Crea sito

Arrosto di pollo alla panna

Per una serata importante o per un’occasione speciale non può mancare sulla tavola l’arrosto di pollo alla panna. Sfizioso e raffinato allo stesso tempo, sarà certamente un successo; la crosticina croccante esterna è favorita dalle fettine di pancetta legate ben strette alla carne di pollo che, oltre al sapore, rendono la carne umida, morbida e saporita quanto basta per un secondo prelibato. Il punto di forza è sicuramente la salsa alla panna; è realizzata con panna fresca e verdure quali tocchetti di carote e cipolle cotte con l’arrosto in casseruola e poi frullate ottenendo una densa e cremosa salsa d’accompagno. Potrete sostituire la carne di pollo con quella di tacchino oppure di vitello, come preferite. Vediamo insieme cosa occorre per servire in tavola un ottimo arrosto di pollo alla panna.

Arrosto di pollo alla panna

Arrosto di pollo alla panna

Ingredienti per 6 persone

  • 1.200 g di petto di pollo aperto a libro (magari chiedete al vostro macellaio di tagliarlo per poterlo farcire)
  • 80 g di fette sottili di pancetta
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 250 ml di panna fresca
  • 40 g di burro
  • 2 foglie di salvia e 1 rametto di rosmarino
  • sale e pepe bianco
  • 3 fette di prosciutto cotto
  • 200 ml di birra chiara
  • 1 carota e una cipolla bianca
  • 150 ml di brodo di carne anche di dado

Procedimento

Prima di tagliare il petto di pollo (privato dell’ossicino centrale e dalle piccole parti di eventuale grasso) perchè possa ricevere la farcia ponetelo per 30 minuti in freezer, in questo modo la carne resterà più compatta al taglio del coltello. Praticate il primo taglio in verticale seguendo la carne senza arrivare in fondo, fermatevi circa 2 cm prima, e avrete creato la prima doppia fetta, procedete di nuovo dalla parte opposta più spessa nello stesso modo. Il petto di pollo risulterà aperto ma non affettato pronto per essere farcito. (Non è facile spiegare il procedimento è più semplice eseguirlo; a tal proposito su YOUTUBE potrete trovare il video che mostra come fare)

Appiattite la carne poi spezzettate il prosciutto cotto e ricoprite la superficie della carne poi arrotolatela stretta formando un rotolo.

Su carta da forno allineate le fettine di pancetta, ponetevi il rotolo di carne e partendo dall’inizio delle fettine fate in modo che arrotolando ricoprano per intero il petto di pollo.

Fermate con dello spago in più parti oppure potete utilizzare gli elastici per arrosto in silicone ad uso alimentare. Sistemate il rosmarino spezzettato in vari punti dell’arrosto e anche le foglioline di salvia.

In una casseruola scaldate l’olio con il burro, aggiungetevi anche le verdure tagliate a tocchetti. Dopo qualche minuto unite l’arrosto di pollo lasciandolo rosolare da ogni lato.

Sfumate la carne con la birra poi aggiungete anche la panna non fredda di frigo ma intiepiditela in un pentolino.

Salate e macinatevi del pepe bianco poi al bollore abbassate la fiamma al minimo consentendo all’arrosto di pollo di cuocere per almeno 50 minuti aggiungendo a metà cottura anche il brodo caldo. Poi terminate girandolo di tanto in tanto.

A fine cottura avvolgete l’arrosto di pollo alla panna in carta d’alluminio e lasciatelo raffreddare così avvolto; la carne riposando al chiuso rilascerà e riassorbirà i succhi e i sapori.

Eliminate eventuali aghetti di rosmarino e foglie di salvia; con un frullatore ad immersione procedete a rendere cremoso e fluido quanto basta il fondo di cottura trasformandolo in una soffice salsa alla panna.

Affettate l’arrosto di pollo alla panna dopo avere eliminato lo spago e solo prima di servirlo in tavola scaldatelo quanto basta irrorandolo con la salsa soffice.

Potete accompagnare l’arrosto di pollo alla panna con purè di patate, di zucca oppure patate al forno a piacere.

Altre ricette correlate: SECONDI DI CARNE

Arrosto di pollo alla panna

2 Risposte a “Arrosto di pollo alla panna”

  1. Ottima ricetta perfettamente riuscita! Grazie mille! La prossima volta proverò’ ad utilizzare il vitello. I tempi di cottura sono gli stessi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.