Crea sito

Scialatielli con gamberi, calamari e ombrina

Gli scialatielli con gamberi, calamari e e ombrina sono un delizioso primo piatto dall’inconfondibile profumo del mare. Questa pasta fresca fatta in casa, originaria della costiera amalfitana, rimane spessa e ruvida così da assorbire al meglio il sughetto del pesce. Si tratta inoltre di un impasto molto elastico e semplice da lavorare senza il bisogno di particolari strumenti. Scegliete voi per quale occasione preparare questa prelibatezza, che sia una cenetta romantica, un pranzo tra amici, o la vigilia di Natale con tutta la famiglia riunita, vi assicuro che sarà una vera coccola per il palato di chi la gusta.
Seguitemi anche sulla mia pagina Facebook

scialatielli gamberi calamari ombrina
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per gli scialatielli

  • 400 gsemola di grano duro rimacinata
  • 180 mllatte
  • 50 mlacqua (a temperatura ambiente)
  • 10 mlolio extravergine d’oliva

Per il condimento

  • 200 ggamberi
  • 400 gcalamari
  • 1filetto di ombrina
  • 1 spicchioaglio
  • 10pomodorini
  • 1 bicchierevino bianco
  • olio extravergine d’oliva
  • q.b.peperoncino
  • sale

Preparazione

Iniziate dagli scialatielli

  1. Per preparare gli scialatielli con gamberi, calamari e ombrina incominciate dalla preparazione della pasta fresca, nella planetaria con frusta a foglia (o in una terrina) versate la semola, mescolando unite a filo il latte. Aggiungete quindi l’acqua e quando sarà completamente assorbita unite l’olio continuando a lavorare l’impasto finché risulterà liscio e omogeneo. In meno di 10 minuti sarà pronto.

    Trasferite l’impasto su un piano di lavoro, lavoratelo a mano e formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigo per 30 minuti.

Passate quindi al pesce

  1. Dedicatevi intanto al pesce, se il vostro pescivendolo di fiducia ve lo ha già pulito saltate pure questo passaggio. Prendete i calamari sciacquateli bene sotto l’acqua corrente, con una mano tenete la testa, con l’altra il corpo e tirate con delicatezza per staccare le interiora. Eliminate il gladio interno quindi spellateli, passandoli sempre sotto l’acqua corrente. Rimuovete dalla testa il becco e gli occhi. Tagliate a rondelle i corpi dei calamari, mentre le teste potete lasciarle intere.

    Occupatevi a questo punto dei gamberi, sciacquateli sotto l’acqua corrente eliminate dunque le teste, le interiora e le zampette, infine sgusciateli e teneteli da parte.

    Prendete infine il filetto d’ombrina, sciacquate anche questo sotto l’acqua corrente e tagliatelo a pezzettini rimuovendo la pelle ed eventuali spine.

Pronti alla cottura

  1. Trascorso il tempo di riposo, prendete l’impasto degli scialatielli dal frigo. Spolverate con della semola un piano da lavoro e con un mattarello stendete l’impasto lasciando lo spessore di circa 5mm. Tagliate quindi gli scialatielli con una rotella (o un coltello a lama liscia) dovrete formare dei rettangolini di pasta stretti e lunghi (circa 8mm di larghezza e 12 di lunghezza). Gli scialatielli sono pronti, per evitare che si attacchino tra di loro spolverateli con della semola e lasciateli da parte.

    In un tegame fate scaldare un filo d’olio, aggiungete uno spicchio d’aglio pulito, i pomodorini tagliati a pezzetti e una spolverata di peperoncino. Lasciate insaporire l’olio per qualche minuto. Unite tutto il pesce precedentemente pulito e lavato. Fate rosolare per 4/5 minuti poi sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare qualche istante e proseguite la cottura con coperchio a fuoco dolce per una decina di minuti.

    In una pentola con abbondante acqua salata bollente fate cuocere gli scialatielli per circa 5 minuti. Scolateli e uniteli nel tegame con il pesce, mescolando bene il tutto.

    I vostri scialatielli con gamberi, calamari e ombrina sono pronti, serviteli e gustateli ben caldi.

    Buon appetito da Fede ❤

Consigli e Conservazione

CONSIGLI: se avete un pescivendolo di fiducia potete farvi pulire e preparare da lui tutto il pesce così risparmierete molto tempo, perché la parte più lunga della ricetta è proprio quella.

Vi chiederete se l’ombina sia davvero necessaria, vi rispondo: provatela, noterete subito la differenza e non tornerete più indietro! Conferisce alla ricetta un sapore davvero unico, delicato e al tempo stesso delizioso.

CONSERVAZIONE: vi consiglio di gustare subito gli scialatielli con gamberi, calamari e ombrina. Potete anche conservarli un giorno in frigo ma vi avviso che scaldati non rendono come appena fatti.

ASPETTA! PROVA ANCHE…

Le Campanelle al ragù di pesce spada oppure gli Gnocchi con croccante gratinatura

Non dimenticate di seguirmi sulla mia pagina Facebook (QUI) e su Instagram (QUI).

Se volete tornare alla home invece cliccate QUI

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da sfumaturedisapori

Benvenuti nella mia cucina virtuale, se volete conoscermi leggete la sezione "su di me" nel menù in alto ❤ Spero che le mie ricette vi piacciano, sono tutte molto semplici, se posso farle io, di sicuro ci riuscite anche voi!