Marmellata di fichi

Come preparare a casa una deliziosa marmellata di fichi, aromatizzata con cannella e chiodi di garofano. Ideale per la colazione di tutta la famiglia o per preparare delle gustose crostate.

Marmellata di fichi

Marmellata di fichi

Ingredienti per circa 1 kg di marmellata

  • 1 kg di fichi
  • 500 g di zucchero
  • 75 g di acqua
  • 30 g di succo di limone
  • 1 bastoncinο di cannella
  • 2 chiodi di garofano

Procedimento

Scegliete dei fichi maturi, lavateli e asciugateli ed eliminate, tagliandole, le due estremità.

Tagliate, poi, ogni fico in 4 parti e controllate l’interno, eliminando quelli che sono rovinati.

Mettete i fichi e lo zucchero in una pentola grande e aggiungetevi l’acqua; unite anche il succo di limone, la cannella e i chiodi di garofano, che conferiranno un delicato profumo e sapore alla vostra marmellata.

Mettete la pentola sul fuoco e portate dolcemente ad ebollizione, su fuoco medio. Abbassate il fuoco, se necessario, e mescolate di tanto in tanto, con un mestolo di legno.

Eliminate la schiuma che si forma in superficie, usando una schiumarola.

Dopo mezz’ora frullate i fichi con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere un composto omogeneo, senza pezzetti di frutta.

Continuate la cottura per 30 minuti ancora, a fuoco basso e mescolando, per evitare che la marmellata si attacchi.

Quando la marmellata è pronta lasciate intiepidire qualche minuto e poi versatela, ancora calda, nei vasi sterilizzati, lasciando libero uno spazio di almeno 1 cm dal bordo.

Avvitate bene i tappi e lasciate i vasi con la marmellata capovolti su una superficie fredda fino al giorno dopo.

Potete verificare se il sottovuoto è avvenuto premendo al centro del tappo. Se sentite il “click” ma il tappo rimane abbassato e non sentite anche il “clack” che fa tornando su, significa che il sottovuoto è avvenuto correttamente.

La vostra marmellata di fichi è pronta!

Sterilizzazione dei vasi

E necessario sterilizzare i vasi nei quali conserverete la marmellata.

Lavate i vasi, metteteli in una pentola grande e disponete un canovaccio tra l’uno e l’altro, per evitare che si rompano durante la bollitura. Riempite la pentola di acqua fino a coprire del tutto i vasi.

Ponete la pentola su fuoco basso e portate ad ebollizione. Fate bollire per 30 minuti, aggiungendo negli ultimi 10 minuti anche i tappi.

Lasciate che l’acqua si raffreddi, togliete i vasi e i tappi e metteteli ad asciugare, capovolti, su un canovaccio pulito.

Consigli

Secondo quanto riportato nelle Linee guida per la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico

Per capire quando si è raggiunto il giusto grado di cottura è possibile effettuare due prove empiriche:

• se versando una goccia di marmellata/confettura su un piatto questa scivola lentamente aderendo alla superficie, la cottura è giusta;

• se immergendo e risollevando un cucchiaio nella marmellata/confettura il prodotto appare di consistenza collosa e lamentosa, la cottura è giusta.

Conservazione

Conservate la marmellata in luogo fresco, asciutto, ventilato e buio, per 3 mesi.

Una volta aperto il vaso, la marmellata va conservata in frigorifero e consumata entro 7 giorni.

Puoi seguirmi anche sulla pagina facebook  SaporiGreci per vedere le nuove ricette pubblicate dal blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.