Turdilli Calabresi

Sin da quando ero piccola ho visto preparare da mia nonna questi dolci tipici calabresi, adesso li prepara mia mamma che li ha tramandati a me! Io li adoro e una volta che si assaggiano uno non basta. I turdilli calabresi, sono dei dolcetti friabili e golosi tipici preparati con vino rosso, olio e farina, fritti e mielati a caldo con il miele di fico. Accompagnano il periodo natalizio e il giorno di Natale sulle tavole non possono mancare!
Le tradizioni non possono mancare nelle nostre case insieme ai ricordi di chi li ha tramandati.
Andiamo a scoprire la ricetta!!!

  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per una dose

2 bicchieri di vino rosso da tavola
1 bicchiere di olio extravergine di oliva
q.b. farina 00
q.b. codette colorate
q.b. olio di semi di girasole per friggere

Per guarnire

q.b. miele di fico
q.b. codette colorate

Strumenti

Passaggi

Per preparare i turdilli calabresi è davvero semplicissimo.
In una pentola versare il vino e l’olio, portare a sfiorare il bollore. Togliere dal fuoco e versare a cucchiaiate la farina, mescolare fino a quando il composto risulta morbido. Traferire il tutto su una spianatoia infarinata e impastare fino ad ottenere un panetto liscio e compatto, non duro.
Formare dei cordoncini non troppo sottili e tagliarli come se fossero gnocchi.

Rigare i tocchetti tagliati su una forchetta o un tira gnocchi fini ad esaurimento impasto. In un ampia padella scaldare l’olio e friggerli fino a doratura per circa 3 minuti. Scolare e far asciugare su carta assorbente.

In una padella antiaderente far sciogliere qualche cucchiaio di miele, una volta sciolto versare i turdilli dentro e amalgamare il tutto, togliendo dal fuoco, fino a farli apprendere dal miele. Adagiarli in un piatto da portata e guarnire con le codette colorate.
Ora i turdilli calabresi sono pronti per essere gustati. Buon appetito.

Conservazione e consigli

Si conservano per più giorni a temperatura ambiente.

Si possono preparare qualche giorno prima per poi servirli ai pranzi o cene di Natale.

Note

Se vi è piaciuta la ricetta seguitemi sul mio blog:

– sulla mia pagina Facebook: Semplice cucinare con Giulia;

– su Instagram: @semplice_cucinare

/ 5
Grazie per aver votato!