Crea sito

Jibou ( Salaj ) grădina botanică

Jibou  (Salaj) grădina botanică ( giardino botanico  )  

arriva al primavera e la natura si risveglia .

In Transilvania non esiste luogo più adatto di questo : grădina botanică Vasile Fati di Jibou (distretto di Salaj).

Agosto 2013

Jibou  (Salaj) grădina botanică

La Transilvania è un’immensa regione da scoprire che vi sorprenderà sempre.

Qui si trovano influenze ungheresi e sassoni e si nota la fusione delle culture. Questa volta vi voglio parlare di una visita nel villaggio di Jibou (jud.Salaj) che è a pochissimi km dalla mia ”base” (Benesat/Cehu Silvaniei). E’ un bel villaggio facilmente raggiungibile sia da mezzi propri che con il treno.

Siamo partiti di mattina presto decisi a passare la giornata alle terme ,ma durante la visita abbiamo deciso di cambiare itinerario . Arrivati ad un incrocio troviamo un bel cartellone con scritto : grădina botanică  (Giardino Botanico). Decidiamo immediatamente di fermarci a visitare.
E subito una bella sorpresa: 2 biglietti 10 ron (1 euro = 4.38 ron circa)..potete capire che con pochi euro abbiamo potuto regalarci un’esperienza indimenticabile trovarci circondati da fiori e piante da tutto il mondo.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

 

 Operai e custodi  sono sempre impegnati a pulire ed abbellire questo meraviglioso parco

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Jibou  (Salaj) grădina botanică

N.B:Questo giardino è stato fortemente voluto da il Professor Vasile Fati è stato costruito nel ’68 ed è stato intitolato al suo emerito fondatore. Saliamo una leggera salita costeggiata da meravigliose rose ,l’occhio mi cade su una splendida ,carminia rosa dedicata alla nostra Sophia Loren.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Ammiriamo i giardini ,ed ecco apparire le due cupole di vetro e acciaio .Sembrano una creazione futurista; me le immagino posizionate sulla Luna.
Splendida visione,ruoto lo sguardo e vedo il padiglione antico circondato da giardini pensili.

Jibou  (Salaj) grădina botanicăDecido di entrare nella prima grande cupola e improvvisamente mi ritrovo i rigogliosa foresta pluviale tropicale.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

 

Che delizia quante piante equatoriali ; percorro estasiata tutto il perimetro della cupola ci sono palme,fiori tropicali e perfino un piccolo ruscello che canta soave e mi accompagna nella visita. Sembra un paradiso.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Jibou  (Salaj) grădina botanică
In un lato del percorso si trovano piante e fiori dalla lontana Australia. Decido di entrare nella seconda e più piccola cupola lì mi ritrovo nella foresta amazzonica :orchidee,baobab.Ogni pianta è una scoperta,ogni fiore richiama la bellezza della natura. Mi sposto verso alcune terrazze di vetro ed ecco apparirmi i giganti del deserto Americano : i cactus.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Mi pare di esser nel deserto, potrebbe perfino apparire una piccola iena . Piccoline e cattivissime come si vedono nei film americani. 😀

Percorriamo le varie foreste ; che meraviglia che fiori stupendi e rigogliosi.Il tempo scorre veloce e non so più cosa ammirare

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Esco dalla zona cupole e mi dirigo verso il retro del giardino;una zona nuova e i cipressi e rose mi accompagnano lungo il percorso. 

Ma? Sono in Giappone?Vedo sbucare il tetto di una pagoda …che bellissima visione!  Un giardino zen !

Jibou  (Salaj) grădina botanică

 

Ninfee,percorsi d’acqua fiancheggiano il giardino , pietre tondeggianti , sabbia ,lanterne e statue di Budda adornano il percorso.

Jibou  (Salaj) grădina botanică

Jibou  (Salaj) grădina botanicăJibou  (Salaj) grădina botanicăSono letteralmente rapita da questo giardino.

Ma che amabile contrasto vedere un paesaggio giapponese ed intorno abitazioni tipiche romene.

Ma arriva l’ora di uscire ,peccato sarei rimasta qui ore e ore.
Felice di aver visto piante di tutto il mondo mi avvio verso l’uscita. Con pochi euro ho potuto godere di un viaggio ”virtuale” nel mondo 

 

Jibou  (Salaj) grădina botanică

 più info su Jibou 
  • Jibou (in ungherese Zsibó, in tedesco Siben) è una città della Romania di 11.374 abitanti, ubicata nel distretto di Sălaj, nella regione storica della Transilvania.
  • Jibou ha origini assai antiche, ed il primo documento che la cita, con il nome di Chybur, risale al 1205. Altri due documenti successivi citano la città con appellativi latini come Villa (1219) e Oppidum (1564).Nella città rimangono comunque resti di epoca romana, come le tracce della strada che univa i castrum di Tihau e di Porolissum.Lo sviluppo di Jibou in epoca medievale fu lento ma soltanto momentaneamente dalle invasioni turche del 1610 e del 1665.Un ruolo importante nella storia della città venne giocato dalla famiglia Wesselényi, che vi costruì un castello nel 1584, del quale oggi rimangono soltanto i resti delle fondazioni.Dopo la Seconda guerra mondiale, tra il 1950 ed il 1960 Jibou fu capoluogo del distretto, ruolo passato poi a Zalău; con la riorganizzazione amministrativa del 1968, Jibou ottenne lo status di città. cit Wikipedia

https://www.youtube.com/watch?v=nWyzixn6MIU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.