Consigli da quarantena

Ormai è da più di un mese che, per ovvi motivi, siamo costretti a rimanere in casa.

Detta così può sembrare una cosa negativa, anche la parola costrizione la fa sembrare tale, ma in realtà sta tutto in come noi la viviamo.

Certo stare in casa, talvolta anche senza vedere la luce del sole e in ambienti piccoli, capisco possa essere difficile e che sicuramente non potrebbe essere una condizione permanente; però (speriamo) così non è, quindi cerchiamo di vivere questo momento come un momento di “interruzione” della nostra vita quotidiana, un momento di stop, da cui però trarre qualche beneficio.

Quante volte durante le giornate lavorative ci siamo detti: ” come mi piacerebbe starmene a casa”, oppure “avrei bisogno di più tempo per me stesso”, o ancora “sono sempre fuori casa” e così via? A me, sono sincera, è capitato veramente tante volte, per cui se anche a voi è successo il consiglio che vi do, e che mi do, è quello di abbracciare questo momento, di renderlo parte di noi, di approfittare di tutto ciò che questo comporta, perchè come tutti i momenti, prima o poi passerà e allora quando ci riguarderemo indietro, rendendoci conto che avremmo avuto un sacco di ore da sfruttare ma che così non è stato ce ne pentiremo e rinizieranno le lamentele con le frasi sopra dette.

Dunque, per non farla troppo lunga, cerchiamo (ma come per questo caso così dovrebbe essere in tutte le cose) di guardare gli aspetti positivi e di impiegare nel migliore modo possibile questo tempo che abbiamo a disposizione.

Ecco qua qualche consiglio, o meglio qualche abitudine che sto cercando di prendere per riempire le giornate e dare valore a questo tempo che ci è stato dato.

  • Sveglia alle 7; potrà sembrare un’assurdità per molti, addirittura una pazzia ma non buttate via metà giornata svegliandovi alle 11, certo i primi giorni dormire un pochino di più sicuramente sarà stato il sogno di molti, ma adesso, dopo circa un mese, se state continuando ad alzarvi tardi, vi consiglio di provare, anche gradualmente, a svegliarmi un pò prima. Vi renderete conto che avrete molto più tempo a disposizione da mettere a frutto (certo che se state sul divano dalla mattina alla sera potete svegliarvi anche direttamente all’ora di pranzo, ma sarà un bene per voi aver buttato via tutto questo tempo? Poi come dico sempre: ognuno fa ciò che vuole, i miei sono solo consigli)
  • Appena svegliata disfo il letto e apro le finestre di camera in modo da far circolare l’aria, e anzi approfittiamo del fatto che non ci sia traffico per far entrare aria sana e fresca.
  • Vado poi in bagno per lavarmi e cambiarmi. Di solito quando stavo in casa, prima di questa situazione, per tutto il giorno tenevo il pigiama e rimanevo così per tutto il giorno. Mi sono resa conto che è una cosa sbagliata, stare in pigiama ci spinge ad essere più pigri, il divano ci sembra la soluzione migliore e finiamo per “poltrire” tutto il santo giorno. Bene quindi appena svegli datevi una bella rinfrescata e sistematevi così da sentirvi già più operativi.
  • Una volta vestita (sia chiaro basta anche una tuta) mi dedico allo yoga. Ebbene sì, mai fatto in vita via, adesso ho trovato il tempo per praticarlo. Avrei potuto farlo anche prima? certo! Perchè non l’ho mai fatto? Che dire, non lo so, eppure avrei avuto tempo anche prima, ma la vita di tutti i giorni ci spinge a volte a sottovalutare il tempo che realmente avremmo a disposizione. Ad ogni modo ho iniziato a praticare yoga appena sveglia tramite qualche video lezione su YouTube (vi consiglio La scimmia dello yoga) poi ho scoperto un’applicazione (Down Dog), resa gratuita, a cui mi sono veramente appassionata; trovo che sia ben fatta e che sia perfetta per chi, come me, non ne sapeva assolutamente niente di questa pratica. Potete scegliere voi un sacco di modalità, dalla durata della sessione, all’intensità fino alla musica in sottofondo. Insomma ve la consiglio veramente! (io di solito alla mattina faccio 20 minuti di saluti al sole)
  • Finito yoga, faccio una bella e sana colazione e subito dopo prendo degli integratori (B12, per la dieta vegetariana e un multivitaminico)
  • Verso le 9, quando ho finito di mangiare, vado in camera, chiudo le finestre, rifaccio il letto e sistemo le varie cose come libri e vestiti, in modo da avere un ambiente ordinato e confortevole. Altra cosa mai fatta prima, anzi penso che rifare il letto sia sempre stato l’ultimo dei miei problemi, mentre adesso mi rendo conto che spendere qualche minuto in questo modo rende l’area, dove trascorro quasi tutta la mia giornata, ordinata e pulita.
  • Intanto mi preparo anche una bella caraffa di acqua (circa 1 litro che mi impongo di bere durante tutta la mattinata)
  • Solitamente, poi, mi dedico allo studio, questo perchè ho un esame a breve. Per chi non avesse da studiare ci sono mille modi per passare la mattinata: pulizie generiche in casa, giardinaggio (basta qualche vaso in terrazzo, su un davanzale o anche in casa, non serve per forza un giardino), lettura, internet (qualcosa di produttivo, come qualche ricerca), cucina e perchè no anche aprire anche un blog.
  • Verso le 12 , quando ho finito di studiare, cerco di fare qualche esercizio e nello specifico ho iniziato il percorso di 30 giorni dell’app “30 day challenge” (ha l’icona verde con 30 scritto in bianco), sono esercizi che durano poco, circa 15 minuti, però per chi come me sta seduta tutta la mattina trovo che siano rigeneranti e che mettano in moto il nostro corpo. Fondamentale infatti muoversi, anche fosse per pochi minuti, anche fosse un po’ di stretching ma MUOVETEVI!
  • Finalmente ora di pranzo, ovviamente io adoro cucinare, e in questo periodo devo dire che mi ci sto dedicando parecchio. Non serve fare ricette impossibili, anzi con ingredienti di tutti i giorni si possono sperimentare un sacco di piatti, alcuni verranno meglio altri peggio, sbagliando si impara sempre, ma l’importante è dedicarvici con il cuore. Io dico sempre che in cucina ci vuole cuore anche per fare un piatto di pasta al pomodoro, e vedrete che facendo così, innanzitutto vi passerà più velocemente il tempo, ma sopratutto scoprirete la magia che sta dietro alla preparazione di ogni piatto
  • Dopo pranzo, una volta fatta la cucina, è il momento del riposo… si, da quando sono piccola, dopo pranzo dormo, a volte mezz’ora a volte anche un’ora, quello dipende. Per me è rigenerante, mi rilassa, mi fa ripartire con il piede giusto la seconda metà della giornata.
  • Una volta riposata solitamente riprendo a studiare, anche se in questi giorni capita che mi metta anzi a leggere il mio libro (chiamami col tuo nome) e preparo la seconda caraffa di acqua da bere durante il pomeriggio.
  • Verso le 19 interrompo lo studio e rifaccio qualche esercizio. Può sembrare tanto “allenarsi” due volte però ricordatevi che se prima camminavamo (anche fosse qualche passo per andare al lavoro, per andare a fare compere o altro) adesso faremo 100 passi al giorno se tutto va bene (giusto per andare al bagno e in cucina) per cui dedicare due/tre momenti della giornata ad un pò di attività fisica sicuramente farà bene al nostro corpo. Niente di eccessivo o intenso, basta veramente poco. Un’altra applicazione che vi voglio consigliare,a proposito, è quella di Nike; ha un sacco di circuiti ben fatti e sopratutto spiegati e commentati durante l’esecuzione, cosa che, almeno per quanto mi riguarda, mi spinge a non mollare
  • Bene finito di allenarmi è il momento di una bella doccia e poi quello della cena
  • Dopo cena è facile buttarsi sul divano e mettersi al telefono, bene vi consiglio di stare con la vostra famiglia almeno in questo momento della giornata e scegliere qualcosa da guardare in TV tutti insieme. Evitate di passare troppe ore sul telefono, questo perchè sicuramente non fa bene alla testa e poi anche perchè non aiuta a conciliare il sonno. Fateci caso a quanto tempo passate sul telefono durante il giorno, potreste rimanerne scioccati (il mio massimo è stato 7 ore, mi sembrano un’eternità, poi ho controllato il telefono di mia sorella… e qua si parla anche di 12 ore… è al limite dell’indicibile veramente). Purtroppo si sa, il telefono è sempre a portata di mano, è li che ci aspetta, anche fosse per controllare chi ci ha scritto, qualche social, però è veramente importante non eccedere (come in tutto). Cercate di darvi un massimo di ore (io sono partita con 4 anche se ancora oggi non riesco bene a rispettarle), così da controllare quanto effettivamente passate sul telefono così anche da potervi regolare.
  • Finita la giornata cerco di andare a letto, anche verso le 23/24 così da non essere troppo stanca la mattina dopo.

Sicuramente può sembrare una routine monotona, bhe un pò lo è sicuramente, però ho scoperto tante cose: lo yoga, la lettura, fare colazione con calma, cucinare piatti sempre diversi che prima non avevo mai fatto e che adesso ho più tempo per dedicarmici e ogni giorno posso cambiare qualcosa.

Tutti noi ogni giorno possiamo cambiare qualcosa, esistono veramente un sacco di cose che possiamo fare anche stando a casa, e sopratutto grazie all’era del digitale possiamo permetterci di fare ricerche, studiare, guardare film, video, documentari, e sopratutto anche di socializzare a distanza. Sfruttiamo tutto ciò che ci viene dato, non utilizziamo questo tempo per fare cose che facevamo anche prima. Viviamo ogni attimo per quello che è cercando di dargli un valore.

Sicuramente ci sarebbero altre mille cose da dire al riguardo, semmai vi aggiornerò con altri post.

Spero vi sia piaciuto e che possa esservi stato di aiuto.

Voi come state passando questo periodo? vi ritrovare in ciò che ho scritto e che penso?