Crea sito

Pizzolo siciliano o pizza farcita

E pensare che nel corso dei secoli il Pizzolo siciliano era considerato un piatto povero della tradizione contadina.

Un pane da farcire con i prodotti di stagione che la terra offriva, ingredienti poveri che dovevano essere consumati e mai sprecati.

Il pizzolo è una sorta di pizza farcita, infornata due volte.
Versatile, ricca, semplice ma allo sesso tempo piena di sapori e profumi.

Comunque, se venite in Sicilia una cosa è certa, dovete assolutamente assaggiarlo.

Il posto giusto dove poterlo gustare, dove è nato tanto tempo fa, la sua città d’origine è Sortino, in provincia di Siracusa.

Li potrete gustare queste prelibatezze che preparano anche nella versione dolce, tuttavia oggi è facile trovarli anche in alcune pizzerie dell’isola.

Il nome si riferisce invece ad una pietra ovoidale e alla concezione ciclica dei nostri parenti Greci che avevano della vita.
La diffusione in Sicilia si deve probabilmente ad un gruppo di nativi sortinesi che emigrarono nel nord Europa e che fecero la loro fortuna inventandosi delle pizze diverse, farcite appunto.

Grazie al loro ritorno in Sicilia il successo dei Pizzoli fu assicurato.

Così anche questa pizza speciale si aggiunge ad un vasto elenco di PIZZE e cose buone siciliane, che cambiano ingredienti, tipologia di farine o forme, ma che vi assicuro sono tutte da assaggiare.

Parlo dello sfincione palermitano, l’arraganata, le scacce ragusane, lo sfincione bianco bagherese e tanto altro ancora…tutte buonissime e irresistibilmente profumate!

Un piccolo suggerimento che mi sento di darvi è che essendo una sorta di pizza/focaccia nulla toglie che possiate provare a prepararlo con la pasta madre o con il lievito che più vi aggrada, io proverò presto con il mio lievito madre.

In tutte le ricette che ho letto sul web ho notato che la farina integrale è una costante.

Questo sicuramente per sottolineare le sue origini contadine e il ricordo delle buonissime semole siciliane di grani antichi tuttora usati nelle preparazioni siciliane.

Anche in merito alla lievitazione, se preferite, come ho fatto io per comodità di orari e gestione dell’impasto, potete impastare la sera e fare maturare in frigorifero.

Insomma se siete poco poco appassionati di lievitati sono sicura che saprete trovare la strada giusta e gestire l’impasto in base alle vostre abitudini.

Per quanto riguarda la farcitura potete scegliere e decidere mille cose diverse, sarà sempre buonissimo!

Vi lascio di seguito qualche idea di farcitura più comune qui da noi in Sicilia:

con biete selvatiche, acciughe, pomodorini e ragusano. con broccoli siciliani e salsiccia, con ricotta e salsiccia, con crema di zucca e pancetta o semplicemente scamorza e prosciutto, oppure rucola, crudo e grana.

Io oggi ve lo propongo alla parmigiana, vi assicuro che ha riscosso un grande successo!



pizzolo siciliano
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per due Pizzoli di circa 24 cm

  • 240 gfarina 0
  • 160 gfarina integrale (io semola di grani antichi siciliani)
  • 240 mlacqua
  • 1 glievito secco
  • 1 cucchiainozucchero
  • 2 cucchiainisale
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1 q.b.ragusano o grana (grattugiato)
  • q.b.origano

Per il ripieno

  • 60 gragusano fresco o scamorza
  • 10fette di melanzana fritta
  • q.b.salsa di pomodoro
  • 3 cucchiaiformaggio grattugiato
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • qualchefoglia di basilico fresco

Strumenti

  • Ciotola
  • Pennello

Preparazione del Pizzolo siciliano o pizza farcita

  1. La prima cosa da fare per preparare la ricetta del Pizzolo siciliano è di setacciare le due farine su di una spianatoia.

    Fare un buco al centro, aggiungere il lievito, lo zucchero e parte dell’acqua.

    Mescolare energicamente, versare il resto dell’acqua ed infine il sale.

  2. Formare una palla e riporre in una ciotola oleata.

    Lasciare lievitare per 4h circa o fino al raddoppio.

    (io ho preferito dimezzare il lievito e fare maturare l’impasto in frigorifero tutta la notte, l’indomani tirato fuori dal frigo, steso in due teglie e lasciato a temperatura ambiente un paio d’ore circa e poi infornato).

  3. Preriscaldate il forno a 200°.

    Stendete l’impasto in due teglie unte o con carta forno.

    Aiutandovi con i polpastrelli dategli uno spessore di circa 1 cm, non meno.

    Infornate per 15 minuti, fino a quando il pizzolo sarà dorato.

  4. pizzolo siciliano

    Sfornate, lasciate raffreddare bene.

    Apritelo a metà, come se fosse un panino, facendo ben attenzione a non romperlo.

    Farcite con le fette di melanzana, qualche cucchiaio di salsa di pomodoro, formaggio grattugiato e fette di Ragusano.

  5. Chiudete il Pizzolo siciliano, spennellate generosamente con olio e aggiungete una manciata di origano e formaggio grattugiato.

    Infornate di nuovo per dieci minuti facendo attenzione a non bruciarlo.

  6. pizzolo siciliano

    Sfornate e servite il Pizzolo tagliandolo a tranci.

    Ecco pronta la vostra pizza siciliana farcita ovvero il Pizzolo!

Note

Se vi piacciono le mie ricette siciliane visitate la mia sezione dedicata alle specialità della mia terra: “le mie ricette siciliane

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.