasto e trasferitelo sulla spianatoia leggermente infarinata, lavorate brevemente l’impasto e dividetelo in due parti uguali.

  3. brioche soffici al latte

    Stendete con il mattarello la prima parte di impasto in una sfoglia rotonda non troppo sottile cercando di non schiacciare le bolle della lievitazione.

    Con una rotella taglia pizza tagliatela in 12 triangoli; iniziate a formare le brioche partendo dalla base e tirando leggermente la punta arrotolatela su se stessa ed ecco fatto; formate nello stesso modo tutte le altre. Ponetele di mano in mano in una teglia da forno foderata con carta da forno. Procedete nello stesso modo anche con l’altra metà dell’impasto.

    Spennellate le brioche con il latte poi sistematele in forno acceso a 40° poi spento per favorire la 2° lievitazione di 1 ora.

    Alla fine della lievitazione estraete le teglie e portate la temperatura del forno a 200° in modalità statica e lasciate cuocere le brioche, una teglia per volta, per circa 20 25′ (dipende dal forno) o fino a che saranno dorate e trasferitele su gratelle a raffreddare.

    Le brioche soffici al latte sono pronte per essere farcite o gustate al naturale come preferite.

Note

Dimenticavo di aggiungere: si possono congelare appena formate mettendole distanziate su vassoi poi in freezer, quando si saranno indurite trasferitele in sacchetti appositi. Per cuocerle basterà toglierle dal freezer alla sera per la mattina posizionandole sulla teglia su carta forno poi procederete alla cottura. Anche già cotte è possibile congelarle, poi basterà lasciarle a temperatura ambiente a scongelare e voilà pronte per essere farcite a piacere.

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK
basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Altre ricette correlate: PANE PIZZA E FOCACCE

Precedente Plumcake salati ricette per tutti i gusti Successivo Risotto allo spumante

50 commenti su “Brioche soffici al latte

  1. Bea il said:

    ciao vorrei sapere se posso fare L impasto con la planetaria. Grazie e complimenti…..ogni ricetta provata è sempre riuscita!

    • silvanaincucina il said:

      Che bella notizia, la passo subito a mia figlia che puo’ utilizzare solo farina di farro..grazie davvero Patrizia!

  2. Augusta il said:

    ciao Silvana ho fatto queste briochine poi farcire con marmellata e con nutella e sono venute buone e morbide sono piaciute a tutti l’unica cosa che a mio gusto personale avrei messo più zucchero secondo te quanto zucchero potrei mettete in più senza esagerare troppo se raddoppio le dosi di zucchero e diminuisco quella del sale può andare bene? Grazie per i consigli ciao 🙂

  3. elisa il said:

    X la seconda lievitazione nn posso tenerle nel forno acceso a 40 gradi e dopo un’ora alzare semplicemente la temperatura?

    • silvanaincucina il said:

      Si anche spesso procedo anch’io così e per il tempo di cottura ti regoli con la doratura delle brioche…..ciaooo e grazie!

  4. patrizia il said:

    scusa se ti disturbo, ma nella ricetta non ho trovato il tempo di cottura delle brioches, pensavo circa 20 min, pensi possa essere corretto?

    ciao
    Patrizia

  5. Mia cara,
    torno ancora su queste deliziose brioches. Sicccome il tuo link va a ruba tra le mie amiche (quelle vere non virtuali), mi han fatto notare che nella spiegazione “a mano” non viene menzionato l’uovo! Io non ci ho badato perchè sono andata ” a braccio”ma, rileggendo meglio, sembra anche a me che manchi il riferimento.
    Questa nuova “piattaforma” mi piace molto, anche il colore, però i tortellini si vedono poco. Era più accattivante, per il visitatore, quella di giorni fa! Sempre secondo me, eh! Ti abbraccio

    • silvanaincucina il said:

      Correggo subito e aggiungo l’uovo nell’impasto, mi è sfuggito. I tortellini chiamati cappelletti ho dovuto tagliare per le misure obbligate del tema provo con la foto precedente. Un’abbraccio e grazie del tuo parere sempre ben accettato.

      • Ok! ora ricetta completa di ovetto!! Sui cappelletti hai pienamente ragione ma,qui da me, a parte le orecchiette conosciamo ben poco della pasta fresca, tirata a sfoglia. Grazie a te per la fiducia sul mio parere. Baci

  6. Silvanina!! Stanno lievitando! Avevi ragione, è stato facile tirare la pasta perchè morbida e non sottile. Se verranno anche buone le posto e metto il tuo link e risparmio di spiegare…
    Unica variante: ho dimezzato le dosi (non volevo rischiare) pur mantenedo l’uovo intero (medio).
    Baci e grazie

    • silvanaincucina il said:

      Brava Marta…sei un’allieva modello vorrà dire che la prossima volta fai la dose per intero e le congeli….ahahahahahah furbacchiona!

      • Ciao cara, la tua allieva (io) ha appena postato le “sue” brioches!! Quando hai tempo passa a vedere il capolavoro!!
        Buon weekend! Un abbraccio
        P.s. vado a vedere la mini parmigiana!

      • silvanaincucina il said:

        Ahahahahahha ci vado subitissimo Marta e buon fine settimana!

  7. Samanta il said:

    Strepitose! Come tutto il resto! Fatte questa mattina con la macchina del pane…piaciute alle mie bimbe (che sono davvero difficili da accontentare) e anche a mio marito che mi ha fatto i complimenti ( pensava le avessi comprate!) ricetta chiara e spiegata benissimo! Grazie ancora!

    • silvanaincucina il said:

      Questo è il dosaggio esatto: le dosi di pasta padre per farina, sono di 120-140 gr per 500 gr di farina. poi vedi tu con la qualtità che ti ci vuoi cimentrae..ciaooo e grazie

  8. Sabrina il said:

    Ciao Silvana, tuo nipote ha proprio ragione, ce ne vogliono due…e anche qualcun’altra! Una domanda: se volessi aggiungere all’impasto delle gocce di cioccolato o della granella di nocciole o pistacchio, quando aggiungerli? Grazie mille, un abbraccio da Sabrina.

    • silvanaincucina il said:

      Aggiungi prima di iniziare a tirare la sfoglia, amalgama bene all’impasto quello che vuoi mettere poi crea le briochine. Un’abbraccio Sabry e lo so magari che ha ragione!

    • silvanaincucina il said:

      Marta ma no ci riesci perfettamente non è assolutamente tanto grande poco più di una pizza diciamo 28 cm di diametro..con un mattarello ci riesci alla perfezione fidati, parti senpre dal centro e vai verso il fondo e la giri.. 😉

    • silvanaincucina il said:

      Certo Glam Chic puoi congelarle appena le hai formate mettendole su vassoi e nel congelatore, e appena saranno indurite anche in appositi sacchetti. Quando dovrai cucinarle ne scongeli quante ne servono e lasci lievitare a temperatura ambiente per alemno 2 orette poi passi alla cottura, prima le spennelli con del latte. Ma anche già cotte puoi congelarle..ciao grazie e benvenuta!

Lascia un commento