Crea sito

Făgăraș e la sua cittadella fortificata

Făgăraș e la sua cittadella fortificata

Agosto 2013

Nelle vacanze in Romania non potevamo fare a meno di visitare i più bei posti della Transilvania.
Questa volta il nostro traguardo era nella giuristizione di Brasov .
Per raggiungere la cittadina  dovevamo attraversare mezza Romania.
Lì abitano zio Florian e zia Maria ,non esiste occasione migliore che andare a trovarli e visitare la zona.
Partiamo un bel Venerdì dal Distretto di Salaj direzione Carpatii Meridionali.

Il viaggio è lungo ,ma affascinante, le 6 ore di viaggio sono ricompensate con panorami e cittadine da ricordare.
Nel attraversare i vari villaggi e Distretti notiamo la differenza architettonica delle case e chiese.
In alcune cittadine  le indicazioni,i cartelli stradali sono scritti anche in ungherese ; Maramures e la Transilvania hanno una forte e radicata etnia magiara.
Le chiese cattoliche (frequentate dai fedeli ungheresi cristiani) si trovano spesso nelle vicinanze di quelle degli ortodossi. NB gli ungheresi spesso sono anche di fede calvinista e quindi sono cristiani protestanti 😀
L’enclave ungherese è ben integrata sul territorio da secoli ma mantiene la lingua madre,usi e costumi .La cultura magiara si fonde con la cultura rumena pur mantenendo ben distinta la propria identità.
Avvicinandoci a Făgăraș  rivedo luoghi visti l’anno scorso nella nostra scampagnata al Castello di Bran quello che noi chiamiamo il Castello di Dracula(Vlad Tepes /Vlad III)
Più ci avviciniamo alla meta più si nota l’influenza sassone e sveva.

In questa parte della Transilvania molte famiglie sono di antica origine tedesca e ,come per gli ungheresi ,la loro identità germanica è ben integrata con la comunità romena.
In lontananza nella pianura vedo una cupola rivestita di foglie d’oro ,luccicante.
Entriamo in città dalla via principale (boulevar) e al centro appare la Biserica ortodoxa Sfantului Ioan Botezatorul(chiesa ortodossa San Giovanni Battista),è più immensa di come si vedeva da lontano ,
N.b : la cattedrale è dedicata a Sfantului Iaoan Botezatorul,Sfantului Gheorghe si Sfintilor Martiri Brancoveni .

Făgăraș e la sua cittadella fortificata
Finalmente siamo giunti alla meta del nostro viaggio;gli zii sono felici di vederci.
Chiacchieriamo e scopriamo che proprio in quei giorni c’è la festa della città fondazione ben quattro giorni di musica,di giochi.

Făgăraș e la sua cittadella fortificata
Impossibile per noi resistere e subito ci rechiamo alla fiera che si trova nelle vicinanze della cattedrale; che la festa abbia inizio ,cerchiamo uno stand culinario non possiamo non mangiare i mititei.
N.B :I mititei vengono anche chiamati mici e sono salsicce cilindriche di carne bovina mista ad quella di montone/pecora e carne di maiale .Viene aromatizzata con pepe ,aglio e coriandolo e cotta su griglia.

romania 036
Approdiamo in un stand di una birreria di Brasov, il piccolo di casa fa i capricci e io senza pensarci parlo in italiano…un signore sbotta :<la mamma ha sempre ragione!> .
Carramba che sorpresa ! E’ un italiano! Gianni che dalla Calabria è approdato in Romania .
Non potevamo non fare amicizia; Gianni conosce bene i luoghi e ci esorta a visitare la cittadella fortificata (Cetatea Fagarasului).
Cosa che faremo l’indomani.
La sera ci riserva canti ,balli di musica popolare rumena.
Ogni regione ha un diverso abbigliamento,modo differente di cantare , sono incantata ad ascoltare musiche così diverse dalle nostre.
L’indomani ci rechiamo in visita alla cittadella.

Făgăraș e la sua cittadella fortificata
La cittadella è un vecchio maniero del 1200,i migliori condottieri e re hanno vissuto nelle sue mura.
Tra i vari abitanti c’è stato il famoso Vlad Tepes (Vlad III)…quello che noi chiamiamo Dracula .
E’ circondata da alte mura fortificate ,è facile immaginare quante battaglie ,quante invasioni abbia arginato la fortezza.
Entriamo in punta di piedi nel museo storico allestito all’interno delle sue stanze.
Troviamo manufatti dell’antica Roma; l’impero si estendeva fin qui e oltre.
L’imperatore Traiano e le legioni romane combatterono aspramente e per anni contro le truppe del re dei Daci : Decebalus .
Lo sconfissero dopo il suo suicidio avvenuto in zona non molto lontana a Sarmizegetusa ( jud.Hunedoara)e si narra che prima del suicidio Decebalus nascose un’immensa fortuna al centro di un fiume vicino a Samizegetusa Regia.

Făgăraș e la sua cittadella fortificataFăgăraș e la sua cittadella fortificata
Percorriamo il museo stanza dopo stanza, è un susseguirsi di epoche .Oltre i manufatti antichi,ci sono pezzi Medioevali, dell’800,Art Deco e Art Nouveau con i raffinati e cesellati manufatti a fiori.
Verso la fine del percorso troviamo arte Sacra :Madonne incise su legno,icone pitturate nello stile che noi definiamo ”russo”.

Făgăraș e la sua cittadella fortificataFăgăraș e la sua cittadella fortificata
La nostra visita al museo stà per finire,ci aspetta la festa della cittadella.
Non possiamo non accontentare il pargolo.
L’indomani ci aspettano altre visite,altri luoghi…la vacanza transilvana prosegue in altri luoghi, in altre zone transilvane

ps…l’ultima mia foto è dalla finestra del hotel :la cattedrale domina il tramonto,mentre una malinconica Luna ci salutaFăgăraș e la sua cittadella fortificatapiù info 

  • Făgăraș (in dialetto sassone Fugresch, Fugreš, in tedesco Fogarasch, Fugrasch, in ungherese Fogaras) è un municipio nel Distretto di Brasov, Transilvania
  • Da qui si possono raggiungere spettacolari nuove mete : Lacul Capra ,Lacul Balea sono  alcuni dei laghi alpini più belli ed incontaminati .
  • Vicino al lago Balea esiste in inverno l’Hotel di ghiaccio ed è accessibile solo arrivando con una funicolare. Il nome esatto è Ice Hotel Romania 
  • Per gli amanti dell’avventura che non soffrono di vertigini o mal d’auto consiglio un’escursione sulla strada più spettacolare dell’Europa  :Transfăgărăşan chiamata anche la follia di Ceauşescu .Venne costruita come percorso strategico militare  per contrastare eventuali invasioni sovietiche.E’ lunga ben 90 km e si arrampica sulle vette delle montagne  più alte della Romania.La strada collega la Transilvania ,Vallacchia e le città di Sibiu e Pitesti. 
  • Transfăgărăşan è una strada tortuosa, costellata da ripidi tornanti, lunghe curve a S, e discese taglienti. Il Transfăgărăşan è  un’attrazione e una sfida per gli escursionisti, ciclisti, conducenti e gli appassionati di moto  ed auto .La strada è di solito chiusa da fine ottobre fino alla fine di giugno a causa della neve. Può anche essere chiusa in altri momenti, a causa delle condizioni meteorologiche (nevica a volte anche in agosto).

foto della fortezza fatte da fotografi professionisti

Miki Seculici 

15757192681_40310d4379_z

Robin Benea

fortezza fagaras

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.