Crea sito

PIZZETTE MORBIDE SICILIANE al forno

PIZZETTE MORBIDE SICILIANE al forno, pizzette della rosticceria siciliana o così detta tavola calda, perfette per banchetti, buffet, merende e anche colazioni!!
Delle pizzette sofficissime, realizzate con un impasto base con cui si fanno tutti i pezzi della rosticceria siciliana. Si possono condire come si vuole, io ho fatte quelle bianche con la cipolla, poi le rosse con mozzarella, oppure con wurstel e quelle con acciuga e pangrattato, potete realizzarle davvero come volete.
Con l’impasto base si può realizzare di tutto anche dei buonissimi sformati, vi lascio QUI la mia ricetta, regalata da un amico che produce professionalmente tanti pezzi di tavola calda con questo tesoro tutto siciliano.
Mentre QUI vi lascio i calzoni fritti Palermitani e QUI le pizzette fritte.
Ovviamente le regine della rosticceria siciliana sono le arancine, QUI trovi la ricetta delle arancine alla carne e QUI quelle al prosciutto!

Seguimi sulla mia pagina facebook Sapore di Arianna, potrai seguire le dirette delle ricette proposte sul blog 😉 ti aspetto!!

pizzette morbide siciliane al forno
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni20 pizzette
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina 00
  • 250 gacqua
  • 50 gburro
  • 50 gzucchero
  • 10 glievito di birra fresco
  • 7 gsale
  • q.b.sugo di pomodoro
  • q.b.Ingredienti misti per farcire (cipolle, mozzarella, acciughe, wurstel, prosciutto ecc.)

Strumenti

  • Carta forno

Preparazione

  1. pizzette morbide siciliane

    Per la realizzazione delle vostre pizzette morbide siciliane al forno, dovrete realizzare l’impasto base per la rosticceria.

    Per prima cosa setacciate la farina in una ciotola.

    Aggiungete il burro a pezzi o lo strutto e strofinate con le mani fin quando il burro non verrà totalmente assorbito dalla farina.

    Se utilizzate un’impastatrice fate la stessa cosa utilizzando un gancio a k.

  2. Dopo aggiungete, lo zucchero e metà acqua tiepida con il lievito sciolto all’interno. (se utilizzate il lievito secco utilizzatene 5/7 g e potete metterlo direttamente nella farina ).

    Dopo aggiungete l’altra metà dell’acqua con il sale sciolto all’interno.

    Impastate in ciotola e solo quando gli ingredienti vi sembreranno accorpati e ben distribuiti passate a impastare su un piano da lavoro.

    Mentre se utilizzate l’impastatrice, a questo punto voi cambiate gancio e mettete quello a uncino per l’incordatura.

  3. Otterrete una palla molto elastica e veramente perfetta e setosa. Formate una palla, mettetela all’interno di una ciotola, coprite con uno strofinaccio e lasciate lievitare almeno due ore.

  4. Passate le due ore, stendete l’impasto con il mattarello, con uno spessore di circa 4 cm. Con una tazza ricavate dei dischi, con l’impasto di scarto, impastatelo nuovamente e ricavate altri dischi, procedete in questo modo fino a ultimarlo.

    I dischi di impasto posizionateli su una teglia rivestita da carta forno, ben distanziati tra loro, coprite e lasciate lievitare per altre due ore.

  5. Passate le due ore, le vostre pizzette morbide siciliane saranno raddoppiate.

    Accendete il forno a 200 ° C statico e procedete a condirle.

    Potete condirle come più vi piace, potete lasciarle bianche oppure fare una base rossa, potete mettere mozzarella, funghi, prosciutto, wurstel, acciughe e pangrattato, sbizzarritevi.

    Fatele per circa 15/20 minuti, fino a leggera doratura.

Conservazione:

Se volete fare queste pizzette per un buffet, potete realizzarle in anticipo, basterà, dopo cotte, lasciarle raffreddare completamente e metterle in una busta chiusa per surgelare. Quando vi serviranno, basterà metterle fuori dal freezer 3 ore prima. Per renderle ancora più fragranti potete metterle qualche minuti nel forno ancora congelate. Saranno come appena fatte.

Variazioni:

– Se NON volete il burro, potete realizzarle sostituendo il burro con 40 g di olio di oliva o di semi.

– Se avete fretta e volete accorciare i tempi di lievitazione potete raddoppiare il lievito di birra o secco e dimezzate i tempi di lievitazione.

-Se non avete la farina 00 potete utilizzare anche la farina 0 o la manitoba.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.