Biscotti all’aquafaba senza glutine

Conoscete l’aquafaba? Si, esatto, aquafaba senza cqu.

Si tratta di nient’altro che dell’acqua di cottura dei legumi (ceci o fagioli) che, essendo composto per lo più di amidi e proteine in acqua, si è velocemente imposto come sostituto delle uova nelle ricette vegane.
Può infatti essere montata a neve con delle fruste e, se opportunamente stabilizzata, può lavorare come una vera e propria meringa a base di albumi e può essere impiegata per mille preparazioni dolci e salate.

Io, pur non avendo esigenze vegane, sono stata particolarmente colpita da questo ingrediente. In primis perchè mi permette di creare piatti più inclusivi e leggeri, diminuendo l’uso delle uova nelle ricette, soprattutto in quelle dolci; e inoltre, perchè si tratta di un ingrediente di riciclo.
Siamo tutti abituati a gettar via l’acqua di dimora dei ceci precotti in scatola/barattolo. Si tratta quasi sempre di poco liquido, nulla di preoccupante. Una scolatina senza pensarci e via, giù nel tubo del lavandino o della spazzatura.

Se invece vi dicessi che con quel poco di liquido è possibile preparare dei fantastici biscotti, leggeri, fragranti, adatti a chi non vuole o non può mangiare uova?
Il risultati finale è delizioso, la consistenza dei biscotti è per me magnifica, così croccanti fuori e morbidi dentro.

Date una possibilità a questi biscotti e ditemi cosa ve ne pare!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

ATTENZIONE: tutti gli ingredienti considerati a rischio contaminazione devono necessariamente riportare la scritta “senza glutine” sulla confezione.
  • 90 golio di semi
  • 60 mlaquafaba
  • 100 gzucchero
  • 190 gMixIt! Schaer
  • 4 cucchiaiamido di mais (maizena) senza glutine
  • 1/2 bustinalievito in polvere per dolci
  • 50 ggocce di cioccolato
  • 1 pizzicosale

Preparazione

  1. In una ciotola versare, nell’ordine, olio, vanillina (opzionale), metà dell’acquafaba e lo zucchero. Iniziare a montare il tutto con le fruste elettriche: dopo uno o due minuti il composto dovrebbe aver assunto una consistenza vischiosa e un colore leggermente dorato.

    Aggiungere la farina setacciata con l’amido, il pizzico di sale e il lievito e impastare prima con la forchetta, poi con le mani, spostandovi su di un piano leggermente infarinato.

    L’impasto dovrà uniforme e lavorabile, ma non troppo sodo. Se necessario, aggiungere l’altra metà dell’acquafaba tenuta da parte.

    Aggiungere per ultime le gocce di cioccolato.

    Formare delle palline di impasto poco più grandi di una noce (io mi aiuto con un porzionatore da gelato per averle uniformi) e far raffreddare in congelatore per almeno una mezz’ora.

    Preriscaldare il forno a 190°C, modalità statica. Tirare fuori le palline, disporle ben distanziate su una teglia coperta di carta forno e schiacciarle leggermente con i palmo della mano.

    Cuocere per circa 15min o finchè la superficie non sarà dorata. Sfornarli e lasciarli raffreddare completamente prima di servirli o di conservarli in una scatola a chiusura ermetica.

/ 5
Grazie per aver votato!