Vellutata di zucchine senza panna

Vellutata di zucchine senza panna

L’estate è quasi finita, cominciano le prime pioggerelline, il fresco e le giornate si accorciano, non sentite anche voi questa voglia di cibo caldo?

Per me comincia la stagione di zuppe, minestre e vellutate ed è proprio quest’ultima che ha aperto le danze quest’anno!

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 4 Zucchine
  • 2 Patate
  • q.b. Porri
  • q.b. Sedano
  • 600 ml Acqua (Meglio se minerale)
  • 2 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • q.b. dado vegetale
  • q.b. Sale iodato

Il tocco in più

  • 1 cucchiaio Parmigiano reggiano (stagionato 30 mesi)
  • 50 g Crostini di pane

Preparazione

  1. Vellutata di zucchine senza panna

    Tagliate a dadini le zucchine e le patate e affettate porri e sedano, aggiungete l’acqua (io uso quella minerale per queste preparazioni perchè quella del rubinetto ho notato che mi causava bruciori di stomaco e acidità, da quando ho provato ad usare la minerale non succede più!), il sale e se volete il dado vegetale (io ne uso uno senza glutammato nè lattosio e ne metto un terzo per volta per insaporire) coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco medio per una mezz’oretta.

    Una volta cotte tutte le verdure passatele bene con un frullatore ad immersione avendo cura di non lasciare pezzetti interi.

    Servite con un filo d’olio.

    Il tocco in più:

    Aggiungete parmigiano reggiano a scaglie sottilissime e accompagnate la portata a dei crostini di pane per un piatto più completo e sostanzioso. 😉

     

Sara InforMa

Perchè il sale iodato?

L’OMS consiglia l’utilizzo di sale iodato, lo iodio è un costituente fondamentale per il buon funzionamento della tiroide e per l’accrescimento, nello sviluppo del sistema nervoso e metabolico.

Fermo restando che il consumo quotidiano di sale non dovrebbe superare i 5 grammi per gli adulti e 2/3 per i bambini, il miglior modo di assumere iodio è, appunto, attraverso il sale iodato (30 mg di iodio per kg di sale)

Il sale iodato sicuramente fa bene alla salute e contribuisce al nostro benessere, però bisogna sempre ricordarsi di consultare il medico di fiducia, per evitare rischi inutili. Chi soffre di ipertiroidismo non dovrebbe, ad esempio, assumere sale iodato, per evitare di stimolare ulteriormente una tiroide già molto attiva.

Precedente Crostata vegan alla crema di melone bio Successivo Tortilla al forno di patate e cipolle

2 commenti su “Vellutata di zucchine senza panna

  1. cobimbo il said:

    Da provare con la mia bimba. Le zucchine proprio non le ama e fargliene mangiare diventa un’impresa. Ma credo che questo piatto possa fare al caso suo. Grazie per la ricetta 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.