Pasta fresca fatta in casa

Chi non vorrebbe un buon piatto di pasta fresca fatta in casa? Fettuccine, tagliatelle, pappardelle, maltagliati, pasta ripiena o quadrucci per brodo chi più ne ha più ne metta. Fiore all’occhiello della gastronomia italiana, alla base ha un’arte antica, quella delle sfogline che impastano e lavorano con il mattarello la sfoglia a velo e senza buchi. La sfoglia può essere realizzata con o senza uova a seconda del tipo di pasta che si desidera realizzare. Analizziamo di seguito i due diversi tipi e valutate voi quale si presta più al caso vostro ricordando che non c’è limite alla fantasia.

pasta fresca fatta in casa
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Sfoglia con uova

  • 300 gFarina
  • 3Uova
  • Mezzo cucchiainiSale

Sfoglia senza uova

  • 300 gSemola di grano duro rimacinata
  • 150 gAcqua
  • Mezzo cucchiainoSale
  • 1 gocciaOlio extravergine d’oliva

Strumenti

  • 1 Spianatoia
  • 1 Mattarello
  • 1 Coltello

Preparazione della pasta fresca fatta in casa

  1. Che la sfoglia sia con o senza uova il procedimento è il medesimo.

    Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, rompere al centro le uova. Inserire il sale e con una forchetta iniziare a sbattere le uova. Incorporare con le mani la farina. Lavorare con forza l’impasto utilizzando il palmo delle mani. Stendere e ripiegare su se stesso l’impasto.

    Prima di iniziare a realizzare il formato desiderato far riposare la pasta 15 minuti, avvolta con della pellicola trasparente, per farle perdere elasticità.

  2. Qualora l’impasto sia senza uova, inserire al centro della fontana l’acqua e procedere nello stesso modo.

    Stendere la sfoglia con il mattarello o con la macchina apposita. Tagliare la pasta con il coltello cercando di mantenere la stessa larghezza. In questo la macchina è di grande aiuto ed accorcia notevolmente i tempi di lavorazione. Tuttavia l’irregolarità che si ottiene con l’impasto tirato a mano ne accresce il sapore e garantisce una maggiore tenuta del condimento.

  3. Le porzioni sono indicative in quanto dipendono dalla grandezza delle uova e dalla forza della farina. Orientativamente sono sufficienti per 4 porzioni di pasta fresca e per 8 di minestra in brodo.

Cottura

  1. Cuocere in abbondante acqua salata (un litro per ogni etto di farina) per un paio di minuti dalla venuta a galla. Trattenere ancora un paio di minuti in più se l’impasto è senza uova. Un piccolo trucco è quello di aggiungere un goccio di olio evo nell’acqua in ebollizione per evitare che la pasta si incolli.

  2. Scegli tu con cosa cimentarti … se vuoi procedere con una pasta ripiena puoi provare i miei raviolini ricotta e funghi (per la ricetta clicca qui).

Ora provaci tu 🙂

Realizza in casa le mie ricette e mandami una foto del piatto finito sulla mia pagina Facebook cliccando qui. Se hai bisogno di consigli o di un parere non esitare a contattarmi, risponderò con piacere e ricorda … mettici il cuore.

/ 5
Grazie per aver votato!