Crea sito

TURDILLI O TURDIDDI CALABRESI

I TURDILLI O TURDIDDI sono dolci tipici calabresi che si preparano in occasione del Santo Natale.
Sono realizzati soprattutto nel Cosentino e vengono utilizzati pochissimi ingredienti: farina, olio, vino moscato e miele. come vuole la tradizione sono dei semplici gnocchi di pasta di vino che vengono prima fritti e poi passati in padella con il miele. La loro specialità è data dalla croccante crosticina e dal loro cuore morbido che ci fa pensare a uno gnocco gigante.
come tutte le ricette tradizionali le varianti cambiano a secondo della zona di provenienza e soprattutto delle tradizioni locali e familiari. A Cosenza il vero “turdiddo” è quello con il miele di fichi ma viene utilizzato anche il miele di agrumi, di castagno o più comunemente il millefiori.
Una bontà assoluta che vi consiglio di provare!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgfarina 00
  • 400 mlvino moscato
  • 250 mlolio di oliva
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • olio per friggere
  • 400 mlmiele
  • 2 cucchiaizucchero
  • 2 cucchiaiacqua

Preparazione

  1. PER PREPARARE I TURDIDDI CALABRESI segui la ricetta.

    Mettete in una pentola l’olio, il Moscato, il sale e la presa di cannella, facciamo bollire e a fornelli chiusi uniamo la farina in un’unica soluzione. Mescoliamo bene per far amalgamare il composto, prima con un mestolo poi con le mani. A questo punto lavoriamo l’impasto su un piano, fino a renderlo liscio, quindi dallo stesso stacchiamo delle porzioni con cui formare dei bastoncini da tagliare a tocchetti che passeremo sul riga gnocchi.

  2. Prendete una padella e versate l’olio per friggere: quando è ben caldo buttate man mano i turdilli, rigirandoli con la forchetta facendo ben attenzione a non farli attaccare al fondo. 

    Quando sono ben dorati li togliete con una schiumarola e li fate sgocciolare, Proseguite così fin quando non li friggete tutti. A questo punto fateli raffreddare e poi passate alla fase successiva che si può fare preferibilmente anche il giorno dopo.

    Mettete in una padella il miele, scegliete voi quale preferite ( io ho utilizzato sia il miele millefiori che di fichi) , l’acqua e lo zucchero, accendete il fuoco e mescolate finché il composto non inizia a fare la schiuma, a fiamma bassa quindi iniziate a piccole quantità ad immergere i turdiddi girandoli e rigirandoli per far aderire bene il miele.

    Trasferite i vostri turdiddi su un vassoio da portata in modo da far asciugare bene e sovrapponeteli a strati uno sopra l’altro, infine, cospargete con zuccherini colorati o mandorle tritate.

    Fate riposare un paio di ore ed eccoli pronti in tavola da servire!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.