Crea sito

Cibo e cinema: un binomio vincente da molti decenni. Grazie ai film cult, infatti, alcuni piatti sono diventati dei veri e propri simboli nell’immaginario collettivo. Abbiamo scelto anche le 15 ricette che hanno fatto la storia del cinema: ci sono tanti film italiani, ma anche qualche capolavoro internazionale.

Le ricette più famose dei film

1) Il cocktail di gamberi di “The Blues brothers”

Nel celebre film che ha come protagonisti due fratelli appena usciti di prigione, Dan Aykroyd e John Belushi (Jack e Elwood) si recano nel ristorante gestito da un amico per convincerlo a ricostituire la band nella quale suonavano in gioventù. Ordinano 5 costosi cocktail di gamberi e 12 bottiglie di champagne: in pochi minuti, a causa del loro atteggiamento inappropriato, riescono nell’impresa di farlo licenziare.

2) La ratatouille di “Ratatouille”

La ricetta a base di verdure che dà il nome al film è protagonista nella scena più emblematica del film di animazione Pixar: il temuto critico gastronomico Anton Ego assaggia il piatto cucinato dallo chef-topo Remy e ne rimane talmente colpito da immergersi in un flashback che lo riporta alle emozioni e ai sapori della sua infanzia.

3) I pomodori verdi fritti di “Pomodori verdi fritti alla fermata del treno”

“Pomodori verdi fritti alla fermata del treno” racconta la storia di due giovani donne che negli anni ’30 lottavano contro razzismo e maschilismo. Le due donne gestiscono il Whistle Stop Cafe e preparano i migliori pomodori verdi fritti degli Stati Uniti del Sud, piatto ricorrente nello svolgimento del film.

 

ricette_film_cinema

4) La tortilla di “Sostiene Pereira”

Nel film tratto dal romanzo di Antonio Tabucchi, il protagonista interpretato da Marcello Mastroianni, abitudinario e residente nella tranquilla Lisbona, ogni giorno ordina nello stesso caffè la frittata (tortilla) con erbette aromatiche e limonata.

5) Il sugo de “Il padrino”

In una scena del primo episodio della trilogia di Francis Ford Coppola, a casa Corleone il “picciotto” Clemenza sta cucinando un sugo e invita Michal Corleone (Al Pacino) a imparare la ricetta: “Vieni qua guagliò, può succedere che devi cucinare per una ventina di figli! Vedi, si comincia con un poco d’olio, ci friggi uno spicchio d’aglio poi ci aggiungi tomato e anche un poco di conserva. Friggi e attento che non si attacca; quando tutto bolle ci cali dentro salsicce e pulpetta, poi ci metti uno schizzo di vino e nù pucurille ‘e zucchero”.

6) I maccheroni in “Un americano a Roma”

Tra le ricette più famose della storia del cinema, questa non poteva proprio mancare: la scena di “Un americano a Roma” nella quale Alberto Sordi viene provocato dal piatto di maccheroni e li distrugge è una delle immagini più note del cinema italiano.

7) L’amatriciana de “Il divo”

Giulio Andreotti aveva un debole per l’amatriciana. E nel film a lui dedicato da Paolo Sorrentino questo piatto della tradizione romana compare nella vita domestica del politico e della moglie Livia.

8) La pasta alla norma avvelenata di “Brutti, sporchi e cattivi”

Nel film di Ettore Scola dedicato alla quotidianità di una numerosa famiglia della periferia romana, in una scena memorabile il capofamiglia Giacinto Mazzatella (Nino Manfredi) viene avvelenato con un abbondante piatto di pasta alla norma: fiutato l’inganno, riesce però ad alzarsi da tavola e a salvarsi.

9) Il timballo di “Big Night”

“Big Night” racconta la storia dei due fratelli Pileggi, Primo (Tony Shalhoub) e Secondo (Stanley Tucci), ristoratori italoamericani sulla East Coast statunitense. Il loro timpano, un timballo ideato per sedurre il cantante Louis Prima e salvare il Ristorante Il Paradiso, è rimasto indimenticato nell’immaginario collettivo.

 

Le ricette più famose dei film

10) La creme brulée di “Il favoloso mondo di Amelie”

Amelie (Audrey Tautou) è una giovane parigina che, dopo avertrovato una scatoletta dietro a una piastrella di un muro del suo appartamento, passa attraverso mille peripezie per riconsegnarla al proprietario. All’inizio del film, viene descritta dal narratore come “Una giovane ragazza con un gusto pronunciato per i piccoli piaceri della vita, come […] spaccare la crosticina di una creme brulée con la punta del cucchiaino”.

11) Il cioccolato di “Chocolat” e “Forrest Gump”

Il cioccolato è il filo conduttore del film di Lasse Hallström, simbolo di seduzione, tentazione e passione. Ne approfitta un goloso Johnny Depp, conquistato dalla mousse di cioccolato e peperoncino preparata da Juliette Binoche. E non solo: il “cibo degli dei” è protagonista anche di una delle frasi più famose del film interpretato da Tom Hanks: “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”.

 

Le ricette più famose dei film

12) I courtesan al cioccolato di “Grand Budapest Hotel”

Il film di Wes Andreson vincitore di 4 premi Oscar nel 2015  è ambientato nel lussuoso Grand Budapest Hotel e ruota attorno al furto e al recupero di un dipinto rinascimentale dal valore inestimabile. Tra i personaggi del film c’è la bionda Agatha (Saoirse Ronan), che lavora nella pasticceria Mendl’s ed è solita preparare dei bigné ripieni di cioccolato che racchiude in eleganti scatole rosa: i courtesan al cioccolato.

13) Lo strudel con la panna di “Bastardi senza gloria”

In una delle scene centrali del film di Quentin Tarantino, il generale delle SS Hans Landa (Christoph Waltz) è seduto al tavolo con Shoshanna Dreyfus (Melanie Laurent), alla quale ha in passato sterminato la famiglia. Il generale ordina per entrambi uno strudel di mele con la panna: lui lo divora con modi poco eleganti e una foga stupefacente, metafora della sua spietatezza, prima di spegnervi sopra una sigaretta, mentra la ragazza lo assaggia controvoglia e con lo stomaco chiuso dalla rabbia e dal dolore.

 

ricette_film

14) Il milkshake di “Pulp fiction”

Il cibo (anche se “da bere”) è protagonista in un altro film cult di Tarantino: in una delle scene più celebri di “Pulp fiction”, Mia Wallace (Uma Thurman) sorseggia un bianchissimo milkshake sormontato da una ciliegina in compagnia di Vincent Vega (John Travolta) e pronuncia la frase: “Accidenti, è davvero buono questo frullato, non so se vale 5 dollari, ma c—o è veramente buono!”.

15) Il White russian de “Il grande Lebowski”

Ancora un drink, questa volta alcolico, per concludere la nostra selezione: è il White Russian, cocktail a base di vodka, liquore al caffè e panna che è solito bere Il Drugo Jeffrey Lebowski (Jeff Bridges), che nel film dei fratelli Coen passa da una vita da fannullone a un’esistenza ricca di accadimenti talmente assurdi da risultare divertenti.

 

Fonte: il Web
Vai alla barra degli strumenti