Savarin

Il savarin è un dolce d’effetto, ideale per un fine pasto importante. E’ un dolce di origine francese, molto simile al baba’, infatti ha un impasto spugnoso, leggerissimo e molto poroso che lo rende ideale per essere imbibito con una bagna al rum. La forma tradizionale per il savarin è a ciambella e, una volta bagnato e lucidato con della confettura di albicocche, viene decorato con ciuffi di panna e frutta fresca. Leggete bene tutta la ricetta e andiamo a preparare insieme questo dolce scenografico ed irresistibile, sono certa che stupirete i vostri ospiti!

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione3 Ore 45 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Primo impasto

80 g farina Manitoba
60 ml latte
5 g lievito di birra fresco

Secondo impasto

200 g farina Manitoba
25 g zucchero
4 uova grandi (circa 450 gr)
75 g burro (morbido)
5 g sale

Bagna

1 l acqua
400 g zucchero
1 scorza d’arancia
1 scorza di limone
100 ml rum

Per decorare

200 ml panna da montare
250 g fragole
q.b. zuccheo a velo
q.b. confettura di albicocche (per spennellare)

Strumenti

Passaggi

Nella ciotola della planetaria versiamo il latte intiepidito con il lievito e mescoliamo per farlo sciogliere. A questo punto aggiungiamo la farina e impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. Ricopriamo la ciotola con la pellicola e lasciamo lievitare in forno chiuso, con la luce accesa, per 2 ore, fino a quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume iniziale. Una volta lievitato l’impasto, lo riponiamo nella planetaria, aggiungiamo la panna e metà del peso delle uova e riprendiamo ad impastare. Aggiungiamo anche la farina ed amalgamiamo tutti gli ingredienti. Mentre la planetaria è in azione aggiungiamo un po’ alla volta, alternandoli, lo zucchero e un pezzo di burro morbido, fino a quando lo zucchero sarà terminato e il burro sarà stato inglobato completamente. A questo punto aggiungiamo il sale e le uova rimanenti, una alla volta, aggiungendo l’uovo successivo solo quando il precedente si sarà amalgamato all’impasto. Impastiamo il tutto fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti e risulterà particolarmente elastico e molle. Poniamo il composto in uno stampo da savarin del diametro di circa 20/22 cm, ben imburrato, riempendolo fino a metà, e lasciamo lievitare, in forno spento con la luce accesa, per circa 1 ora, fino a quando raggiungerà il bordo dello stampo. Cuociamo in forno statico, preriscaldato a 180° per circa 50 minuti (controlliamo che sia ben dorato) . Sformiamo il savarin ancora caldo e lo lasciamo raffreddare su una gratella.

Nel frattempo preparate la bagna: In una casseruola versiamo l’acqua e lo zucchero insieme alla scorza di arancia e di limone e portiamo a bollore. Quando lo zucchero sarà sciolto, spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare. Una volta raffreddata, filtriamo la bagna ed aggiungiamo il rum. Nel frattempo passiamo al setaccio la confettura di albicocche, e la diluiamo con della bagna al rum. Montiamo la panna e laviamo le fragole. A questo punto non ci resta che assemblare il dolce: immergiamo il savarin nella bagna, girandolo per ogni lato e mettiamo a sgocciolare sulla gratella. Lo disponiamo su un piatto da portata e spennelliamo la superficie con la confettura. Decoriamo con ciuffi di panna e frutta fresca e serviamo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sfizi e Delizie

Ciao sono Paola Rita Marra, bancaria di professione che cucina con passione. Da sempre motivata dal piacere di condividere le mie preparazioni, creando momenti di convivialità. Il mio motto: "Chi cucina in compagnia sarà sempre in allegria!"