CUCCI’A di Santa Lucia

L’arte culinaria calabrese racconta la storia popolare di questa regione che possiede un patrimonio eno-gastronomico molto vasto.

Oggi 13 dicembre la chiesa cattolica celebra Santa Lucia e in Calabria la sera del 12 si preparano in suo onore alcuni piatti tipici da consumare in famiglia il giorno dopo e da donare ad amici e parenti per invocarne la protezione. In particolare ” u ranu e santa lucia” una deliziosa preparazione a base di grano cotto.

Oggi però vi parlerò della “CUCCI’A”, una pietanza antica (dal greco kukkìa) la cui preparazione, si narra, ebbe origine in Grecia.

 A Mendicino, grazioso borgo medievale calabrese a pochi chilometri da Cosenza, la preparazione e la consumazione della Cuccìa sono parte integrante delle celebrazioni in onore di Santa Lucia, a cui la comunità è molto devota. La Cuccìa mendicinese è composta da 13 ingredienti (riallacciandosi al giorno in cui si commemora la Santa, il 13 dicembre) tra cui ceci, fave, piselli, lenticchie, fagioli, orzo, grano, castagne, olio d’oliva, sale e si prepara in un calderone che, nel dialetto locale, prende il nome di “quadara”. La tradizione degli antichi rituali di condivisione vuole che la pietanza sia consumata in piazza, nel pomeriggio del 13 dicembre, accompagnandola con del pane caldo e un bicchiere di vino.

Nella sezione strumenti trovi alcuni consigli di acquisto.

*In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per preparare la Cuccìa di Santa Lucia occorrono 13 ingredienti come vuole la tradizione. Potete aggiungere cereali e legumi a piacimento di tutte le qualità.

200 g ceci-fave-piselli-lenticchie-fagioli di più qualità- orzo-grano-castagne-cicerchia
q.b. olio e sale

Passaggi

Il procedimento è molto semplice, basta cuocere i legumi con il proprio tempo di cottura ma ognuno in un tegame diverso.

Mettete in ammollo i legumi per 12 ore e i cereali per almeno 3 ore.

Fate cuocere il tutto in tegami separati in acqua poco salata con il proprio tempo di cottura.

Scolate i legumi e i cereali e recuperate da ciascuna pentola un po’ di acqua di cottura per un totale di circa 1,5 l.

Versate tutto in un unico tegame, regolate di sale e lasciate cuocere per altri 30 minuti, fino a quando tutti gli ingredienti saranno teneri. Versate la zuppa nelle scodelle individuali, irrorate con un filo di olio e portate in tavola. oppure distribuitele nelle vaschette come vuole la tradizione.

TI È PIACIUTA QUESTA RICETTA?


Condividila con i tuoi contatti e cercami sui social con gli appositi pulsanti.

Ti aspetto nella mia pagina Facebook a questo link https://www.facebook.com/saporiedintornigs/

Seguimi su Instagram https://www.instagram.com/saporiedintorni_gs/?hl=it

Seguimi su Pinterest a questo link http://www.pinterest.com/saporiedintornigs

Seguimi su Twitter a questo link https://twitter.com/Saporiedintorni

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.