Crea sito

Mocăniţa e i treni a vapore del periodo austro -ungarico

Mocăniţa e i treni a vapore del periodo austro -ungarico

il Maramures è : uno dei luoghi più strani della terra (Sacheverell Sitwell / Roumanian Journey ) .

Nel polmone verde d’Europa esiste un luogo curioso ed emozionante ; si trova a Nord del Maramures a ridosso del confine verso l’Ucraina . E in questo luogo si può avere una affumicante esperienza .

19 Agosto 2015

piove , ma non ci fermiamo partiamo dalla base Benesat (  jud Salaj) in direzione di Sighet .

Ufficialmente questa cittadina si chiamerebbe Sighetu Marmaţiei ma non qui ,non nel Maramu’ .

Ci serviranno alcune ore per raggiungere Vişeu de Sus , piove fa freddissimo nonostante sia Agosto ma nulla ci può fermare :Fabian vuole assolutamente salire sulla Mocăniţa . Arriviamo nel primo pomeriggio , cerchiamo la direzione della Stazione ma non vediamo cartelloni con le indicazioni . E decidiamo di cercare una pensione; errore grossolano non aver prenotato alcuni giorni prima ed infatti ad Agosto le deliziose pensioni sono al completo . : ( che peccato .

Ma è giunta l’ora di mangiare , e soprattutto di comperare il biglietto per questo treno a vapore. Fortuna vuole che al ristorante prescelto , per il pranzo tardivo , la proprietaria ed chef capisse l’italiano e riuscì a trovarmi una sistemazione in una casa privata .Spesso in Romania si trovano affittacamere il prezzo è minore delle pensioni ma non per questo meno eleganti ed accoglienti.

Sapevo da facebook che era meglio acquistare il giorno prima il biglietto onde evitare sovraffollamenti. Ma il cartellone proprio proprio non lo trovavo; davanti a un lussuoso hotel fermo un ragazzo che capendo la mia difficoltà si offrì di accompagnarmi ed indicarmi la strada.

Alcuni minuti d’auto ed ecco l’indicazione ! Si legge solo scendendo verso Vişeu de Sus  invece venendo dal paese non esistono indicazioni visibili.

Ma nessun problema la strada è facilmente riconoscibile venendo da Sighet ; dopo il supermercato Unicar , un incrocio ( si prosegue)  e al secondo incrocio alla vista della facciata gialla della Banca Transilvania si deve svoltare a sinistra seguendo la strada fino a notare la stazione.

Entro in stazione , cerco la cassa e pago il biglietto comunicando nel mio scarso rumeno ma le hostess gentilissime si prodigano a informarmi (anche con gesti ed ampi sorrisi ; 😛 non parlo manco l’inglese…. ) che la partenza della Mocanita è per l’indomani alle 9 , che dovevamo presentarci alle 8,30 circa e chiedere al controllore.

Cosa che l’indomani abbiamo fatto ,è bastato porgere i biglietti ai controllori in attesa dei turisti  e spiegare che parlavo solo italiano … ed opa una ragazza in ottimo italiano mi disse di salire sulla dolce Mariuta .

Faby non stà più nella pelle quella mezz’oretta mi avrà chiesto 700000 volte quando si partiva. Per passare il tempo fotografo la locomotiva Bavaria costruita nelle fucine di Reşiţa nel 1954 .

Una curiosità a Reşiţa si forgiò l’acciaio usato per la costruzione della Tour Eiffel.Non solo si narra che l’architetto Gustave Eiffel avrebbe appreso la tecnologia della torre dopo l’invenzione del grande ingegnere romeno Gheorghe Pănculescu.Gustave Eiffel visionò il metodo di costruzione dopo una visita in Romania tra il 1878-1879, in cui ispezionò i  lavori sulla ferrovia Ploiesti-Predeal . George Pănculescu  per la gente del villaggio  di Vălenii de Munte(Prahova)  rimarrà per sempre un eroe. L’uomo che ha costruito la Torre Eiffel.

Mocanita

 

A pochi minuti dalla partenza un controllore ci raggiunse e mi chiese se due posti a sedere difronte a noi erano occupati . Al mio diniego arrivarono due giovani . Dopo essersi accomodati  iniziarono a chiedere al Faby alcune cose , il piccolo con sguardo smarrito mi fissò e dovetti ammettere che parlavamo solo italiano .E si capisco ma non parlo il rumeno …se non messa alle strette e con terrificanti risultati .

Finalmente si parte! E il viaggio è allietato da Lucian e Georgiana di Oradea 😀 deliziosi fidanzati ,affettuosissimi e disponibili ad aiutarci .Infatti il Fabian li ha adottati come genitori bis 😀 e i bimbi hanno un sesto senso per le brave persone . Il tragitto dura 2 ore circa per raggiungere la stazione di Paltin , dove vi aspetteranno tavoli da pic-nic e un punto di ristoro con cucina tipica del Maramures ,danze e balli al ritmo delle musiche popolari. 

Ogni occasione è adatta per festeggiare in allegria. E il freddo agostano e le nuvole piene di pioggia sembrano non sconvolgere nulla e nessuno.

 

Ci si ferma dopo un ora dalla partenza per manutenzione delle locomotive e i turisti ne approfittano per le foto ricordo e per sgranchirsi le ossa. Il linea ferroviaria costeggia il fiume e spesso si incontrano boscaioli al lavoro, carri trainati da cavalli  e la più tipica delle magie transilvane ..cani pastore razza ciobanesc, pecore e pecorai che salutano festosi i viaggiatori .Bimbi che si affaccia alle porte delle case per salutare e tutte le locomotive a turno salutano con festosi fischi .mocanita

mocanitamocanitaE’ stato emozionante ma affumicante : i vagoni sono aperti per consentire la vista a 360° delle immense foreste e il vapore creato dal legname bruciato nella fornace delle locomotive si mischia al vento e per dispetto vi si rivolterà contro fino ad avvolgervi completamente .Ma poi in un batter di ciglia l’aria fine, pulita , fresca delle foreste vi ripulirà lasciandovi respirare a pieni polmoni .mocanita

Il percorso costeggia il Parco Naturale delle Montagne di Maramureş ( Parcul Natural „Munţii Maramureşului“) dove abitano orsi , lupi .

Piu info :

  • il biglietto costa  54 – Lei /RON adulti ; studenti e pensionati 49 Lei; bambini (tra i 6-16 anni): 36 Lei , bimbi al di sotto dei 6 anni non pagano il biglietto .Costo relativo alta stagione 23 luglio – 23 agosto   2015 
  • le locomotive turistiche sono 4 : Mariuta” (Orenstein & Koppel, 1910) Bavaria (Resita, 1954)  ,Coza1(Reghin, 1986) Ioana (Resita, 1955) a cui si aggiunge Helvetia (Resita, 1955) e Krauss (?)
  • Partenza : (ore 09.00) fino a Paltin ( 11.00) e ritorno a  Viseu ( 14.30). Sono previste 2 soste a salire di circa 10 min per manutenzione .Alla stazione Paltin ci si ferma a pasteggiare .La gita andata-ritorno dura circa 5 ore
  • Esiste una locomotiva turistica con servizio mensa a bordo ; chiedere direttamente alla cassa o collegandosi al sito per info.Spesso esistono pacchetti special info >  www.cffviseu.com .
  • La Mocăniţa  da Vişeu de Sus è l’ultimo treno forestale a vapore rimasta al mondo. E’ stata costruita nel 1932 secondo il modello austro-ungarico, con lo scartamento ridotto (760 mm) e collega Vişeu de Sus a Comanu, attraversando tutta la Valle Vaser (Valea Vaserului) . Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la maggior parte dei paesi europei ha sostituito questi treni con delle strade forestali. Ma in Romania hanno funzionato ancora per un bel po’. Dal 1932 fino ai giorni odierni il treno forestale ha funzionato quasi ininterrottamente.Dopo i cambiamenti avvenuti negli anni ’90, tra tutte le linee forestali esistenti è rimasta solo la Mocăniţa Valea Vaserului , che svolge anche oggi il suo scopo iniziale di linea ferroviaria forestale, e cioè il trasporto della legna. Dopo il 2000 la Mocăniţa  è stata riabilitata grazie ai degli aiuti svizzeri dall’associazione “Hilfe für die Wassertalbahn”. Una parte delle vecchie locomotive sono state ristrutturate e sono state comprate delle carrozze per trasporto delle persone. L’ edificio della stazione di Vişeu de Sus è stato completamente rinnovato. cit Imperial Transilvania 
  • mocanita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.