“Pandolce Genovese Basso”

“Pandolce Genovese Basso”

Se non avete mai provato il pandolce genovese vi siete persi “tanta roba” come diciamo da queste parti !!
Ho assaggiato questo dolce ligure da piccola grazie a cari amici di Savona e da allora è stato vero amore.
Non è facile da trovare e ho deciso di farlo in casa, naturalmente ci sono tante ricette di questo pandolce io sono riuscita ad avere questa ricetta da un ligure doc e vorrei proporvela.
È semplice da fare e vi assicuro che seguendo i passaggi il risultato sarà uguale a quello originale.
Potete sostituire ai canditi le gocce di cioccolato ma la versione originale per me è la migliore !

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

85 g burro (Pomata )
105 g zucchero
1 uovo
1 rum (1 fialetta)
1 bustina vanillina
300 g farina 0
120 g uvetta
10 g lievito in polvere per dolci
60 g pinoli
50 g arancia candita
50 g cedro candito
1 pizzico sale (Abbondante )

Strumenti

2 Ciotole
1 Tagliere
1 Leccapentole
1 Teglia
1 Coltello

Passaggi

In una ciotola mettete lo zucchero e il burro freddo amalgamateli bene per almeno cinque minuti, il burro deve assorbire lo zucchero.

Aggiungete l’uovo e continuate a mescolare.

Otterrete una crema.

Aggiungete la farina l’uva passa, i pinoli gli aromi, la frutta candita tritata e il latte, amalgamate bene gli ingredienti.

Incorporate farina e il lievito .

Otterrete un panetto liscio e omogeneo, formate una palla.

Rivestite la teglia con la carta forno infarinatela leggermente e appoggiate la palla e con il palmo della mano schiacciatela, il pandolce dovrà essere alto 4 cm. circa.
Preriscaldate il forno a 180° .

Con una spatola formate delle strisce orizzontali e verticali., infornate il pandolce a 180° per 40 minuti finché si sarà dorato in superfice.

3,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Il menù di Manu

Sono Manuela ho 51 anni e ho uno sconfinato amore per la cucina !! Amo i prodotti stagionali e soprattutto a chilometro zero, infatti molte materie prime vengono dal nostro orto grazie a mio marito ! Oltre agli ortaggi, abbiamo anche una grande varietà di spezie, l'origano cubano la pimpinella la menta spicata la pianta del pepe e tante altre.... Provate anche voi a tenere le spezie fresche a portata di mano, basteranno dei vasi e della torba, sperimentatele nei vostri piatti e sono sicura che vi appassioneranno !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.